Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘mobilità’

FIAB-SEMINBICICLETTA

In occasione della Settimana Europea della Mobilità – l’appuntamento promosso ogni anno a metà settembre dalla Commissione Europea per incentivare l’utilizzo dei mezzi di trasporto alternativi all’auto privata (a piedi, in bici o mezzi pubblici) – la FIABFederazione ItalianaAmici della Bicicletta promuove, per l’undicesimo anno consecutivo, la “Settimana Europea della Mobilità… in bicicletta”.

Si tratta di un format ormai collaudato, un contenitore di eventi dedicati alle due ruote e organizzati sia dalle associazioni FIAB presenti sul territorio, sia da soggetti diversi quali enti locali, consorzi parco, istituti scolastici di ogni livello, associazioni sportive, imprese e attività commerciali.
L’adesione alla “Settimana Europea della Mobilità… in bicicletta” è gratuita e aperta a tutti: l’unica condizione richiesta da FIAB è, infatti, quella di promuovere e impegnarsi a organizzare, nella settimana dal 16 al 22 settembre, almeno un’iniziativa per o con la bicicletta rivolta ai cittadini. (altro…)

Read Full Post »

Helsinki

La Capitale della Finlandia ha annunciato che dal 2025 la mobilità cittadina sarà on demand e dunque l’auto di proprietà sarà destinata a essere sostituita da servizi pubblici.

L’amministrazione di Helsinki ha annunciato che dal 2025 la mobilità della Capitale sarà basata su un nuovo sviluppo volto a eliminate l’auto di proprietà. In pratica Helsinki mira a consentire alle persone di acquistare la mobilità in tempo reale, direttamente dal proprio smartphone. La speranza è quella di fornire autisti con una serie di opzioni a buon mercato, flessibili e ben coordinati, tali da diventare competitivi con le auto di proprietà privata non solo sui costi, ma proprio per convenienza e facilità d’uso.

Gli abbonati dunque richiedono una destinazione e attraverso un’applicazione su smarthphone viene pianificato il viaggio ,con pagamento incluso, di tutti i mezzi che sono a disposizione: dalle auto, agli autobus, alle biciclette in bike sharing, ai traghetti. L’ambizione è rendere servizi come Citymapper fuso con il noleggio di biciclette o con i taxi, come Hailo o Uber, effettuando un solo pagamento cumulativo, il tutto però sotto la forma di servizio pubblico: ecco che risulta più chiaro il tipo di rivoluzione che stanno progettando a Helsinki. (altro…)

Read Full Post »

piste_ciclabili

Tutti gli amanti della bicicletta a Torino o provincia saranno contenti di poter usufruire di un nuovo servizio messo a disposizione dei cittadini. Si chiama Bunet (Bike’s Urban Network in Torino) ed è un portale che permette di calcolare il percorso migliore da fare in bici secondo le proprie personali esigenze.

Ad esempio volete fare il percorso più pianeggiante possibile, oppure preferite che sia ilpiù rapido, o ancora il più sicuro? A dirvi qual è la strada migliore da scegliere, dopo aver inserito punto di partenza e di arrivo, sarà un calcolatore che vi suggerirà il percorso da fare con la vostra bicicletta oppure utilizzando il servizio di bike sharing. Tutto questo grazie alle tecnologie open source integrate alle mappe della città e dei punti dove si possono ritirare le bici in condivisione.

Il percorso può essere pianificato molto velocemente dal proprio dispositivo mobile o pc semplicemente collegandosi al sitowww.bunet.torino.it. (altro…)

Read Full Post »

PizzarottiL’annuncio è arrivato durante la Festa del Fatto al Fuori Orario. Il presidente dell’associazione Fioretti motiva la decisione: “Pizzarotti l’inceneritore se l’è trovato, ma sta gestendo la situazione nel modo migliore. Il primo cittadino M5s: “Non siamo stati giudicati per quello che abbiamo trovato sul territorio”.

Il Comune di Parma entrerà a far parte dell’associazione dei Comuni Virtuosi, nonostante l’inceneritore di Ugozzolo. Ad annunciarlo è stato il sindaco Federico Pizzarotti, che dal palco delFuori Orario a Taneto di Gattatico, alla festa nazionale del Fatto Quotidiano e dei Comuni Virtuosi, ha anticipato la notizia insieme al presidente dell’associazione Luca Fioretti. “Avevamo inoltrato la domanda da tempo e l’ufficialità è arrivata solo pochi giorni fa – ha commentato Pizzarotti – Siamo orgogliosi per questo risultato perché significa che siamo stati giudicati positivamente per le politiche che vogliamo impostare e non per quello che abbiamo trovato sul territorio”.  (altro…)

Read Full Post »

biciIl nuovo rapporto Onu-Oms presentato a Parigi.

Promuovere la mobilità a pedali potrebbe salvare la vita a 10mila persone.

Muoversi in bicicletta fa bene al cuore, alla salute e anche al portafogli. Non solo per i litri di benzina risparmiati, ma anche per gli impatti sull’intera comunità. Per la prima volta, gli effetti economicamente vantaggiosi della mobilità a pedali sono stati stimati dall’Unece, la Commissione economica per l’Europa dell’Onu, insieme all’Ufficio regionale europeo dell’Oms, che non a caso ha sede a Copenaghen.

Nel report si legge infatti come promuovere l’utilizzo della bicicletta nelle più grandi città europee (sono 54 quelle esaminate), portandole al livello della capitale danese – dove il 26% di tutti gli spostamenti cittadini avviene pedalando – si potrebbe salvare la vita di 10mila persone e creare oltre 76.600 posti di lavoro. (altro…)

Read Full Post »

mobility-week

Oltre 2.000 le città europee parteciperanno alla XII edizione della Settimana europea della Mobilità,campagna annuale di promozione della sostenibilità e turismo nelle città europee.

L’edizione di quest’anno della Settimana europea della mobilità si svolgerà dal 16 al 22 settembre sotto lo slogan Aria pulita, tocca a te! per incoraggiare i cittadini europei a migliorare il loro benessere e la loro salute modificando giorno per giorno la loro mobilità. Infatti, proprio il 22 settembre cade la giornata La mia città senza auto che intende proporre ai cittadini l’occasione di muoversi con mezzi di trasporto alternativi quali biciclette, treni o autobus. (altro…)

Read Full Post »

Le nostre Città

1993, 2013. Come sono cambiate le città italiane? Mobilità, rifiuti, inquinamento atmosferco, consumi energetici. Qualche progresso. Molte emergenze ancora da risolvere.

A Milano presentato il rapporto di Legambiente, che dal 1994 analizza le eco-performance dei comuni capoluogo di provincia. Preoccupante il progressivo abbandono del trasporto pubblico: si passa dai 97 viaggi per abitante all’anno effettuati in media sui bus nel 1994 agli 83 in media nel 2011.La sfida per delle città più ecosostenibili si gioca sul rilancio di un nuovo modello di mobilità, più mezzi pubblici e bici nei centri urbani sull’esempio della manifestazione # Mobilità Nuova nel capoluogo lombardo”.

Vent’anni fa nasceva Ecosistema Urbano, lo studio realizzato da Legambiente insieme ad Ambiente Italia per valutare la vivibilità ambientale delle città italiane. Abbiamo messo a confronto le informazioni raccolte in questi anni per un primo bilancio complessivo delle traformazioni avvenute nei centri urbani. La lettura dei dati ci mostra quanto ancora ci sia da fare per migliorare le performance ambientali nelle nostre città. (altro…)

Read Full Post »

Questo slideshow richiede JavaScript.

In migliaia nelle vie del centro per la manifestazione organizzata dalla rete Mobilità Nuova per chiedere sempre meno auto nelle strade. Il neo sottosegretario D’Angelis: “C’è un impegno concreto del governo Letta”.

Le bici sollevate al cielo come le armi della vittoria, sullo sfondo di piazza Duomo. La manifestazione organizzata dalla rete Mobilità Nuova ha colorato Milano. Il corteo di ciclisti, pendolari e pedoni ha raggiunto l’obiettivo che si era prefissato: invadere le vie della città con un serpentone colorato e rumoroso sotto lo slogan ‘Italia cambia strada’ e dando voce ai gruppi e alle associazioni che chiedono una nuova mobilità, meno incentrata sulle automobili. (altro…)

Read Full Post »

Tutti i numeri del decreto. Sanità, via 2 miliardi a regime.

ROMA — Inizia oggi dal Senato il tour de force parlamentare che porterà al via libera della revisione della spesa pubblica entro il 3 agosto. Ospedali, scuole, carceri. Ma anche giudici di pace, siringhe e spese per le intercettazioni. Il menù della spending review è dettagliato nella relazione tecnica del provvedimento. Si confermano i tagli sui dipendenti statali: gli esuberi calcolati sono 24.000 ma solo 8.000 i pensionabili. Il personale in eccesso andrà in mobilità con il 60% dello stipendio. Cura da cavallo per l’amministrazione pubblica. Via 24mila dipendenti. Tanti sono gli esuberi previsti nella relazione tecnica che accompagna il decreto sulla spending review. Ottomila sono i pensionamenti già realizzabili con i requisiti pre-riforma Fornero. Gli esuberi, per lo più, è questa l’intenzione, andranno ricollocati riequilibrando eccedenze e carenze di personale nei singoli uffici pubblici. In alternativa: prepensionamenti (con deroga alla riforma) o mobilità con l’80% dello stipendio base che corrisponde al 60% di quello effettivo. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Accordo trovato: mobilità, pensione e incentivi per 640 dipendenti.

Fiat pagherà a ciascun lavoratore un massimo di 24.850 euro per quattro anni, con un esborso complessivo di 21,5 milioni di euro. Firma anche la Fiom, che però resta critica: “L’azienda ha voluto farci un dispetto”. La trattativa chiusa al ministero dello Sviluppo economico. Il primo dicembre nuovo incontro per il rilancio dello stabilimento promesso dalla molisana Dr Motor.

Raggiunto l’accordo tra governo, sindacati (Fiom compresa) e Fiat sulla chiusura dello stabilimento di Termini Imerese. I 640 i dipendenti andranno in mobilità verso la pensione. Fonti sindacali spiegano che l’accordo chiuso al ministero dello Sviluppo economico guidato da Corrado Passera, dopo quasi due anni di trattativa, prevede un incentivo complessivo alla mobilità medio di 22.850 euro (per chi starà in mobilità per il periodo massimo previsto, quattro anni) più l’indennità per il mancato preavviso e il premio fedeltà. Alla cifra si arriva calcolando un incentivo medio di circa 460 euro per 48 mensilità. Per Fiat, il costo totale dell’operazione sarà di circa 21,5 milioni di euro. In pratica i 640 lavoratori che non saranno reimpiegati avranno sei anni (due di cassa integrazione e quattro di mobilità) per raggiungere i requisiti pensionistici. (altro…)

Read Full Post »

Due milioni a rischio mobilità. Via al valzer degli statali.

La manovra-bis prevede il trasferimento per esigenze tecniche e organizzative.

 ROMA – Ve lo diciamo in burocratese, abbiate pazienza: «I dipendenti delle amministrazioni pubbliche, esclusi i magistrati, su richiesta del datore di lavoro, sono tenuti ad effettuare la prestazione in luogo di lavoro e sede diversi, sulla base di motivate esigenze, tecniche e organizzative» (articolo 1 della manovra all’attenzione del Senato, comma 29).Se avete capito qualcosa, avete capito bene: d’ora in avanti i dipendenti pubblici potranno essere trasferiti dove servono (sia pur in ambito regionale) sennò, tanti saluti. La norma non si applica solo ad alcune categorie che hanno già una regolamentazione della mobilità in atto (scuola, forze dell’ordine, università). Sintesi: su 3 milioni e mezzo di dipendenti pubblici, 2 milioni e 100 mila debbono stare sul chi vive. (altro…)

Read Full Post »