Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pd’

Le dichiarazioni del 2016 – Alla Consob l’Ingegnere racconta i retroscena della speculazione sulle Popolari e i suoi rapporti politici.

“Normalmente con Renzi facciamo breakfast insieme a Palazzo Chigi” e con Maria Elena Boschi “sono molto amico, ma non la incontro mai a Palazzo Chigi. Lei viene sovente a cena a casa nostra (..) del governo vedo sovente la Boschi, Padoan. Anche lui viene a cena a casa mia e basta”. Così parlava l’11 febbraio 2016 Carlo De Benedetti, allora ancora presidente del Gruppo Espresso che pubblica La StampaRepubblica e L’EspressoLorenzo Bagnoli dell’Irpi (Investigative reporting project Italy) e Angelo Mincuzzi del Sole 24 Ore hanno pubblicato ieri sul sito del Sole il verbale di De Benedetti davanti alla Consob dove ha potuto difendersi nell’indagine della Commissione sui movimenti sospetti intorno alle banche popolari. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

La procura di Roma ha deciso, discrezionalmente, che la chiacchierata tra De Benedetti e il suo broke(e soprattutto il fatto che fosse informato di un futuro decreto del governo Renzi) non avesse dietro nessuna notizia di reato.
La stessa procura che ora ha deciso, sempre discrezionalmente, che invece la fuga di notizie dalla commissione banche verso i giornali, quella sì costituisca reato.
Come per il caso Consip, si ha l’impressione di ripetere la storia del dito e della luna.
Dove la luna è la spartizione del maxi appalto Consip ad amici, la fuga di notizie verso gli indagati e l’annunciazione del decreto sulle banche popolari.
Così Consip diventa la storia di un golpe contro il governo e dei poveri imprenditori dediti al culto della Madonna di Medjudorie.
Il ministro Boschi vittima del sessismo. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Read Full Post »

Chi risiede in Italia potrà candidarsi all’Estero. La deputata italobrasiliana Bueno: “Denis voleva il mio collegio”. Ettore Rosato: “Non serve per lui”.

Le cose sono andate così. La Camera ha approvato l’emendamento ribattezzato dal Fatto “salva-Verdini” che stravolge la ratio della legge sul voto dei nostri concittadini all’estero consentendo di candidarsi fuori dai confini anche a chi è residente in Italia: in sostanza l’ennesimo pateracchio a rischio incostituzionalità per la legge elettorale in discussione in Parlamento. (altro…)

Read Full Post »

Lo ius culturae non poteva essere approvato – disse il ministro Alfano alla festa de l’Unità – perché, nonostante sia nei valori e nel programma, sarebbe un favore alla Lega di Salvini.
La legge sui vitalizi, che li aboliva, è rimasta ferma alla Camera. Bloccata dalla stessa maggioranza che l’aveva approvata alla Camera.
Non c’è il reato di tortura, non si è discusso della legge sulle droghe leggere, una legge sulla regolamentazione delle lobby e sul conflitto di interesse.

(altro…)

Read Full Post »

L’esecutivo ottiene 2 voti di fiducia, ma i suoi consensi sono meno della metà della Camera. Ora tocca ai franchi tiratori.

La parola chiave è estenuazione”. Mentre l’aula di Montecitorio vota la prima fiducia sulla legge elettorale, così Pino Pisicchio, presidente del Gruppo Misto, descrive l’atmosfera che si respira in Parlamento, mentre si vota il Rosatellum bis. Oggi (o al massimo domani mattina) ci sarà il voto finale a scrutinio segreto. I pallottolieri dei partiti sono all’opera, perché con una legislatura iniziata con i 101 che affossarono la candidatura di Romano Prodi al Quirinale, la paura dei franchi tiratori è concreta. (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »