Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘lotti’

del-sette

Il comandante dei carabinieri resta al suo posto: è indagato a Roma per rivelazione di segreto e favoreggiamento con Luca Lotti. Su di lui hanno indagato proprio i militari che dirige.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha confermato per un altro anno Tullio Del Sette come comandante dei Carabinieri, nonostante sia indagato a Roma per favoreggiamento e rivelazione di segreto istruttorio nell’indagine su un appalto Consip, la centrale unica degli acquisti della pubblica amministrazione controllata dal Tesoro. Certo, si parla per ora solo di ipotesi: l’inchiesta è in corso, la versione di chi tira in ballo il generale – che nega ogni accusa – è stata in parte smentita e la posizione di Del Sette potrebbe essere archiviata. Ma per ora il generale è iscritta nel registro degli indagati, circostanza che evidentemente non imbarazza il governo. (altro…)

Read Full Post »

renzi_lottiIntervistato da Repubblica, l’ex premier prende posizione in favore degli indagati per favoreggiamento e rivelazione di segreto e chiede “ai giudici di fare presto”. Da Manzione a Campo dall’Orto, passa in rassegna tutte le sue nomine e si assolve: “Scelti per competenza”.

“Ovviamente non ho alcun dubbio sulla totale correttezza dei carabinieri e dei membri del governo in questa vicenda. La mia linea è sempre una sola: si vada a sentenza. Noi chiediamo ai giudici di fare presto, sempre”. Matteo Renzi torna a parlare in pubblico dopo il referendum con una lunga intervista concessa all’ex direttore di Repubblica Ezio Mauro. (altro…)

Read Full Post »

lotti

Il renziano ai giudici: “Mi ha detto di aver raccontato bugie sul mio ruolo nella fuga di notizie rispetto all’indagine”.

Il 21 dicembre, subito dopo aver confermato ai magistrati di Napoli che Luca Lotti era tra quanti avevano allertato il Giglio Magico sull’inchiesta Consip, Filippo Vannoni ha preso un treno per tornare a Firenze ma si è fermato a Roma: si è precipitato a Palazzo Chigi per riferire all’amico ministro quanto aveva detto agli inquirenti. Confessandogli, però, di aver mentito ai pm sul suo coinvolgimento. Questo è quanto racconta Lotti il 27 dicembre al pubblico ministero di Roma Mario Palazzi al quale si presenta dopo aver scoperto di essere indagato per rivelazione di segreto e favoreggiamento proprio per aver riferito dell’esistenza dell’inchiesta Consip. (altro…)

Read Full Post »

lambito

Il Sistema che ci ha rintronati per vent’anni a suon di balle ora accusa il Web di diffondere “post-verità” e “fake news” per favorire i “populisti” anti-Sistema. I quali rimpallano l’accusa in faccia al Sistema. Col risultato di aumentare vieppiù la sfiducia in tutti i canali d’informazione, tradizionali e alternativi. Pochi notano che la disinformazione, così come la corruzione, l’evasione fiscale e il doping, muta ogni giorno pelle per rendersi sempre più subdola, inafferrabile e invisibile. (altro…)

Read Full Post »

lottiIl ministro rimane per circa due ore con i magistrati, nega tutto. A tirarlo dentro la vicenda il “renzianissimo” Marroni.

Non sapevo nulla dell’inchiesta sulla Consip e di conseguenza non potevo rivelare a nessuno dell’indagine in corso”. Ha negato tutte le accuse il ministro dello Sport, Luca Lotti, che ieri è stato sentito dal magistrato romano Mario Palazzi per un’ora e mezza. Lotti è indagato per favoreggiamento e rivelazione del segreto istruttorio nell’ambito di uno stralcio dell’inchiesta – rivelata dal Fatto Quotidiano – sugli appalti Consip, che lambisce il Giglio Magico e il padre del segretario del Pd, Tiziano Renzi, che non risulta indagato. (altro…)

Read Full Post »

Camera dei Deputati - Fiducia governo Renzi

Chi s’informa (si fa per dire) dai tg Rai, cioè la stragrande maggioranza degli italiani, non sa quasi nulla dell’indagine della Procura di Napoli che vede indagati Luca Lotti (il ministro più vicino a Renzi) e i generali Tullio Del Sette (comandante generale dei Carabinieri) ed Emanuele Saltalamacchia (capo dell’Arma in Toscana) per la soffiata che ha vanificato le intercettazioni alla Consip a proposito di un appalto in odor di tangenti destinato all’imprenditore Alfredo Romeo, napoletano, grazie ai buoni uffici di Carlo Russo, fiorentino di Scandicci intimo della famiglia Renzi. (altro…)

Read Full Post »

lottiSecondo Luca Lotti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e autore di un memorabile articolo sull’Unità di ieri, dedicato alle incolpevoli “Donne che fecero l’Italia”, “settant’anni fa… la seconda guerra mondiale non era ancora finita”. Una rivelazione clamorosa, destinata a rivoluzionare la scienza storiografica (non per nulla quella volpe del direttore D’Angelis l’ha sbattuta in prima pagina): nel marzo 1946 la seconda guerra mondiale, che tutti ingenuamente credevamo terminata in Italia il 25 aprile 1945, detto non per nulla “il giorno della Liberazione”, era in pieno corso. Al momento, non è ancora dato sapere quando poi sia finita, la guerra mondiale. Ma il professor Lotti – noto storico contemporaneo che vanta un diploma al liceo scientifico Pontormo di Empoli e una laurea in Scienze di Governo e dell’Amministrazione alla Facoltà Cesare Alfieri di Firenze – ce lo farà sapere al più presto, al termine delle sue ricerche d’archivio, dall’alto delle sue deleghe all’“Informazione, Comunicazione, Editoria, Pianificazione” e soprattutto alla “Promozione e svolgimento di iniziative per le Celebrazioni del 70° anniversario della Resistenza e della Guerra di Liberazione” (che, detto per inciso, hanno già avuto luogo lo scorso anno, alla presenza di Mattarella, di Renzi e dello stesso Lotti i quali – ancora ignari delle successive risultanze – non si sa bene cos’abbiano commemorato). (altro…)

Read Full Post »