Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Luca Aterini’

carbon-tax

Una scelta di politica industriale, non sterile austerità.

Introdurre tasse ambientali per ridurre quelle sul lavoro. Da un fisco verde l’Italia avrebbe da guadagnare 25 miliardi di euro.

Lo stato insulare di Singapore è piccolo (neanche il triplo dell’isola d’Elba) ma economicamente assai agguerrito. Rappresenta uno dei principali snodi commerciali al mondo e una piazza finanziaria di livello globale, ma è anche sede di una florida attività di raffinazione petrolifera. Sono ben tre gli impianti presenti, tra i quali – oltre a quello della Singapore refining company – si annoverano le più grandi raffinerie possedute da Shell (500mila barili il giorno) ed ExxonMobil (600mila barili). (altro…)

Read Full Post »

green-economyLe potenzialità di una riforma fiscale ecologica e del nudge, la spinta gentile. A Quanto Basta, festival dell’economia ecologica, il contributo di tre economisti per lo sviluppo sostenibile.

«La sostenibilità è associata alla parola ambiente, ma questa stretta interpretazione ambientale è fuorviante. La sostenibilità non riguarda l’ambiente. Riguarda la riproducibilità sociale ed economica. In questo contesto, l’ambiente ha un ruolo fondamentale, perché fornisce tantissimi servizi – i quali solitamente non vengono considerati». Con le parole di Tommaso Luzzati, economista ecologico dell’università di Pisa, inizia con un taglio più che mai pragmatico l’evento Misurare il progresso, muoversi verso la sostenibilità curato dal nostro quotidiano all’interno del festival Quanto Basta. Si contribuisce così a riportare ordine circa le coordinate entro le quali il dibattito sulla sostenibilità dovrebbe svolgersi per essere propositivo, cosa nient’affatto facile all’interno di certi ambientalismi. (altro…)

Read Full Post »

Economia ecologica: Il valore dell’ambiente nel Belpaese degli scandali.

Europa va avanti sulla strada di uno sviluppo sostenibile, Italia rischia di restare al palo.

Il presidente Napolitano ha riassunto lo sdegno dei cittadini verso gli ultimi casi di corruzione politica che stanno scuotendo l’Italia – epicentro la Regione Lazio – apostrofandoli come «vergognosi» e «inimmaginabili». È la faccia dell’Italia che non vorremmo mai vedere. Ma che purtroppo esiste, ed è latente in ogni parte del Paese. Secondo le stime della Corte dei Conti, la corruzione ruba all’Italia onesta circa 60 miliardi di euro l’anno, oltre alla dignità nazionale. Risorse che il particolare momento storico, per riuscire a superare la crisi economica che ci affligge, meriterebbe più che mai fossero recuperate ed indirizzate a ben altre attenzioni. (altro…)

Read Full Post »