Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘LUISELLA COSTAMAGNA’

Renzi si dibatte all’indomani del “Ba(to)sta un Sì”. Pensavamo che il No netto a lui e alla sua riforma permettesse di archiviarlo, invece no: resta aggrappato alla poltrona di segretario Pd, e con lui il sistema di potere che l’ha “messo lì” (Marchionne dixit). Si prende tempo, si dilaziona il trapasso, e alla parola chiara degli italiani si risponde con le solite formule: “Responsabilità”, “bene del Paese”, “stabilità”, “tavolo”.

Nel dopo referendum assistiamo a molte mistificazioni. La prima è il 40% da cui il Pd dice di voler “ripartire”, quasi fosse una vittoria. Pure Alfano se lo intesta, quando i suoi elettori (elettori? quali elettori?) di Area Popolare hanno votato in maggioranza No. Ma, com’è noto, Alfano è pura fantascienza. Pagnoncelli comunque l’ha spiegato bene al Fatto: “Quel 40% non è del premier: dentro c’è tutto, pure chi non voterà mai Pd”. Fine. (altro…)

Read Full Post »

raggiTorni dalle vacanze e trovi ciò che non ti aspetti: si parla del dramma del dopo terremoto? Della ripresa che non c’è? Della disoccupazione giovanile e dei licenziamenti che aumentano?

Macché. Da un lato, il premier Renzi gigioneggia alle Feste dell’Unità attaccando D’Alema in odorama (“Sono fradicio. Probabilmente puzzo anche”, e s’annusa le ascelle davanti ai militanti estasiati), dall’altro, è “Caos 5S a Roma”. (altro…)

Read Full Post »

Cara minoranza Pd, ieri in direzione qualcuno di voi le ha cantate a Renzi, impara la modestia, così si va a sbattere… Ma cosa cambierà? Nulla, come sempre. Facciamo un passo indietro. Ricordate quando eravate maggioranza? Dopo le elezioni 2013, quando “siete arrivati primi ma non avete vinto”.

Poi è arrivato Renzi. Molti di voi sono saliti sul nuovo carro, altri – dopo un po’ – hanno scelto un’altra strada. Voi invece non siete saliti, no, ma avete spinto l’affollato barroccio quando beccava una buca, oliato le ruote, scalzato le pietre dal sentiero perché non si ribaltasse. Siete diventati minoranza. Nel tragitto avete incrociato i vostri elettori: alzavano lo sguardo dubbioso verso Renzi e i suoi adepti, poi vedevano voi e si riconoscevano. “È ancora il nostro Pd”, si rincuoravano e riprendevano il cammino. (altro…)

Read Full Post »

Primarie-Napoli

Cari elettori delle primarie del Pd,

alcuni di voi hanno votato i candidati indicati in cambio di soldi. Il motto del M5S “Uno vale uno” è diventato col Pd “Uno vale un euro” (peraltro poi restituito al Pd, tutto torna).

Alcuni di voi i soldi li hanno presi da rappresentanti di centrodestra, presenti ai seggi. Loro le primarie non le fanno, ma quando si tratta di votare per i candidati di Renzi, si mettono una mano sulla coscienza (e nel portafoglio) pur di far funzionare la democrazia.

Alcuni di voi sono proprio di centrodestra.

Alcuni di voi sono usciti di casa con la pioggia, hanno aspettato diligenti il proprio turno (meno male che non c’erano file eccessive), pagato 1 o 2 euro e poi hanno votato scheda bianca. Strenui sostenitori della partecipazione, masochisti o semplici fantasmi per dopare l’affluenza? (altro…)

Read Full Post »

Dissesto Etruria. Il ministro ha mentito sui conflitti d’interesse suoi e di suo padre.

(altro…)

Read Full Post »

Cari elettori Pd,urlavate contro il “nemico” Berlusconi, oggi siete silenti con l’“amico” Renzi: vi rendete conto che sta realizzando il suo programma?   Lavoro: abolizione dell’art. 18 (licenziamento senza giusta causa), art. 4 (controllo a distanza) e art. 13 (demansionamento) dello Statuto dei Lavoratori. Limitazione del diritto di sciopero nei luoghi di cultura per decreto.L’avesse fatto B. sarebbe successo il finimondo. Ma non ci riuscì.   Riforme costituzionali: dal bicameralismo perfetto, che pure ci ha salvato da molte brutte leggi (anche ad personam), al nuovo Senato dei consiglieri regionali, che avranno l’immunità ma pochi poteri e competenze, consegnandoalgovernounpotere enorme senza i necessari contrappesi. L’avesse fatto B. sarebbe successo il finimondo. (altro…)

Read Full Post »