Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘nomine rai’

QUANDO-RENZI-PARTITI-RAI

Niente, bisogna proprio che smetta di leggere questa raccolta di corsivi di Fortebraccio (annate 1971-’72), perché calzano tutti a pennello ai personaggi (si fa per dire) dell’attualità. Uno dei suoi prediletti era il direttore del Resto del Carlino, Girolamo Modesti, che lui chiamava “il maggiordomo del cavaliere Attilio Monti” per il suo innato servilismo verso il petroliere ed editore del quotidiano bolognese, oppure “Modesti Girolamo-ai-suoi-comandi”, o “Girolamo-c’è-da-portare-giù-il-cane”, o ancora “Girolamo-per-favore-il-portacenere”. Ora ditemi voi se non si potrebbe dire altrettanto dei due “nuovi” direttori dei tg Rai appena designati da quel campione di rocciosa indipendenza che è il dg nonché ad Antonio Campo Dall’Orto. (altro…)

Read Full Post »

GabanelliAi piani alti c’è il potere. In quelli bassi i telespettatori e i lettori. Milena Gabanelli – giornalista investigativa tra le più apprezzate – esamina le ragioni di una questione cruciale della democrazia: perchè l’informazione fa così spesso rima con la manipolazione. Perché spesso si avventura a trasformare la realtà fino ad erigerne una di comodo, adeguata ai bisogni del momento.   Il piano Gubitosi è stato approvato. Un’unica newsroom, telegiornali tematici. Meno dirigenti in Rai, meno burocrazia. Ora ti tocca esultare.   È auspicabile che in futuro ci sia un’unica newsroom, per il momento è un passaggio intermedio che a mio parere è giusto perseguire. Prima di esultare aspettiamo di vedere quali saranno i direttori. Il nodo cruciale è soprattutto lì.   (altro…)

Read Full Post »

Dunque, per la gran parte dei giornali, con la nomina di madama Tarantola alla presidenza della “nuova ” Rai e l’indicazione di Gubitosi alla direzione generale, Monti avrebbe scelto “due alieni”, compiuto “un salto di qualità”, percorso “una strada diversa” e “inedita”, “non contaminata dalla lottizzazione”, con “un pacchetto a prova di interferenze politiche”, lanciando “una sfida ai partiti alleati” per “piegarne la resistenza” e “metterli davanti alle loro responsabilità” (Corriere della Sera), “voltando pagina” con la “rivoluzione dei tecnici” (Repubblica), addirittura “cercando l’incidente” coi partiti ignari, scavalcati e dunque furibondi (il Giornale). Seguono ritratti-soffietto dei due prescelti:la Tarantolasarebbe “la Thatcherdi Bankitalia” (il Giornale), “una lady di ferro” (Repubblica), tutta “disciplina e rigore” (La Stampa), “la signora della vigilanza bancaria” (Corriere); e Gubitosi “il super manager che ama gli scacchi”, “di fede romanista” (Corriere), “schivo” e di “stile sobrio”, visto che “preferisce il volontariato ai salotti” (La Stampa). (altro…)

Read Full Post »