Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Luana De Micco’

Al secondo turno L’ex ministro di Hollande stravince Molti gli astenuti e le schede bianche. Il sollievo di Bruxelles: “Scelto un futuro comune”.

Emmanuel Macronè il nuovo presidente francese, il più giovane che la Francia abbia mai avuto, solo 39 anni. Nel ballottaggio di ieri per l’Eliseo ha ottenuto il 65,8% dei voti mentre Marine Le Pen si è fermata a 34,2%. “Si apre una nuova era di speranza e fiducia per la Francia”, ha detto il presidente neo-eletto, prendendo la parola dal suo quartier generale, prima di andare a festeggiare al Louvre con sostenitori e militanti di En Marche!. Già arrivato in testa al primo turno di due settimane fa, Macron incassa ora un’ampia vittoria: più di 21 milioni di francesi lo hanno preferito alla leader del Front National. Per la seconda volta in 15 anni la minaccia dell’estrema destra al potere è stata dunque sventata in Francia. Ma il voto di ieri è stato inedito per diversi motivi. Quando nel 2002 Chirac aveva battuto il padre di Marine, Jean-Marie Le Pen, aveva finito col raccogliere l’82% dei voti. (altro…)

Read Full Post »

Federica e gli altri “Avevamo un compleanno, nulla da festeggiare. Ma ci siamo radunati lo stesso”.

Parigi – “Il mio modo di combattere è di non cambiare le mie abitudini, di continuare a fare le cose come le ho sempre fatte. Non dirò a mio figlio di non prendere più la metropolitana. Perché se modifichiamo il nostro modo di vivere, allora avranno vinto loro”. Così sabato sera, il giorno dopo il dramma, Federica ha deciso di andare alla cena di compleanno di un’amica, che era programmata da tempo: “Non ce la sentivamo di festeggiare, volevamo rinviare, eravamo annientati. Non è stata una sera come le altre, ma è stato giusto così”. Federica ha 47 anni,vive a Parigi da   23.

(altro…)

Read Full Post »

Je suis“NEL NOSTRO NUOVO NUMERO, TUTTO LO SPIRITO DEI COLLEGHI UCCISI”.

Parigi – Avevo in testa l’idea di disegnare Maometto. In fondo è il mio personaggio. E allora l’ho disegnato, con la lacrima agli occhi e in mano la scritta ‘Je suis Charlie’. Ma non bastava. Ho aggiunto ‘Tout est pardonné’. E allora ho pianto anch’io. A quel punto ho capito che avevo trovato la prima pagina. Finalmente avevamo questa cazzo di prima pagina!”. Il profeta di Luz non fa paura. Anzi è un omino dal volto sconsolato e gli occhi tristi. La sua tristezza lo rende persino simpatico. Con la sua matita Luz lo fa entrare in quel coro di voci che ha fatto il giro del mondo: Je suis Charlie. Anche il profeta è Charlie. 

(altro…)

Read Full Post »

NatangeloVIAGGIO IN REDAZIONE DOPO L’ATTENTATO: ”TORNEREMO A FAR RIDERE”.

Parigi – Il prossimo numero di Charlie Hebdo si farà come se Charb e gli altri fossero ancora tra noi. In questo numero loro non sono morti. Non sarà un numero omaggio, sarebbe stato troppo facile. Alcune pagine saranno dedicate al massacro, ma non aspettatevi un necrologio. Sarà divertente. Far ridere è la sola cosa che sappiamo fare”. I GIORNALISTI e i disegnatori del settimanale satirico si sono rimessi a lavoro alle 11 di ieri intorno al capo redattore Gérard Biard. La nuova vita di Charlie Hebdo comincia in un open space messo a disposizione dai colleghi del quotidiano Libération, all’ottavo piano della redazione che si trova in un ex parcheggio al numero 11 rue Béranger. Alle pareti ci sono alcune recenti prime pagine del giornale, come quella della mela che piange pubblicata alla morte di Steve Jobs. Fuori c’è tutta Parigi e il suo cielo grigio. Intorno al tavolo circolare per la prima conferenza di redazione dopo la strage di mercoledì sono più o meno una trentina.

(altro…)

Read Full Post »

Charlie hebdo

I SUPERSTITI DELLA RIVISTA SATIRICA SI SPOSTANO NELLA REDAZIONE DEL QUOTIDIANO.

Parigi – Preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio”. Aveva dichiarato sulle pagine di Le Monde il direttore di Charlie Hebdo, Stéphane Charbonnier, alias Charb, quando nel 2011 decise di pubblicare le vignette del profeta Maometto col turbante a bomba in testa. Ed è per questo che Charlie Hebdo deve uscire. A tutti i costi. Nonostante gli assassini che martedì mattina hanno commesso una strage nella redazione uccidendo otto di loro, tra cui il direttore. Mercoledì prossimo dunque Charlie Hebdo sarà nelle edicole come sempre. Anzi riempirà le edicole. Perché di copie ne saranno stampate un milione, e non le solite 60mila. Il giornale da oggi ha una nuova redazione. Si trasferisce da Libération, al numero 11 della rue Béranger, a due passi dalla place de la République dove migliaia di persone si sono riunite mercoledì sera alzando le matite al cielo in nome della libertà di parola. 

(altro…)

Read Full Post »

Sangue sulla libertà

IN DUE, ARMATI E MASCHERATI, FANNO STRAGE NEL SETTIMANALE SATIRICO CHE PRENDEVA IN GIRO L’ISLAM RADICALE: 12 MORTI (8 GIORNALISTI E DUE AGENTI).

Parigi – Abbiamo vendicato il profeta. Abbiamo ucciso Charlie Hebdo”. Sono le parole che avrebbero pronunciato i due uomini incappucciati e armati che ieri mattina hanno fatto una strage nella redazione del famoso settimanale satirico uccidendo dodici persone. Secondo il sito Le Point, citando fonti confidenziali, si tratterebbe di due franco-algerini, di 32 e 34 anni, tornati in Francia quest’estate dalla Siria.

(altro…)

Read Full Post »

Le PenMARINE LE PEN CHIAMA AL PATTO GLI EUROSCETTICI. POLEMICA CON GRILLO: “PROGRAMMI SIMILI, MA MI ODIA”. IL LEADER M5S: “NESSUN ACCORDO CON IL FN”.

In mente ha già il voto europeo di maggio, dove l’estrema destra euroscettica è accreditata da diversi sondaggi come primo o secondo partito. Marine Le Pen assapora la vittoria di domenica scorsa al primo turno delle amministrative in Francia e prepara già il terreno per la prossima sfida: “Chiedo a tutte le forze euroscettiche d’Europa di allearsi in difesa degli Stati nazione, del ritorno della democrazia, della sovranità dei popoli e delle identità nazionali”, ha detto la leader del Front Nazional, includendo nel suo appello l’austriaco Fpo di Strache, il Pvv dell’olandese Wilders, nonché il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo e la Lega Nord (con cui la Le Pen ha già stretto un accordo che sarà messo per iscritto, a Strasburgo, a metà aprile).

(altro…)

Read Full Post »