Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘marchionne’

marchionne

L’Epa ha accusato Fca di aver truccato i controlli sulle emissioni di migliaia di veicoli. Se vero, la multa potrebbe arrivare a 4,6 miliardi di dollari. Un quarto del valore di mercato di Fca. Che potrebbe non mantenere la promessa di nuovi posti di lavoro negli Usa. Da vedere se Trump lo permetterà.

Le accuse dell’Epa (Agenzia di protezione dell’ambiente) a Fca (Fiat Chrysler automobiles) sono pesanti: software su 104mila veicoli diesel per alterare il funzionamento dei sistemi di controllo delle emissioni. Tutte le automobili moderne utilizzano l’elettronica per ottimizzare la performance dei motori. Non è quindi semplice riuscire a dire se una casa automobilistica ha “truccato” le emissioni. Nel caso Volkswagen, l’azienda è stata accusata specificamente di aver montato un software che riduce le emissioni nelle condizioni tipiche in cui vengono testate. Dunque, in questo caso non ci sono dubbi che ci sia dolo. Ma esiste un’ampia zona d’ombra nella quale è più difficile stabilire se l’elettronica serve per migliorare le prestazioni del motore o piuttosto per aggirare i test sulle emissioni. La domanda da porsi è quindi se Fca abbia tentato deliberatamente di aggirare i controlli, violando gli standard di legge, o se operi nell’ambito discutibile, ma non ovviamente fraudolento di ottimizzazione della performance dei motori. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

a-confrontoIl gruppo rischia una multa da 4,6 miliardi di dollari per non aver dichiarato alle autorità alcuni dispositivi.

DETROIT – Una bomba al Salone di Detroit. L’Epa, l’ente per la protezione ambientale degli Stati Uniti, accusa Fiat Chrysler di aver “falsato i dati sulle emissioni” di 104 mila motori diesel montati sulla Jeep Grand Cherokee e sui furgoni con il marchio Ram prodotti dal 2014 ad oggi. Nessuno dei modelli incriminati è stato venduto in Europa. L’ombra di un nuovo dieselgate fa crollare il titolo a Milano, Fca viene sospesa al ribasso quando perde il 16% mangiandosi in poche ore gran parte dei progressi fatti negli ultimi mesi. A New York il calo è del 10,23% dopo le dichiarazioni di Marchionne.

(altro…)

Read Full Post »

marchionne-mercato-avidita

Read Full Post »

Marchionne-UAWIn Italia gli vorrebbero fare il monumento (Renzi dixit) per tutte le opere buone che ha fatto.
Ma è in America che Marchionne firma gli accordi col sindacato (UAW), che riesce a strappargli anche la revoca del salario di ingresso (diverso per i neo assunti):

L’annuncio ufficiale è arrivato nel corso di una conferenza stampa dallo stesso Marchionne e dal presidente del sindacato dell’automobile, Dennis Williams. Il contratto riguarda 140 mila dipendenti (considerando tutte le tre grandi case di Detroit, 40mila sono in Fca) ed ha una durata di quattro anni. L’intesa raggiunta per entrare in vigore dovrà essere votata dai lavoratori di Fiat Chrysler. I dettagli non sono stati ancora rivelati, ma Marchionne ha spiegato come una delle decisioni prese riguarda il tema più caldo della trattativa: le paghe dei nuovi assunti.

(altro…)

Read Full Post »

Vauro

Read Full Post »

FiomSi tratta del compimento di quanto avviato a Pomigliano nel 2010: la fine del contratto nazionale”. La replica di Maurizio Landini alla nuova politica retributiva inaugurata dalla Fca di Sergio Marchionne, e sancita ieri con un verbale di intesa siglato con Fim, Uilm, Fismic e Ugl, è nettta. Il rischio è il ritorno agli anni 50, con l’aggravante di favorire il contratto aziendale e, di conseguenza, il sindacato aziendale. Ieri, i sindacati che sono d’accordo con Fca hanno commentato aspramente le posizioni del segretario Fiom, sostenendo che non è vero che gli aumenti legati ai risultati siano sostitutivi del salario di base. Perché l’accordo che propone Marchionne è per lei così negativo? Perché è la conferma che è definitivamente cancellato il contratto nazionale e i due livelli di contrattazione. Si completa il disegno cominciato nel 2010 e si sancisce che il salario è totalmente variabile e non incide, come avviene negli aumenti contrattati nazionalmente, sulla paga base, su Tfr, ferie, scatti. (altro…)

Read Full Post »

ORA che la fu Fiat è una multinazionale con sede legale in Olanda e fiscale a Londra, il Novecento italiano con le sue fabbriche, i suoi operai, i suoi padroni, le sue automobili che passavano ruggenti e luminose tra le stoppie, come nelle poesie di Roversi, è ufficialmente chiuso. Non è la nostalgia di un passato che fu vigoroso ma anche iniquo e sanguinoso, a turbarci. È il profilo indefinito del futuro, che non ha più gli spigoli duri ma nitidi della fabbrica, che non ha più la faccia riconoscibile di Padri e Nonni Fondatori col busto nell’atrio o di leader sindacali in maniche di camicia che guidano il corteo con l’autorevolezza del capo indiano. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »