Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘La banca immolata alla campagna per il referendum’

banca

Già a luglio l’intervento pubblico era inevitabile ma il premier non ha voluto perdere consensi. E ha preso tempo.

Per chi diceva che i mercati non avrebbero battuto ciglio…”. È il vicesegretario del Pd Debora Serracchiani a cedere per prima alla tentazione: scaricare su chi ha votato No al referendum la responsabilità della crisi fase finale di Mps, quella che porterà a una forma di nazionalizzazione. L’amministratore delegato Marco Morelli ha poi fatto la sua parte per individuare un altro capro espiatorio, la Banca centrale europea: subito dopo il voto ha scritto alla vigilanza bancaria di Francoforte chiedendo 20 giorni in più per trovare le risorse necessarie all’aumento di capitale da 5 miliardi. (altro…)

Read Full Post »