Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pensioni’

Oggi vertice decisivo Gentiloni-sindacati ma sul blocco dell’aumento dell’età i margini di trattativa sono stretti.

Accordo in salita tra governo e sindacati sulle pensioni: oggi incontro decisivo, ci saranno anche il premier Paolo Gentiloni, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e quello del Lavoro Giuliano Poletti. «Le aperture del governo sono del tutto insufficienti — rileva il segretario confederale della Cgil Roberto Ghiselli — i lavoratori che avrebbero accesso alla pensione di vecchiaia sarebbero poche migliaia, non i 15-20 mila calcolati dal governo.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Fonti “vicine al dossier” hanno riferito alle agenzie di stampa la cifra necessaria per far slittare l’adeguamento automatico all’aspettativa di vita previsto dalla riforma Fornero. Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti per ora se la cava con un “no comment”.

Rinviare l’aumento dell’età pensionabile a 67 anni costa “circa 1,2 miliardi”. Lo hanno fatto sapere all’Ansa fonti vicine al dossier, mentre sale la tensione tra governo e sindacati e a due giorni dall’appello all’esecutivo dei presidenti delle commissioni Lavoro, secondo cui lo scatto previsto per il 2019 è “inaccettabile e irragionevole“. Ma far slittare l’adeguamento automatico all’aspettativa di vita previsto dalla riforma Fornero, lasciando l’asticella agli attuali 66 anni e 7 mesi, costa. La decisione deve essere presa entro quest’anno. (altro…)

Read Full Post »

boeri

Intervenendo a un dibattito del Sole 24 Ore, il presidente dell’Inps ha ribadito che la legge di Bilancio accresce la spesa per gli assegni previdenziali “aumentando la generosità per categorie che hanno già fruito di trattamenti più vantaggiosi di chi ne fruirà in futuro”.

E tre. Per la terza volta, a tre mesi dalle prime critiche, il presidente dell’Inps Tito Boeri attacca le novità contenute nella legge di Bilancio. “Questa è una manovra che fa aumentare il debito implicito e ogni manovra che lo fa scarica oneri sulle generazioni future. (altro…)

Read Full Post »

boeriL’economista alla guida dell’istituto previdenziale: “Trattamenti privilegiati concessi per tanti anni. Se si chiede un contributo a chi ha importi molto elevati, potremmo fare qualche operazione di redistribuzione”. Nannicini: “Anticipo pensionistico gratis per i disoccupati. Costerà 50 euro al mese a chi ha assegno da mille euro”.

L’Inps non fallirà, il problema dell’Italia non è la sostenibilità del sistema previdenziale. Piuttosto l’equità, con pensioni e vitalizi – come quelli dei politici – ingiustificati. A dirlo è il presidente dell’Inps Tito Boeri, intervistato da Presadiretta, il programma di Rai3, nella puntata che andrà in onda domani, 12 settembre. “Il problema vero che noi abbiamo oggi in Italia – dice Boeri – è quello dell’equità e non quello della sostenibilità finanziaria del nostro sistema pensionistico”. (altro…)

Read Full Post »

Sale il deficit al 2,3-2,4%, investimenti per un miliardo. Risorse da tassi, spending review e rientro capitali. Sanità nel mirino.

ROMA – Meno tasse, più investimenti, pensioni minime, contratti pubblici. Renzi spinge sull’acceleratore della nuova legge di Bilancio. A circa un mese dal varo da parte del governo della manovra 2017,che dovrebbe essere pronta entro il 12 ottobre, la struttura del provvedimento è già sul tavolo dei tecnici: l’intervento a favore dell’economia sarà di circa 25 miliardi. Le coperture, per circa 10 miliardi, arriveranno da spending review, rientro capitali, lotta all’evasione e risparmi sugli interessi, mentre circa un punto di Pil, pari a 16 miliardi, verrà imputato al deficit che sarà fissato – come annunciato dal premier Renzi l’altra sera a Porta a porta – al 2,3-2,4 per cento contro l’1,4 tendenziale stimato nell’ultimo Def (Documento di economia e finanza) dell’aprile scorso.

(altro…)

Read Full Post »

Pensionati

Certi solo i fondi per l’Ape, lo scivolo ai lavoratori precoci può costare fino a 1,8 miliardi La quattordicesima agli over 64 vale 800 milioni. Il governo: “Stime preliminari”.

ROMA – A mettere in fila i costi dei «desiderata», di tutto quello di cui si parla e che sarebbe ottima cosa mettere in pratica per far fare un salto di qualità alla previdenza italiana, ci vorrebbero più di 3 miliardi di euro. Una cifra che sembra difficile da raggiungere, visto che si sta ragionando esattamente sulla metà. Bisognerà quindi tener conto delle risorse effettive, delle prospettive di crescita interna e delle regole di bilancio imposte dall’Europa. E poi scegliere, premiare alcune categorie e non considerarne altre.

(altro…)

Read Full Post »

pensionebanche

40 anni di contributi, lavori usuranti, 65 anni, gli acciacchi dell’età e la voglia di godersi finalmente una serena vecchiaia con famiglia e nipotini. Questa la storia di tantissimi lavoratori italiani, quando scocca l’ora della meritata pensione. Ma ahinoi, il Governo sembra sempre più concentrato a trasformare l’agognato assegno (frutto, lo ricordiamo, di decenni di versamenti contributivi) in una caccia al tesoro dal premio irraggiungibile. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »