Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘lettera di intenti’

L’Italia comincerà a vendere titoli di Stato anche su internet, con una campagna pubblicitaria ad hoc, a partire dalla primavera 2012. Il successo di analoghe iniziative di banche private (Mediobanca tra le altre) spinge online il ministero del Tesoro, impegnato l’anno venturo in un safari a caccia di 250 miliardi di euro, per sostenere il famelico debito dei 1900 miliardi. Sembrerebbe una notizia positiva, anche le nuove tecnologie mobilitate per salvare il Paese e l’euro, se non cadesse, nelle stesse ore, l’occhio sul Punto D, della «Lettera di intenti» che il governo ha inviato all’Unione europea promettendo riforme strutturali contro la crisi e per la crescita.  (altro…)

Read Full Post »

Opposizioni in rivolta. Casini: patto scellerato premier-Bossi.

ROMA — «Misure da incubo», cui rispondere «con la forza necessaria», dice la Cgil. «Una provocazione mentre il Paese ha bisogno di coesione», fa eco il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, e anche la segreteria della Uil ha deliberato la possibilità di una protesta forte. Dieci anni dopo, ancora una battaglia in difesa dell’articolo 18. C’è una sintonia di obiettivi, costringere il governo ad inviare d’urgenza una smentita all’Ue sull’annuncio di nuove misure sui licenziamenti, e anche a Cisl, Uil e Ugl, solitamente dialoganti con l’esecutivo, è tornata l’idea dello sciopero generale. (altro…)

Read Full Post »

I capigruppo Pd, Idv, Udc e Api chiedono che Berlusconi spieghi i dettagli della missiva portata a Bruxelles. Bossi: “Tremonti si è defilato”.Sacconi sui licenzienti facili propone “un tavolo con le parti sociali”. Bersani: “A parte le minacce inaccettabili di entrare a piè pari sul mercato del lavoro, tutto il resto è merce usata”.Barroso: “Gli impegni vanno concretizzati”.

ROMA – L’opposizione sollecita con “urgenza” l’intervento del governo per riferire in Parlamento sugli impegni assunti nella lettera consegnata ieri alla Ue 1. Il presidente della commissione europea Josè Manuel Barroso avverte: “E’ imperativo che l’Italia concretizzi gli impegni e lo faccia con un calendario chiaro”. Il tutto mentre i sindacati attaccano i licenziamenti facili e annunciano (Cisl, Uil e Ugl in modo esplicito) lo sciopero generale. Resta teso il clima dopo la missiva del governo alla Ue. Una lista di impegni per rassicurare le istituzioni europee preoccupate per la situazione economica del nostro Paese.  (altro…)

Read Full Post »

Il «libro dei sogni» di un premier che non fa più sognare. Il manifesto di politica economica di un governo che non può più governare. Il piano anti-crisi, illustrato da Berlusconi alla Ue, dissolve i sorrisi ironici di Sarkozy e della Merkel. Ma non risolve i problemi drammatici del Paese. Né sul fronte interno, né sul fronte internazionale. L´Europa chiede decreti legge. L´Italia offre pezzi di carta. L´Europa invoca misure concrete. L´Italia evoca promesse future. Con la sceneggiata di Bruxelles, il Cavaliere compra un po´ di tempo. Ma il tempo, ormai, lavora contro di lui. (altro…)

Read Full Post »

Il compromesso di Bruxelles che ha consentito a Berlusconi di evitare la crisi di governo è stato raggiunto a un prezzo alto e ha dimostrato, se ancora ce ne fosse bisogno, che di fronte all’Unione le astuzie non funzionano. Dunque, o l’Italia è in grado di garantire che le riforme elencate nella famosa lettera di intenti – dalle pensioni ai licenziamenti più facili alle liberalizzazioni delle professioni, per fare gli esempi più controversi tra quelli indicati nelle quattordici pagine del testo – saranno realizzate entro tempi brevi e certi, o in caso di inadempienza si troverà quasi automaticamente fuori dal sistema di protezione dell’euro, nel pieno del vortice della crisi. (altro…)

Read Full Post »