Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘nanni moretti’

locandinaSe è vero –e lo è –che i grandi film sono quelli in cui si ride e si piange molto, Mia madre di Nanni Moretti è un grande film. Perché fa ridere con le lacrime agli occhi e fa piangere col sorriso sulle labbra. Ci voleva del coraggio a cimentarsi in una storia così vera e così drammatica come quella della regista che perde a poco a poco la mamma mentre gira una pellicola sulle proteste operaie in una fabbrica, visto soprattutto quel che si vede di solito nei cinema made in Italy. Ma soprattutto ci voleva del talento, vero e maturo, per riuscirci come ci è riuscito Moretti in quello che forse è il suo film, se non più bello, senz’altro più completo e compiuto. Anni fa, in una lunga e famosa polemica, Dino Risi gli aveva suggerito beffardo: “Quando vedo un lavoro di Nanni, mi viene sempre voglia di dirgli: spòstati e fammi vedere il film”. Stavolta Nanni si è scansato, eccome se si è scansato. (altro…)

Read Full Post »

«Sono stato attento». Nanni Moretti rompe il lungo silenzio di questi anni e torna a parlare dell’Italia del Caimano, di quel che il suo film aveva visto, di quel che forse gli italiani non vedono più, avvolti e sopraffatti da un conflitto di interessi che ci ha cambiato. Il celebre film di Moretti è nei cassetti della Rai. Pur avendolo acquistato cinque anni fa per 1 milione e mezzo di euro, non ha avuto il coraggio di mandarlo in onda. Oggi quella scena finale, con la molotov che parte dalla folla contro i magistrati che hanno osato processare il Politico, potrebbe uscire dalla fiction e diventare cronaca? E sono “golpisti moralisti” quelli che si ostinano a chiedere il rispetto delle regole, della divisione dei poteri? E perché la sinistra per avere credibilità deve spendere il nome di uno scrittore come Saviano? L’intervista con Nanni inizia promettente: «Dunque». Esce solo a tarda sera dal lavoro finale del suo film. In tutti questi anni Nanni Moretti non ha mai accettato di rilasciare interviste. Nonostante le richieste di giornali e televisioni, italiane e straniere. Tutti volevano chiedergli del Caimano, di quella scena finale, quando i sostenitori di un Politico, finalmente processato, e condannato, lanciavano una molotov contro il Tribunale. E oggi che quello scenario sembra avvicinarsi, Nanni rompe il lungo silenzio. Trascinato proprio dal rifiuto della Rai di trasmettere Il Caimano. (altro…)

Read Full Post »

Nanni Moretti: la scena censurata a Parla con me. Che addirittura nel 2011 la censura si avventi sulle idee politiche pare inusuale. “Ho fatto più riforme io in cinque anni che in cinquant’anni la sinistra (…) Quant’è triste la sinistra, è triste e rende la gente triste”.

Ecco alcune frasi della clip tagliata ieri sera a Parla con me di Serena Dandini, su Rai Tre: la scena è quella finale de Il caimano (1996) di Nanni Moretti. La conduttrice voleva mostrare il finale del film, ma il vicedirettore di viale Mazzini, Antonio Marano, ha chiesto, in una lettera, la diminuzione del video da 7 a 3 minuti. Il regista Nanni Moretti in accordo con lo staff del programma di Raitre, ha rifiutato che lo spezzone della pellicola fosse trasmesso, se non completo. La scena è quella in cui il Presidente del Consiglio condannato accusa i giudici. “Con la mia condanna, la nostra democrazia si è trasformata in un regime”, dice il Premier. Dopodichè gli elettori gettano delle molotov contro i giudici che stanno uscendo la Tribunale. (altro…)

Read Full Post »