Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘legge elettorale’

No dei democratici agli emendamenti M5s sulle preferenze e sul voto disgiunto. Rosato: “Noi voteremo contro”. Così i grillini consulteranno gli iscritti prima dell’ok finale alla Camera di martedì.

Il percorso della legge elettorale frutto del patto tra i 4 Grandi è iniziato con un brivido: il ritorno dei franchi tiratori. Sono stati 66 i voti mancanti quando sono state respinte le pregiudiziali di costituzionalità. “Vi ricordo cosa accadde quando furono 101…” dice sibillino il capogruppo del Pd Ettore Rosato. E l’iter della riforma rischia di avere una fine da thriller: quando saranno terminate le votazioni sugli emendamenti, infatti, il M5s – uno dei contraenti dell’accordo sul sistema di voto – sottoporrà il testo ai propri iscritti online. Per questo motivo i Cinquestelle hanno chiesto e ottenuto dal Pd di spostare l’approvazione finale della legge a martedì. Tra i primi emendamenti votati, intanto, anche uno di Mdp che riproponeva il Mattarellum: è stato bocciato. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Ieri Marco Travaglio ha immaginato, o per meglio dire auspicato, quello che sarebbe di gran lunga il migliore scenario possibile post-elezioni. Ve lo riassumo: si va a votare a ottobre con il sistema tedesco, che è peraltro una legge discreta. Ovviamente c’è il rischio che venga snaturato, per esempio con i capilista bloccati (li prevede il “Rosatellum”, e già il nome fa schifo) o con uno sbarramento al 3% invece del 5% per fare un contentino a nessuno (cioè Alfano, che comunque forse non raggiungerebbe neanche il 3%). (altro…)

Read Full Post »

“Non mi scandalizza che Renzi e Berlusconi trovino un accordo sulla legge elettorale. Sarebbe invece indecente se il Pd scegliesse, a prescindere, un pregiudicato come unico alleato possibile”. Così, a margine di un convegno sulla giustizia organizzato dal Movimento 5 Stelle alla Camera, il direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, ha commentato il rischio di un nuovo governissimo tra il Pd renziano e Forza Italia dopo le urne, sempre più probabile con il voto anticipato. “Chi rischia di più tra Renzi e B, chi gioca il ruolo della volpe? Di certo rischia di più Renzi. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

M5s e Pd si lanciano messaggi per un accordo senza entrare nel merito. Nel clima favorevole si infila Berlusconi. Tutti sono d’accordo sul fare una legge “anti-inciucio”. Ma in commissione alla Camera, domani, si partirà dalla proposta del presidente-relatore che dovrà elaborare una sintesi delle posizioni prevalenti.

“Vogliamo scrivere le regole del gioco insieme al partito di maggioranza, il Pd“. “Se Di Maio e il M5s fanno sul serio, è possibile costruire in tempi rapidi un terreno di intesa”. Le prove di dialogo, raro e quasi inedito, sono sulla legge elettorale, “le regole del gioco” come le chiama il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio e Matteo Richetti gli risponde che loro sono “pronti” per fare presto. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

camera

I partiti ne parlano tutti i giorni. E basta: a oltre due mesi dal referendum e dai proclami di “tutti al voto”, ogni forza politica presenta la propria proposta di riforma elettorale senza però cercare accordi. In commissione (che non esaminerà niente fino alle motivazioni della Consulta) ne sono depositate 16, ma altre saranno presentate e altre ancora sono annunciate. Eccole, una per una: il Mattarellum del Pd, il Legalicum del M5s, lo Speranzellum di Speranza e gli strani amori tra alfaniani e Giovani Turchi. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »