Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘michele serra’

PORRE la fiducia sulla legge elettorale è una schifezza, e dunque si capisce che il deputato Di Battista, uscito dalla bolgia di Montecitorio, si rivolga alla bolgia antistante, quella di piazza Montecitorio, per arringare la folla. Salvo ritrovarsi di fronte non una coorte compatta di indignati; ma un cocktail di urla e insulti che pareva riflettere, pari pari, l’incapacità dell’odiato Palazzo di trovare, come direbbe Vasco, «un senso a questa vita».
Non chiara, stando alle cronache, la composizione dei tumultuanti. C’è chi dice militanti dei Forconi guidati dal generale Pappalardo (?); chi imprecisati “leghisti”; chi i No vax, che non si capisce bene che accidenti c’entrino con la legge elettorale; chi grillini delusi, ma non è chiaro da cosa.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

LA PROPOSTA del Comune di Genova e del suo assessore leghista alla Sicurezza di far pagare la tassa di soggiorno ai circa 2500 profughi attualmente in città, ha l’evidente torto di rinverdire uno sterminato e monotono repertorio di barzellette sul ligure tirchio, molto attento (solo nelle barzellette, per carità) alle palanche, meno all’amabilità con i “foresti”. Ma almeno un merito ce l’ha, anche se la natura di questo merito probabilmente sfugge all’assessore: chi impone doveri, specie un dovere quantificabile come una tassa, è poi tenuto a ragionare sui diritti (e viceversa). Le tasse sono da sempre una specie di biglietto d’ingresso nella Polis. Chi le paga, è cittadino. Chi non le paga (come tanti italiani) no.

(altro…)

Read Full Post »

SPIRA un’arietta antica, a sinistra, e familiare: come quando dai cassetti delle zie sbucano le vecchie cartoline di Rapallo, e l’odore di cipria un po’ rappresa, e quei fermagli per capelli che prima o poi torneranno di moda. Ah la scissione, ah la lite ferale, ah l’acre incomprensione, ah la goffa mediazione, ah il governo che collassa: ci vorrebbe Guido Gozzano per farci memoria di quanto, della nostra lunga storia, queste care abitudini siano oramai la tappezzeria. “L’amaro eppure dolce detestarci / con qualche tweet, qualche parola ostile / uguali a quando, per prenderci e lasciarci / bastavano l’inchiostro e il ciclostile”.

(altro…)

Read Full Post »

CHE rapporto c’è tra una identità nazionale inventata, sprovvista di lingua unitaria e storia unitaria, malvista dalla grande maggioranza della popolazione locale (la Padania); e una identità nazionale vera, fondata su una secolare unità storica e linguistica, fortemente voluta dalla grande maggioranza della popolazione (la Catalogna)? La risposta è facile: nessun rapporto. Eppure vedrete che spunteranno come i funghi, gli accostamenti e gli apparentamenti propagandistici, e sulla scia dei gravi e importanti avvenimenti iberici ci sarà chi cerca di cavarne qualcosa anche nel proprio orticello, per esempio dare più lustro ai poco significanti “referendum per l’autonomia” convocati in Lombardia e Veneto.

(altro…)

Read Full Post »

MAI allearsi con il Pd di Renzi, perché «con la sinistra non c’entra nulla». Se poi dalle urne uscisse una poltiglia informe, niente di grave: si potrebbe fare un bel «governo del presidente». È la sintesi (mia) del pensiero di Massimo D’Alema. Ci si domanda, a questo punto, che cosa avrebbe invece “di sinistra” un governo del presidente, ovvero l’ennesimo accordo di palazzo che escogiti l’ennesimo governo di cosiddetta “emergenza istituzionale”, ribadendo, nei fatti, la sostanziale inutilità del voto popolare: perché non esiste nessuno — destra, sinistra o centro — che vada a votare per un “governo del presidente”.  (altro…)

Read Full Post »

SI CAPISCE che la Germania è la Germania, e dunque il massiccio ingresso (per la prima volta) dell’estrema destra nel Bundestag, nazisti e negazionisti compresi, è una novità che lascia il segno. Ma la democrazia dovrebbe avere un poco più di fiducia in se stessa e mantenere i nervi a posto, cominciando con un esercizio piuttosto facile: fare un po’ meglio i conti.
Con tutto quello che, aggiungendosi a una prolungata crisi economica, la grande ondata migratoria ha comportato in Europa, vuoi in termini di impatto reale vuoi in termini di isteria politico-mediatica; e anche alla luce dello stillicidio di attentati islamisti, e della conseguente islamofobia e xenofobia; il 12,6 per cento dell’Afd è da considerarsi un prezzo fisiologico da pagare.

(altro…)

Read Full Post »

UN EXTRACOMUNITARIO, ospite nel nostro Paese, ha ricevuto il foglio di via perché ha la cattiva abitudine di mangiare nei ristoranti senza pagare il conto. Il fatto che sia norvegese e biondo, come quasi tutti i norvegesi, non muta di una virgola la sua qualifica di scroccone seriale. Non è un’aggravante, non è una scusante. Così come non è una scusante né un’aggravante, per uno stupratore, essere di Latina (è stato arrestato in un villaggio turistico del Salento). In termini di diritto, e anche di logica, è ugualmente irrilevante il fatto che la sua vittima fosse una ragazza italiana. Il crimine non sarebbe stato più grave né meno grave se la stuprata fosse stata senegalese o cambogiana o inglese.

(altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »