Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Malcom pagani’

Virna Lisi

SE N’È ANDATA A 78 ANNI, POCHI MESI DOPO IL MARITO FRANCO PESCI, L’ATTRICE CHE SEPPE DIRE DI NO A HOLLYWOOD.

Alla vana ricerca di una conquista complicata, Frank Sinatra indagò la via più rapida per arrivarle al cuore: “Esprimi il tuo più grande desiderio e io lo realizzerò oggi stesso”. E Virna Lisi, una ragazza semplice che tale era rimasta anche nella confusione hollywoodiana, disse soltanto: “Vorrei una mela”. Due ore dopo, nella roulotte, di mele ne arrivarono migliaia, ma Virna era già altrove perché ai frutti proibiti del momento aveva sempre preferito le radici solide. In America, dove era emigrata per recitare nella breve curva di una carriera eterna, Virna Lisi, scomparsa ieri a 78 anni, era tornata di recente, a Houston, per guarire da un’improvvisa malattia e tentare di battere un problema senza soluzione.   (altro…)

Read Full Post »

TardelliMARCO TARDELLI.

A un passo dai 60 anni, a Marco Tardelli sono rimaste più domande che risposte: “Ai politici in tribuna vorrei chiedere: ma quando avete visto parlare Hamsik con quel tipo appollaiato sulla curva, non avete pensato di scendere in campo o andar definitivamente fuori dai coglioni? Via dallo stadio, da un posto ormai irrimediabilmente trasformato in arena, in cui si chiedeva il permesso per giocare a un capo ultrà e in cui si fischiava ripetutamente l’inno nazionale?”. Con la solita chiarezza espositiva, l’uomo che emozionò Pertini a Madrid e vide da testimone oculare la notte dell’Heysel, osserva lo sport di un’esistenza intera morire a poco a poco: “E basta di dire che va tutto bene e che quello che è accaduto l’altra sera non ha nulla a che vedere con il calcio. (altro…)

Read Full Post »

Alves

IL GESTO DI DANI ALVES DIVENTA UN SIMBOLO GLOBALIZZATO: “LUI PER PRIMO HA UMILIATO CHI VOLEVA OFFENDERLO”. 

Forse adesso, mentre su Dani Alves si spandono echi kennediani e tutti gli idealisti del pianeta si immedesimano nella sua pernacchia alla Totò come un giorno, in altri palcoscenici, si professarono berlinesi, i soloni si vergogneranno. E cestinando trent’anni di pensosi dibattiti sociologici sul tema del razzismo, rifletteranno sull’Uovo di Colombo. Sulla semplicità di un prossimo trentenne di passaporto brasiliano che di fronte agli ululati e alle banane in campo, con la brevità dell’artista improvvisato e il gesto secco dell’attore consumato, sbuccia il frutto, lo inghiotte e torna al suo mestiere. A un calcio d’angolo da battere. (altro…)

Read Full Post »

Celentano-BenigniAnche se i Wojtilacci han trasmigrato nel celestiale, i Berlinguer non si lasciano più prendere in braccio e dubita persino l’aquila di Ligonchio, Roberto Benigni planerà a Sanremo. A tre anni dalla ‘rissa’ con Iva Zanicchi, nella ressa scomposta di una Rockpolitik che cerca l’ultimo acuto di una bolsa campagna elettorale, il comico sarà nuovamente al Festival con il prevedibile sollievo del partito di Bersani e la litania in controcanto di un centrodestra impegnato a gridare allo scandalo e a invocare commissioni di vigilanza.

Nella Rai tecnica che sogna di fare del comico toscano icona di divulgazione, non entrerà l’altra variabile indipendente che in queste ore, nelle oscillazioni da ex orologiaio che gli sono proprie, medita una rentrèe in grado di alterare gli equilibri della piatta calma che precede le urne. Adriano Celentano. Desideroso di irrompere, dire la propria, stendere un’impronta utile a spronare indecisi, depressi e disgustati.  (altro…)

Read Full Post »

Marco Poggi, l’infermiere di Bolzaneto che si ribellò: “Il film sul G8? È ora che qualcuno finalmente lo racconti”.

Il dottor Giacomo Toccafondi lavora ancora nella Asl Genova 3. È il medico riconosciuto da decine di testimoni oculari a Bolzaneto, quello, leggo nella sentenza della Corte d’Appello di Genova, che “anziché lenire la sofferenza delle vittime di altri reati, l’aggravò, agendo con particolare crudeltà su chi inerme e ferito, non era in grado di opporre alcuna difesa, subendo in profondità sia il danno fisico, che determina il dolore, sia quello psicologico dell’umiliazione causata dal riso dei suoi aguzzini”.
Si è mai incontrato con lui?
Solo tramite interposta persona. Mi ha denunciato per calunnia. Ma io so che ho detto il vero in aula e nessuno può togliermi il diritto della verità. (altro…)

Read Full Post »

Alessandro Costacurta, 45 anni, 662 partite con il Milan.
Se la caduta di un sistema inizia dai dubbi di chi fu colonna del palazzo, Billy
è la fotografia di un crollo. Martina Colombari, sua moglie “da sette anni, ma stiamo assieme da 17” lo ha convinto all’ascolto di Matteo Renzi. Costacurta è andato e adesso, mentre si scalda al sole di Dubai, in testa, ha un’idea meravigliosa.
Costacurta come è andata?
Benissimo. Secondo me Renzi è il nuovo Berlusconi.
Scherza?
Neanche un po’. Renzi vuole lavorare per il bene del Paese, come un tempo accadde a Berlusconi. I due si sono conosciuti. Incontrati. Piaciuti credo. (altro…)

Read Full Post »