Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘opposizione’

Un lungo elenco

Gli insulti e le volgarità targati 5Stelle sono noti e arcinoti, anche perché giornali e tv non perdono l’occasione per amplificarli e, talvolta, ingigantirli. O, quando non ci sono, inventarli. Molto meno noti sono gli insulti, le volgarità, le falsità e le calunnie subiti dai 5Stelle, che passano quasi sempre sotto silenzio. Eccone una succinta antologia, a campione.

Fascisti. “Grillo mi ricorda Mussolini” (Giampaolo Pansa, l’Espresso, 16-9-2007). “Berlusconi e Grillo uniti sotto spoglie diverse in un unico disegno… In un impeto suicida la festa dell’Unità ha aperto le porte all’appello squadristico di Grillo” (Mario Pirani, Repubblica , 20-9-07). “Anche i fasci di combattimento fascisti, nel 1919, si proponevano di mandare a casa tutta la vecchia classe politica democratica e poi fondare nuovi partiti: ne fondarono uno solo e proibirono gli altri” (Eugenio Scalfari, Tv7, 22-9-07). (altro…)

Annunci

Read Full Post »

L’ex premier: quella di Angelino è solo una carineria tardiva.

È LA vigilia della settimana campale. Li chiama tutti a raccolta nelle prime linee del fronte, la permanenza in maggioranza ha le ore contate, come la sua in Parlamento d’altronde. «Ci riuniremo lunedì e decideremo» comunica a chi va a trovarlo, da Carfagna a Prestigiacomo, da Bergamini alla Mussolini, dalla Polverini a Rotondi. Il dado dunque è tratto.
Da ieri sera i senatori forzisti hanno indossato l’elmetto: astensioni a raffica sulla manovra, in commissione Bilancio. (altro…)

Read Full Post »

M5s

RIMANDATI A SETTEMBRE.

NON È UN PICCOLO SUCCESSO il rinvio a settembre dell’approvazione alla Camera del ddl costituzionale che modifica l’articolo 138 della Carta per consentirne lo stravolgimento in tempi record. Questo slittamento, poco più di un mese, in realtà rischia di mettere in crisi tutta la macchina immaginata dalle larghe intese. L’obiettivo di Letta e soci, infatti, è portare a casa il nuovo articolo 138 entro novembre o dicembre: rapida approvazione a Montecitorio (al Senato è già passato) e seconda lettura – quando il testo è immodificabile – a suon di carica dopo i tre mesi di pausa obbligatori. Il problema, per l’esecutivo, è che alla Camera non è possibile contingentare i tempi sui disegni di legge in materia costituzionale (a palazzo Madama invece sì) e il Movimento 5 Stelle ha dimostrato in questi giorni di avere i numeri e la forza di resistere alla pressione della maggioranza. (altro…)

Read Full Post »

BOSSI VA ALL’OPPOSIZIONE. LA VAL SERIANA NON CI CREDE.

Troppo tardi. “Non si può scendere dal treno quando è deragliato”. Con il buio in Val Seriana c’è un freddo che fa male. Dai monti scende un vento scuro e la vita si rifugia nelle case con le finestre illuminate di chiaro e di violetto: la televisione. Si guarda il telegiornale dopo cena – perché qui ci si alza all’alba per lavorare – e si commenta in dialetto. Soprattutto quando sul video passano loro, Umberto Bossi, Roberto Maroni. Siamo nel cuore del Nord leghista, nella valle bergamasca dove il Carroccio sfiorò l’80 per cento: addio alla vecchia Dc, la svolta che prometteva di cambiare l’Italia partiva da queste valli dimenticate da Dio. Qui nel 1990 il Senatùr e i suoi conquistarono il loro primo sindaco, Franco Bortolotti di Cene. (altro…)

Read Full Post »

A Vasto l’aveva detto chiaramente: “La prima volta che andrò in piazza sarà il 5 novembre”. E ieri,Pier Luigi Bersani ha mantenuto la parola mancando il primo appuntamento col (presunto) Nuovo Ulivo.

In piazza Navona, a Roma, il trio dell’opposizione è rimasto un duo,
con Antonio Di Pietro e Nichi Vendola, orfani di un fratello che preferisce considerarsi un fratellastro. L’unità resta così un sogno dei militanti. Quando il conduttore della manifestazione organizzata da “Sinistra, ecologia e libertà” avvista una bandiera del Pd, grida: “Ci sono anche loro!”. Gli applausi scattano fragorosi, a dimostrazione di ciò che chiedono decine di migliaia di persone arrivate da tutta Italia a rappresentarne molte di più. In piazza c’è qualche dirigente del Partito democratico, costretto a confessare che “sì, Bersani avrebbe fatto bene a venire e dimostrarsi il leader dell’opposizione anche in questa occasione”. Perché Vendola è ormai un fenomeno in continua ascesa. Sotto il palco si radunano molti supporter d’eccezione: da Valeria Golino con Riccardo Scamarcio a Fabrizio Gifuni, da Fiorella Mannoia a Dario Vergassola. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »