Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Madrid’

Ologrammi

La storia
La “legge di sicurezza cittadina” fissa una multa di trentamila euro per chi marcia in carne e ossa sotto il Parlamento. Ma migliaia di manifestanti hanno trasformato volti e slogan in una nuova e tecnologica forma di dissenso.

NELLA notte fra sabato e domenica, nel centro di Madrid, proprio davanti al Parlamento, c’è stato un fantastico, inquietante corteo di protesta. Sono sfilati per un’ora gli ologrammi di 17.857 manifestanti di ogni parte del mondo, al motto di “Libertà di espressione” e “No alla legge mordacchia” (ley mordaza, che è più bello, più stringente di legge bavaglio). La protesta era indirizzata contro la legge “di sicurezza cittadina” del governo Rajoy, in vigore dal prossimo luglio, che riduce gravemente il diritto di manifestazione. Marciare in carne e ossa davanti a quel palazzo del Parlamento comporterà una multa di 30.000 euro (600.000 nella prima versione votata al Senato). Fare foto di agenti, “mancar loro di rispetto”, formare assembramenti, e una minuziosa quantità di altre azioni cittadine saranno punite senza passare attraverso la magistratura. Pesanti misure riguardano il diritto d’asilo e le modalità di rigetto a Ceuta e Melilla. (altro…)

Read Full Post »

Il contagio
Faceva parte dell’équipe che ha assistito padre Viejo La protesta dei sanitari spagnoli: “Non siamo protetti”.
MADRID – È un’infermiera di Madrid la prima contagiata da Ebola fuori dal continente africano. E adesso la psicosi del contagio arriva anche in Europa. Appena due settimane fa, la donna — 44 anni, di origine galiziana, il nome non è stato ancora rivelato — aveva fatto parte dell’équipe di sanitari chiamati ad assistere il missionario spagnolo Manuel García Viejo, rimpatriato con un volo speciale dalla Sierra Leone dove aveva contratto il virus, ma deceduto quattro giorni più tardi. A quanto ha rivelato il responsabile della sanità regionale, Antonio Alemany, in due occasioni l’infermiera era entrata nella zona di massimo isolamento dell’ospedale Carlos III, nella stanza in cui era ricoverato il religioso: la prima per prendere la temperatura al paziente, la seconda già dopo il decesso, per la raccolta del materiale da distruggere. Il virus avrebbe agito con grande celerità, anche prima dei 21 giorni indicati come il periodo normale di incubazione.

(altro…)

Read Full Post »

Negli scontri di Madrid tra i manifestanti e la Polizia davanti al Parlamento c’era qualcosa di nuovo. Le immagini non trasmettevano solo le cariche, le manganellate, i corpi di persone incoscienti trascinate di peso a cui ormai siamo abituati, ma un clima daguerra civile. I manifestanti avanzavano indifferenti ai colpi, non si curavano delle conseguenze, delle denunce e della galera. Non erano black block, ma gente normale con la faccia rassicurante del vicino di casa senza più niente da perdere. Avevano la stessa faccia dell’operaio dell’ALCOA che a Roma si diceva disposto a morire piuttosto che rinunciare al posto di lavoro che gli consente di mantenere la famiglia o la disperazione dei lavoratori dell’ILVA che sanno di barattare un misero stipendio con la salute e con la morte dei loro stessi figli. (altro…)

Read Full Post »

La gente non ne può più dei partiti che negli anni sono stati in grado di fare i loro interessi e quelli delle grandi corporation, ma non quelli dei cittadini. La rivolta spagnola presto in Italia.

Non mi stupisce molto quello che sta accadendo in Spagna, perché sono abbastanza convinto che si tratta di un fenomeno serio che avrà sviluppi di grande portata. Stiamo assistendo alla fine del patto sociale che ha retto l’Europa in tutti questi anni. Il patto sociale è stato rappresentato da un accordo tra le elite politiche dominanti e la popolazione nella sua accezione più generale di ogni singolo paese europeo, (parlo dell’Europa occidentale, non parlo dell’Europa orientale). L’accordo è questo: una parte dei redditi delle nostre società viene distribuita alle classi subalterne con un particolare rilievo e attenzione per i ceti medi che si devono costruire. E’ avvenuto durante il miracolo economico italiano, ma anche in Francia, in Germania, ecc. (altro…)

Read Full Post »