Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Michela Marzano’

Cappato e dj Fabo.

Se il valore cardine della nostra Costituzione è la dignità umana, allora Marco Cappato non ha fatto altro che incarnare alla lettera lo spirito del nostro Paese. Che difende la vita e la dignità del vivere, certo — è il cuore stesso della Costituzione. Ma che, proprio per questo, non chiede a nessuno di giudicare cosa possa essere o meno degno per un’altra persona. Al contrario. Pretende che nessuno si permetta di farlo, privando così la persona in questione dei suoi diritti individuali. Cosa sarebbe d’altronde la dignità umana se non ci fosse poi anche la libertà di esercitarla, e quindi senza la possibilità, per ciascuno di noi, di autodeterminarsi e di decidere sempre e comunque, dall’inizio della propria esistenza fino alla fine, come vivere e come morire?

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Il nuovo libro dello scrittore è la storia di un sacerdote attratto dai bambini tra immagini shock, il corpo di Aylan e un’ambigua dedica a don Milani.

Il protagonista dell’ultimo romanzo di Walter Siti, “Bruciare tutto” (Rizzoli), è un prete pedofilo. E anche se l’unico rapporto sessuale completo che ha vissuto con un bambino risale a molti anni prima, quando ancora non aveva preso i voti, don Leo non può fare a meno di pensare al sesso ogni volta che vede un bimbo. Don Leo prega, digiuna, combatte una lotta di cui cerca di non far trapelare nulla all’esterno.

(altro…)

Read Full Post »

QUALCHE mese fa, sulla sua bacheca di Facebook, un padre di 43 anni aveva scritto che voleva solo vedere il suo “cucciolo”, un bimbo di 9 anni che i giudici avevano affidato esclusivamente alla madre. Poi, ieri, la tragedia: l’uomo è andato a recuperare a scuola il figlio in provincia di Napoli, lo ha portato con sé in Toscana, ha aperto in macchina una bombola del gas, è morto soffocato. L’idea dell’uomo era molto probabilmente quella di uccidere anche il bambino, il quale però, miracolosamente, è riuscito ad aprire la portiera della macchina, a chiedere aiuto e a sopravvivere.

(altro…)

Read Full Post »

Il tribunale di Firenze riconosce il diritto a due coppie. È la prima volta in Italia.

IL RICONOSCIMENTO da parte del Tribunale per i minorenni di Firenze dell’adozione di due bambini da parte di una coppia gay non è soltanto un passo avanti nel riconoscimento dei pari diritti per le coppie eterosessuali e omosessuali.
È anche, e forse soprattutto, una grande vittoria per i bambini che, indipendentemente dall’orientamento sessuale dei propri genitori, vedono così finalmente riconosciuto il proprio diritto alla continuità affettiva, ossia a quell’insieme di amore, tenerezza, bisogni e legami che, fin da piccini, stabiliscono con i genitori.

(altro…)

Read Full Post »

È DIFFICILE accettare, o anche solo capire, come sia possibile che in Italia non si riesca ancora ad avere una legge sul fine vita che eviti drammi come quello di Piergiorgio Welby, di Eluana Englaro, di Walter Piludu e, proprio in questi ultimi giorni, del dj Fabo. Perché il Parlamento continua a rimandare, posticipare e perdere tempo ogniqualvolta si parla di temi etici tenendo in ostaggio tutti coloro che aspettano solo di poter esercitare la propria autonomia e la propria autodeterminazione?

(altro…)

Read Full Post »

È da quando è nato che la mamma e il papà se lo contendono. Come se un figlio non fosse poi così diverso da una qualunque altra cosa per la quale si litiga quando finisce una relazione: è mio, non è tuo, mi appartiene, giù le mani. Sono sei anni che, prima in Sudamerica, poi anche in Italia, si susseguono i giudici, gli avvocati, i processi e i verdetti. Fino all’ultimo colpo di scena: per il Tribunale di Trieste, deve essere il bambino a decidere dove e con chi vivere. Ma può un bimbo di soli sei anni prendere una decisione così difficile?

(altro…)

Read Full Post »

È STATO lui, il suo ex fidanzato, a coprirla di benzina e a darle fuoco. Ma non è lei ad accusarlo. Anzi, lei lo difende: non è stato lui, non c’entra nulla, non prendetevela con un innocente. Lo ripete dalla stanza d’ospedale, sebbene il proprio stato di salute sia ancora critico. Lo ripete nonostante lo stupore e l’incredulità generale — che senso ha? Com’è possibile? È questo l’amore?

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »