Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘legge 40’

FecondazioneCON la decisione presa ieri dalla Consulta sulla fecondazione eterologa è caduto l’ultimo paletto imposto dalla tristemente celebre legge 40. Non si potrà più impedire la fecondazione a chi, per avere figli, ha bisogno di ricorrere a un dono di gameti (ovuli o sperma).

E NON si potranno quindi più discriminare alcune coppie sterili. Perché d’altronde focalizzarsi sui legami genetici esistenti o meno tra genitori e figli senza accettare l’evidenza del fatto che non è certo il patrimonio genetico che rende una donna “madre” o un uomo “padre”? Come diceva lo scrittore francese Marcel Pagnol, quando un bimbo nasce, pesa tre o quattro chili. Poi cresce, e mette su i “chili amore” dei propri “ parents”, termine che in francese designa i “genitori sociali”, da non confondere con la parola “ géniteurs” che indica invece i “genitori biologici”. (altro…)

Read Full Post »

donna-incintaLa Corte Costituzionale ha stabilito che il divieto di fecondazione eterologa – stabilito dalla legge 40 approvata nel 2004 – è incostituzionale.

Il divieto di fecondazione eterologa impediva di ricorrere a un donatore esterno di ovuli o spermatozoi nei casi di infertilità assoluta.

Un divieto che non esiste, invece, in molti altri paesi europei e nei quali si recano e si sono recate coppie italiane (circa 4.000 l’anno) che desideravano un figlio, nonostante non fossero fertili.

La decisione della Corte Costituzionale, che ha cancellato il divieto di fecondazione eterologa, non potrà essere più modificata dal Parlamento. Lo sottolinea in una nota l’associazione Luca Coscioni. ”La sentenza di oggi della Corte Costituzionale che ha cancellato il divieto di eterologa previsto dalla legge 40 del 2004 ha valore di legge e non è oppugnabile – si legge nella nota -. Da oggi non potrà mai più essere emanata dal Parlamento una legge che prevede il divieto di fecondazione di tipo eterologa. (altro…)

Read Full Post »

Sorpresa: il capo dei vescovi italiani interviene in difesa della magistratura. In un momento in cui i giudici sono sotto attacco su vari fronti, il Vaticano si schiera con le toghe. Peccato, però, che la difesa d’ufficio sia in realtà un attacco ad altri giudici, quelli della Corte di Strasburgo, che hanno bocciato la legge 40 (fecondazione assistita) nella parte che riguarda la diagnosi preimpianto. “Bisogna ripensarci un attimo a livello nazionale, a livello di esperti, sia per il merito sia anche per il metodo, perché non si è passati attraverso la magistratura italiana. Bisogna pensarci. C’è stato un superamento della magistratura italiana, è singolare” ha detto ieri il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco, al santuario genovese della Madonna della Guardia. LA PRESA di posizione del porporato arriva all’indomani della sentenza della Corte di Strasburgo. I giudici europei hanno dato ragione a una coppia, portatrice sana di una grave malattia genetica, la fibrosi cistica, che chiedeva una diagnosi dell’embrione prima dell’impianto. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Evidentemente avere la fibrosi cistica, la talassemia, problemi genetici o patologie cromosomiche, desiderare un figlio e voler evitare di trasmettergli la propria malattia non è altro che un capriccio: dev’essere per questo che le nuove linee guida della legge 40 impediscono a tutte le persone che si trovano in condizioni simili di accedere alla diagnosi preimpianto.
Poi dicono che i problemi urgenti di questo paese sono altri, che rischiamo il default, che si deve pensare all’economia e mettere da parte queste questioni, che secondo loro sarebbero marginali: eppure io continuo a pensare che la libertà dei cittadini, specie di quelli malati, venga prima di tutto il resto.
Perché se non c’è quella non ci può essere nient’altro.
Governo tecnico o no.

Da metilparaben.blogspot.com

Read Full Post »