Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘lavitola’

LavitolaLo sbarco di Maria Claudia Ioannucci, ex senatrice di Forza Italia nonché amica e collaboratrice di Valter Lavitola, nell’azionariato dell’Unità, a fronte del comprensibile allarme della redazione che minaccia cinque giorni di sciopero, sta suscitando altrettanto comprensibili entusiasmi nel mondo della sinistra italiana, ma anche europea. Al momento non si registrano commenti ufficiali, a parte le minacce di denuncia dell’amministratore delegato del quotidiano del Pd (che però farebbe bene a denunciare la stessa Ioannucci per aver messo a verbale davanti ai pm di Napoli: “Lavitola, oltre che mio cliente, è divenuto uno dei miei più cari amici e tali rapporti di amicizia, nel tempo, si sono estesi all’intera famiglia”). Ma è solo perché i vari leader stanno ancora cercando le parole più adatte per salutare l’evento con la dovuta solennità. (altro…)

Read Full Post »

GuerraVista anche la tragica crisi dei cinepanettoni, abbiamo sperato fino all’ultimo che avesse ragione Ghedini (per una volta nella vita) quando ha giurato in ghedinese stretto che “non vi è stato alcun incontro (fra B. e le prostitute della scuderia Lavitola a Panama, ndr) e quindi non possono essere mai esistiti i pretesi video”. Poi, purtroppo, il preteso video ci è giunto in lingua originale spagnola con sottotitoli, pronto per le multisala Medusa. E, per dovere di cronaca, ci vediamo costretti a pubblicarne i dialoghi salienti. Il contesto è quello delle celebri missioni internazionali di B., con la consueta fibrillazione di ambasciatori, consoli e personale diplomatico costretti a reclutare in fretta e furia quelle che i gelidi verbali di procura qualificano burocraticamente come “ragazze mercenarie”. (altro…)

Read Full Post »

Maramotti

Read Full Post »

BerlusconiINSIEME A LAVITOLA, VA A PROCESSO PER LA COMPRAVENDITA CON L’ACCUSA DI AVER CORROTTO IL SENATORE DE GREGORIO LA PRIMA UDIENZA A FEBBRAIO 2014, PRESCRIZIONE A FINE 2015.

Silvio Berlusconi sarà processato insieme a Valter Lavitola con l’accusa di avere corrotto il senatore Sergio De Gregorio con il pagamento di 3 milioni di euro per determinare la caduta del governo Prodi nel 2007. Lo ha deciso ieri a Napoli il giudice per l’udienza preliminare Amelia Primavera accogliendo la richiesta dei pm Vincenzo Piscitelli, Henry John Woodcock, Fabrizio Vanorio e Alessandro Milita che si sono alternati nel corso dell’udienza sul banco dell’accusa.

La prima udienza del processo è stata fissata per l’11 febbraio 2014 davanti alla IV sezione del tribunale di Napoli. Si apre ora una corsa contro il tempo. La prescrizione dovrebbe scattare a novembre del 2015 e si calcola che per il solo primo grado di giudizio sia necessario più un anno. Per il terzo protagonista della vicenda, il presunto corrotto Sergio De Gregorio, invece il gup Primavera ha accolto la richiesta di patteggiamento avanzata dall’ex senatore che così esce dal processo, anche grazie alle sue dichiarazioni confessorie, con una pena di 1 anno e 8 mesi e il pagamento delle spese alle parti civili, il Codacons rappresentato dall’avvocato Pierluigi Morena e l’Idv rappresentata dall’avvocato Alfonso Trapuzzano.  (altro…)

Read Full Post »

IN UNA LETTERA TUTTI I RICATTI E LA COMPRAVENDITA DI SENATORI.

Dalla compravendita dei senatori ai dossier su Gianfranco Fini e la casa di Montecarlo: la lettera inviata da Valter Lavitola, quando era all’estero latitante, a Silvio Berlusconi racconta i retroscena degli episodi politici più inquietanti degli ultimi anni. Il faccendiere rinfaccia a Berlusconi i suoi servigi e presenta il conto con una missiva dai toni duri. “Tutto per Tarantini”, scrive Lavitola all’ex premier, spiegando che è il ruolo avuto con Gianpi ad avergli creato i veri guai giudiziari. Sappiamo – dalle inchieste napoletane – che il Cavaliere aveva affidato circa 500mila euro a Lavitola, da girare al faccendiere barese, procacciatore di escort per le feste a Palazzo Grazioli. Lavitola è indagato per tentata estorsione, proprio a Berlusconi, e per aver indotto Tarantini a mentire ai pm baresi, proprio nel procedimento sulle escort. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Mentre viene rinviato a giudizio per la storia delle intercettazioni divulgate illegalmente dal suo quotidiano (Il Giornale) tra Fassino e Consorte, ecco quanto afferma il Riesame di Bari nelle 43 pagine di motivaziondell’ordinanza che aveva respinto la richiesta della difesa di revocare la misura cautelare in carcere per l’ormai latitanteValter Lavitola :

L’allora premier Silvio Berlusconi avrebbe indotto Gianpaolo Tarantini a mentire agli inquirenti baresi che indagano sulle escort inviate da Gianpi a casa del presidente del Consiglio e avrebbe tentato di comprare il silenzio dell’imprenditore barese. In cambio Berlusconi avrebbe fatto consegnare 500mila euro a Tarantini perchè patteggiasse la pena a Bari ed evitasse il deposito delle intercettazioni a suo carico (..) Secondo i giudici, Berlusconi non avrebbe pagato di persona Tarantini ma tramite la sua segretaria o il suo maggiordomo che avrebbero poi consegnato il denaro a Lavitola perché lo facesse pervenire nelle mani di Tarantini.  (Corrire del Mezzogiorno)

Questo è un ex Premier (a sua detta il migliore degli ultimi 150 anni) della Repubblica Italiana …

P.S. adesso capite perchè per 8 anni consecutivi ha fatto la guerra alle intercettazioni tralasciando tutti i problemi veri del paese?

Da stopcensura.com

Read Full Post »

Read Full Post »

Il frame della tv albanese che mostra il ministro Franco Frattini in Albania, lo scorso 21 ottobre 2009, insieme a Valter Lavitola (ormai latitante da diverso tempo).

Nel resto del mondo per molto meno si dimettono (vedi Liam Fox in Inghilterra) … ma a quanto pare Franco Frattini una soluzione simile non l’ha mai presa un attimo in considerazione e anzi ha ribattuto (prima che uscisse questo scatto):

“Lavitola non mi accompagnava”, “Lavitola non ha mai partecipato ad incontri istituzionali”, “Io non mai ho mescolato l’attività istituzionale con attività di altro genere”

Purtroppo confermiamo giorno dopo giorno di essere un paese indecente!

Da stopcensura.com

Read Full Post »

Della serie, se l’avesse detto un altro leader occidentale. Della serie, eccolo il “liberale”, il “leader dei moderati”, quello che “condanna i violenti di Roma”. Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ottobre 2009, a telefono con il faccendiere Valter Lavitola, oggi latitante:

… tu capisci che siamo a una situazione per cui: o io lascio … o facciamo la rivoluzione, ma la rivoluzione vera … Portiamo in piazza milioni di persone, facciamo fuori il palazzo di giustizia di Milano, assediamo Repubblica: cose di questo genere, non c’è un’alternativa …”.

Audio integrale:

 
 
[Leggi tutti i verbali – via La Repubblica]
nonleggerlo.blogspot.com

 

Read Full Post »

Da tempo tributiamo la nostra più sincera solidarietà ai trombettieri berlusconiani – quelli che in tv si spacciano per “giornalisti di centrodestra” – per il Kamasutra logico a cui li costringe l’indefessa attività delinquenziale del padrone. Si tratta, perlopiù, di giornalisti che iniziarono la loro grama carriera come piccoli fans di Andreotti, Forlani, Craxi e altri imputati di Tangentopoli, per poi trasformarsi in turiferari della Real Casa arcoriana. E, fin qui, passi: i mandanti erano pur sempre dei grandi del crimine. Corruzione giudiziaria e non, falso in bilancio, finanziamento illecito, frode fiscale, mafia, inchieste per strage. Roba seria. Ora però, a fine regime, devono scendere sempre più in basso, per li rami, da quelli alti a sottoterra. Dopo aver difeso, per guadagnarsi la pagnotta, gente come Dell’Utri, Previti, Brancher, Romano, Cuffaro, sono ridotti a fare gli avvocati d’ufficio di Tarantini e Lavitola (e presto gli toccherà difendere pure Juanin, il domestico di Valterino che andava a ritirare le buste coi soldi a Palazzo Grazioli). (altro…)

Read Full Post »

Massima solidarietà ai segugi del Giornale e di Libero, dopo la decisione del gip di Bari di confermare il mandato di cattura per Valter Lavitola. Mestiere usurante quant’altri mai, quello del segugio berlusconiano. Non consente ferie né riposi settimanali, vista l’attitudine a delinquere del padrone, che non si ferma mai, nemmeno di domenica e feste comandate. E impone addestramenti da truppe lagunari, viste le continue piroette, contorsioni, salti mortali carpiati con avvitamento e arrampicate sugli specchi che richiede h24. Ricapitoliamo. A settembre il gip di Napoli Amelia Primavera ordina la cattura di Lavitola e Tarantini, accusati dai pm Greco, Curcio e Woodcock di avere ricattato B. I segugi di B., sentiti i legali di B., si scatenano: il ricatto a B. non sta in piedi perché sia i ricattatori sia il ricattato negano il ricatto. Risate sullo sfondo. (altro…)

Read Full Post »

 
In estrema sintesi.

In Gran Bretagna al Ministro della Difesa stanno facendo un mazzo tanto per aver “permesso all’ex coinquilino e testimone di nozze Adam Werritty di entrare nel quartier generale della Difesa”, e per averlo “lasciato partecipare a incontri internazionali in cui si presentava come «consigliere» senza avere alcun incarico ufficiale”. Non solo: non gli perdonano di averlo fatto volare su aerei di stato “a spese dei contribuenti”. Il Ministro si è già scusato, ma lo scandalo oramai appare implacabile – anche grazie al lavoro dei nostri amici di Nomfup – e molto probabilmente sfocerà in dimissioni. (altro…)

Read Full Post »

Lavitola è il nome più gettonato delle ultime settimane. Un perfetto sconosciuto, fino a qualche tempo fa, che oggi è pane quotidiano su Tv e giornali. L’amico di Berlusconi, latitante in Sudamerica, ieri è comparso clamorosamente in Televisione, ospite del programma Bersaglio Mobile condotto da Chicco Mentana. 
In collegamento da una località “segreta” del Sudamerica, Lavitola ha parlato della sua situazione e dei rapporti col Premier. Ha raccontato di avere un “sacro terrore” dei magistrati, e per questo non torna in Italia. 
In questo video di TrarcoMavaglio1 la parte della trasmissione in cui Marco Travaglio fa una serie di domande al latitante Lavitola. 

Da cadoinpiedi.it

Read Full Post »

Che l’Italia avesse un “premier a tempo perso” già lo sapevamo: l’ha detto lui a un’amica escort. E l’ha confermato martedì sera con due telefonate mute a Ballarò. Come Presidente del Consiglio ha chiamato Floris per intervenire in diretta, ma poi s’è accorto che il tempo riservato al governo era scaduto, allora ha indossato i panni del Presidente della Patonza e, per la gioia di una trentina di mignotte sedute sulle sue ginocchia, ha fatto il numero del molestatore che non parla, ma ansima. Ora le foto pubblicate qui a fianco dimostrano un altro fatto per noi notorio: anche Frattini Dry è un ministro degli Esteri a tempo perso, nel senso che perde inutilmente tempo a fare il ministro. Il vero capo della nostra diplomazia è Valter Lavitola, ingiustamente sminuito dalla stampa come “faccendie re ”, “Valterino”, “direttore de l’Avanti!”. Scherziamo? Lavitola, momentaneamente latitante, è l’uomo chiave del governo, l’architrave del sistema. (altro…)

Read Full Post »

A Guido Ceronetti, che lamenta la scomparsa di molte parole della nostra tradizione linguistica, vorrei dare una buona anzi ottima notizia, che è la ricomparsa in grande stile, e ai massimi livelli, del verbo “bastonare”, che odora di teatro dei burattini e di commedia dell’arte, quando ancora l’inglese onomatopeico dei fumetti non aveva fatto trionfare il “bonk”. Il ritorno della bastonatura è dovuto a due grandi caratteristi della scena odierna: è l’avvocato Ghedini a raccontare che Valter Lavitola minacciò «di bastonarlo». in margine a una discussione sulle candidature. Si avverte, nella disputa tra il Lavitola e il Ghedini, il profondo radicamento di due italiani moderni alle loro tradizioni colturali. (altro…)

Read Full Post »

Il grande scagionatore. L´ultima promessa di Silvio Berlusconi precipita la parabola del Cavaliere in un finale di definitivo squallore. Dall´«Italia che amo» al «paese di merda».E ora dai posti di lavoro e meno tasse per tutti garantiti a milioni di cittadini, al «vi scagiono tutti» assicurato a una piccola banda di ricattatori. La telefonata fra il premier e Lavitola, letta e riletta, è la prova che nel caso di Berlusconi le peggiori fantasie, le più malevole e prevenute, sono sempre inferiori alla realtà. Il capo del governo invita davvero un personaggio indagato dalla magistratura, Valter Lavitola, a non tornare in Italia. Nelle conversazioni usa una sim straniera nella speranza, fallace peraltro, di non essere intercettati. (altro…)

Read Full Post »

L’altra sera al Tg1 una minzolina bionda presentata come “nostra
inviata” nel senso che la paghiamo noi, interrogava severamente il
procuratore di Napoli, Lepore, come se fosse lui l’imputato.
Il tono era quello del “come si permette di convocare il premier?”.
L’alto magistrato tentava di difendersi come poteva, ma l’impressione
che i telespettatori ne ricavavano era che fosse (lui) reticente. Non
si batteva il petto, non si discolpava, non chiedeva scusa per aver
osato tanto.
Intanto, dalle nuove intercettazioni, oltre alla conferma che aveva
ragione l’Espresso sulla telefonata in cui B. istiga
Lavitola alla latitanza, si scopre che gli ha pure garantito
l’assoluzione: “Vi scagiono tutti”.
Ecco, oltre all’imputato, al testimone e al pagatore dei medesimi, ora
fa pure il giudice (a quando il cancelliere?). (altro…)

Read Full Post »

Ometto: Ehilà bella gnocca! Ma lo sai che sei molto carina? Sono il capo del governo italiano, il migliore degli ultimi 150 anni. Il presidente del Parlamento europeo mi attende con ansia, annunciami.

Segretaria : Veramente in agenda non risulta e il presidente è occupatissimo. Se mi dice per che cos’era, prendo nota.

Ometto: Non capisci: a me serve incontrarlo oggi, domani è già tardi.

Segretaria (all’interfono): Presidente, c’è qui un ometto tutto liftato e asfaltato che ride sempre e chiede di lei. Dice che è il presidente del Consiglio italiano, ma a me pare impossibile.

Presidente: Le ha parlato di comunisti e di giudici?

Segretaria: Sì, come ha fatto a indovinare?

Presidente: Si fidi, è lui. Che vuole? (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »