Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘luigi di maio’

È inaccettabile: chi in 7 mesi non è stato in grado di dare ai cittadini colpiti dal terremoto le casette che gli erano state promesse, oggi ci critica se in 7 mesi non diamo risultati eclatanti nei comuni che amministriamo. Ci attaccano quando affrontiamo i problemi lasciati dagli altri, ci ignorano quando quei problemi li risolviamo. E’ davvero pazzesco. Ormai è diventato una sorta di sport nazionale: far sembrare il MoVimento 5 Stelle il principale problema dell’Italia. Allora io dico una cosa: siamo davvero noi il problema dell’Italia? Ce le devono dire i cittadini italiani, non i giornaloni di partito o i nostri detrattori e avversari politici. (altro…)

Read Full Post »

È arrivato il momento di reagire!
Vogliono colpire il nostro entusiasmo e la nostra voglia di fare, ma non possiamo permetterglielo.

Lo fanno perché siamo gli unici che possono ambire al 40%.
Allora io da oggi non voglio perdere più tempo a difendermi da accuse fasulle e nei prossimi mesi voglio girare l’Italia per raccontare ai cittadini tutte le cose belle che abbiamo prodotto nelle istituzioni stando all’opposizione e tutto quello che potremo fare una volta al governo.

(altro…)

Read Full Post »

terremoto

Ho appena concluso due giorni di incontri negli alberghi della costa adriatica e dell’entroterra, dove alloggiano i cittadini colpiti dal terremoto dell’Italia centrale.

Abbiamo tenuto delle vere e proprie assemblee, lontano dalle telecamere, dove ognuno di loro ha avuto modo di spiegare quello che non sta funzionando, i problemi che sta vivendo e le proprie speranze.

Per me, Patrizia Terzoni e Laura Castelli è stato un confronto fondamentale, alcuni di loro si sentono totalmente abbandonati, c’è chi ci ha detto “siete gli unici ad aver avuto il coraggio di venire qui, per ora ci assistono gli albergatori, non lo Stato”. C’era tanta rabbia ma anche tanta voglia di ripartire. (altro…)

Read Full Post »

pd

LA LISTA DEI GRANDI DEBITORI INSOLVENTI MPS DEVE ESSERE PUBBLICATA, PRIMA DI PRENDERE ALTRI SOLDI AI CITTADINI DEVONO ESSERE LORO A PAGARE.

Dal Corriere della Sera: “Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, dice no alla black list dei debitori, la lista delle aziende che hanno ottenuto e poi non restituito prestiti pesanti dalle banche finite poi in difficoltà, a partire dal Monte dei Paschi di Siena. “No, secondo me non va pubblicata la lista dei grandi debitori insolventi”, segnando un cambio di direzione rispetto all’orientamento che il governo aveva lasciato filtrare nei giorni scorsi”. Il principio – spiega il ministro – è che l’imprenditore va dalla banca a chiedere i soldi. È responsabilità della banca capire se è insolvente. È un po’ strano spostare l’onere su chi chiede i soldi”. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Nel 2017 non ci potranno essere mezze misure: bisogna andare a votare. Siamo in una democrazia? Bene, che ci diano allora la possibilità di esercitare il nostro diritto. Basta con Presidenti del consiglio che fanno finta di essere voluti dai cittadini, basta con il Pd che fa finta di non aver preso la batosta drammatica al referendum del 4 dicembre. E basta con la scusa della governabilità – invocata ad ogni occasione – per non farci votare. La governabilità si ottiene eliminando il mercato delle vacche dei voltagabbana in Parlamento che si reinventano adepti di questo o quel partito per dare ossigeno a un sistema politico morente. Per ridurre queste pratiche oscene basterebbe che tutte le alte cariche dello Stato le condannassero pubblicamente. (altro…)

Read Full Post »

Camera dei Deputati, il Premier riferisce sul Consiglio Europeo

Di colpi di coda del governo Renzi ce ne sono tanti. Vi avevamo detto che regalava finti bonus elettorali. Oggi i dati ci dicono che per il 2017 gli italiani saranno costretti a spendere quasi 1000 euro in più – esattamente 986€. (altro…)

Read Full Post »

Questa mattina ho partecipato ad “Agorà” e ho parlato di scenari dopo il referendum, ma anche di voto di scambio del governatore PD De Luca (su cui il PD tace) e del business costruito sull’emergenza immigrazione.

Da facebook.com/LuigiDiMaio

 

Read Full Post »

di-maioIl premier è in stato confusionale. Sa bene che se il PD rimanderà in commissione la nostra proposta di legge sul dimezzamento degli stipendi dei parlamentari, non gli basteranno tutte le slide del mondo per giustificarsi. Invitiamo Renzi a venire in aula. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Dopo le cattive notizie del Jobs Act, bisogna fare i conti anche con la pensione.
Chi ha avuto la fortuna di conservare il lavoro, dopo decenni di fatiche sperava di godersi la pensione. Ma purtroppo non è così!

Dietro l’annuncio del Governo sull’inserimento in stabilità della possibilità di anticipare la pensione, si nasconde in realtà una gigantesca truffa.

Usufruire dell’APE significa:
– avere un anticipo pensionistico fino 3 anni e 7 mesi con un prestito bancario;
– rimborsare “il prestito” ventennale alle banche nel momento che scatta la pensione ordinaria;
– rimborsare il prestito a proprio carico e con circa il 5% di interesse annuo;
– perdere il guadagno che si avrebbe continuando a lavorare.

 

(altro…)

Read Full Post »

“Dopo giornate di fila di dibattiti sul nulla, ma che pagliuzza e che trave? Qui è un acaro contro un autotreno! Eppure non sono soddisfatto… l’inconsistenza assoluta delle stupidaggini che vengono discusse da trombatissimi pantaloni, appena tornati da ferie guadagnate ossequiando questo e quello, mette a pensare… Mentre stiamo spiegando quello che sarebbe immaginariamente successo e tentando di portarlo sul piano della realtà io non so… mi sfugge l’audience di questo nulla. Straparlano come nelle puntate di Vespa con i plastici? Tutta quella meticolosa stupidità, tutto quel feticismo dei dettagli minuto per minuto, che cerca alibi a tutti i costi, impedisce la visione d’insieme e distrae dalla verità dei fatti. È come pretendere di voler capire un quadro impressionista o puntinista da un centimetro di distanza: la figura non la vedremo mai. La donna nel campo di papaveri non la troveremo mai! (altro…)

Read Full Post »

Di Maio

Luigi Di Maio – Il vicepresidente della Camera e membro del direttorio del Movimento interviene sulla bufera che ha coinvolto la giunta di Roma.

Chi si sta sfregando le mani per questa notizia sbaglia: il Movimento non ha mai fatto sconti a nessuno”. Dal palco della Versiliana, ospite della festa del Fatto, il vicepresidente della Camera e membro del direttorio M5S Luigi Di Maio avverte “i detrattori”: non sarà l’ipotesi di una indagine a carico dell’assessore all’Ambiente Paola Muraro a far cadere la giunta di Virginia Raggi. (altro…)

Read Full Post »

MannelliI dati sulla #disoccupazione in Italia diffusi oggi dall’Istat sono un bollettino di guerra!

1) Solo a luglio abbiamo perso 68 mila posti di lavoro indipendenti (una strage di professionisti e imprenditori: l’Italia riparte? Certo!)

2) Aumentano quelli che perdono le speranze di trovare un’occupazione +53 mila (ma saranno sicuramente dei gufi)

3) 51 mila donne hanno perso il loro impiego e altre 52 mila hanno perso le speranze di trovarne uno
(attendiamo una dichiarazione della Presidente Boldrini)

 

(altro…)

Read Full Post »

E ci credo che Angela Merkel sostenga il #JobsAct: più Renzi distruggerà il mercato del lavoro italiano, più la Germania se ne avvantaggerà. Altro che rilanciare l’Europa, al massimo stanno rilanciando l’economia tedesca.

Ieri a Ventotene, Merkel, Hollande e Renzi hanno annunciato le tre parole dʼordine per rilanciare l’economia europea: giovani, cultura e digitale. (altro…)

Read Full Post »

PILLa notizia di oggi è che il PIL non cresce.
Ovvero dopo tre Governi mai passati per le elezioni che dovevano rilanciare l’economia, siamo di nuovo al punto di partenza.

Forse perché non dobbiamo più inseguire un indice ma il benessere del nostro popolo?

Il PIL cresce anche se aumenta la vendita di armi, il traffico di stupefacenti o lo sfruttamento della prostituzione. Così facendo cresce il benessere degli italiani? Non credo proprio.

 

(altro…)

Read Full Post »

Di Maio

In tutta Italia per diventare Sindaco al primo turno devi raggiungere la maggioranza, che in tutto il mondo è la metà più uno: il 50% + 1
In Sicilia invece i consiglieri regionali del Pd si sono appena votati una legge per la quale basterà il 40% a fare eleggere un sindaco al primo turno!
Sembra una barzelletta invece è una legge. La Sicilia sarà l’unica regione al mondo dove la maggioranza è il 40%.
Siccome la maggioranza degli italiani non li vota più, hanno trasformato la maggioranza in minoranza.
(altro…)

Read Full Post »

Mentre lì fuori abbiamo 10 milioni di italiani che sono sotto la soglia di povertà dell’Eurostat e chiudono 380 imprese al giorno, in questo palazzo si spendono 81 milioni di euro per gli stipendi dei parlamentari (spesa invariata sull’anno scorso);
In Italia un pensionato su 3 guadagna 1000 euro al mese e qui si spendono 135 milioni di euro all’anno per i vitalizi degli ex parlamentari.
1,2 milioni di euro all’anno di affitto per un deposito in cui mettere mobili, faldoni e materiale inutilizzato, 2,7 milioni di euro in software, 6,9 milioni di euro in assistenza informatica, mentre nel mondo reale il 50% degli studenti italiani non ha mai visto un’aula computer. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

La notizia sul voto per l’introduzione del reddito di cittadinanza universale ed incondizionato in Svizzera è stata oggetto di commento persino da parte del governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, che secondo alcuni dei principali giornali di propaganda Pd, avrebbe bocciato la proposta del MoVimento 5 Stelle perchè costerebbe il 20% del Pil.
Ma di quale reddito di cittadinanza parlava Visco? Sicuramente non di quello proposto dal MoVimento 5 Stelle per sconfiggere la povertà in Italia che, come certificato dall’ISTAT, costa 14,9 miliardi di euro solo l’1% del Pil non il 20%. E le coperture ci sono.
(altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »