Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘poesia’

Un piccolo angelo vola,
come una coloratissima farfalla
ha l’aura policroma.
L’avvolgono tutti i colori pastello,
tutti i colori della natura,
tutti i colori della gioia,
tutti i colori dell’anima..

Piccolo Angelo di Daniela Sulas

Read Full Post »

angelo 2

Come un mantello
la vita t’avvolge
nel suo caldo abbraccio.
Poderose membra
a proteggerla dall’addiaccio
sfiorata da una carezza estiva.
Respira oltre il tramonto
dove il tempo sembra fermarsi
tra le ciglia del cielo.
Sfiora lacrime di desiderio
nell’ignota bramosia di sogni
dove l’emozione è un suono.
Attende di ricamare il filo
che levigando incertezze
conduca nuovamente
tra le ali d’un angelo.

A Lory.

Read Full Post »

donna-che-osserva-il-mare

In verità chi non c’è è
stato solo nascosto ai nostri occhi
ma la sua presenza respira l’aria.
Come noi respiriamo l’attimo del ricordo.
Insieme siamo l’impossibile presente che
torna indietro mentre gli andiamo incontro…
“Il ricordo è un modo d’ incontrarsi”,
mi porta lontano.
Kahlil Gibran

A Lory…

Read Full Post »

fantasy-153

Bisogna vedere quel che non si è visto

Vedere di nuovo quel che si è già visto

Vedere in primavera quel che si è visto in estate

Vedere di giorno quel che si è visto di notte

Con il sole dove la prima volta pioveva

Vedere le messi verdi,  il frutto maturo

La pietra che ha cambiato posto

L’ombra che non c’era,

Bisogna ritornare sui passi già dati,

per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini.

Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre.

José Saramago. (altro…)

Read Full Post »

Musica e farfalle 4

Io non sono lì.
Io non dormo.
Asciuga le tue lacrime.
Io sono mille venti che soffiano.
Io sono il luccichio di diamante sulla neve.
Io sono la luce del sole sul grano maturo.
Io sono la pioggia dell’autunno.
Quando vi svegliate nel silenzio del mattino,
io sono il rapido volo verso l’alto degli uccelli che volteggiano.
Io sono le stelle che brillano di notte.
Io non sono lì.
Io non dormo.

A Lory

Read Full Post »

QUANDO Mario Martone ha cominciato a parlarci del progetto di un film sulla vita di Giacomo Leopardi, a tutti è venuta in mente la stessa domanda. L’unico però ad avere il coraggio (e l’autorità) di formularla apertamente è stato il grande e a volte ruvido Bernardo Bertolucci: «Mario, ma come puoi pensare di filmare la Poesia?». Filmare per giunta la poesia infinita, quella che prescinde da qualsiasi limite di epoca, luogo, biografia, e dunque tanto più dall’Italietta reazionaria e provinciale della Restaurazione, dal piccolo fascino del borgo recanatese, dall’infelice vita e povera di eventi di Giacomo Leopardi. Tutte le cose concrete, visibili, che una macchina da presa, sia pure guidata con talento e sostenuta da una bella sceneggiatura, può trasformare in immagini per colpire un pubblico chiuso in una sala. (altro…)

Read Full Post »

Se la cronaca vi disgusta e tutto – dai pasticci di Siria ai capricci di Silvio – vi provoca una sensazione sconfortante di già visto, nel fine settimana potreste sempre chiedere asilo emotivo alla repubblica di Poesia. È una terra non troppo frequentata e questo presenta i suoi vantaggi: si trova facilmente parcheggio e gli abitanti sono riservati e accoglienti. L’occasione è particolarmente propizia perché oggi e domani la repubblica festeggia l’arrivo di un suo figlio prediletto, Séamus Heaney, che proprio ieri ha lasciato le terre d’Irlanda per tornare a casa. È stato il poeta di un popolo e di un premio Nobel, ma i cerchi immensi della sua anima hanno abbracciato orizzonti imprevedibili, trovando una connessione con la poesia lirica del nostro tempo, la musica pop.    (altro…)

Read Full Post »

DONNA.

colombe viso

Dietro ogni uomo forte c’è una donna forte. Ma chi c’è dietro una donna forte? Nessuno lo sa.. perché la donna forte non ti permette di guardare dentro di lei.. Lei prende vita tutte le mattine quando prende la sua maschera e quando nasconde i suoi sogni dentro la sua anima; come una Geisha, disegna il suo sorriso e caccia la tristezza dal suo sguardo. Non si specchia più di cinque minuti per paura che di scoprire le sue debolezze sepolte nel profondo della sua anima. Spesso non piange, le sue lacrime nascono dentro l’anima e muoiono sempre là, non sul suo viso. Cammina sicura di sé lasciando dietro di sé la scia del suo profumo e le tracce dei suoi passi.. E se per caso, crolla.. si rialzerà da sola. L’anima di una donna prende fuoco in silenzio.. Amala e non chiederle niente perché i suoi occhi ti diranno se ti ama.. La donna forte indossa una maschera ogni giorno e un solo uomo può vederla senza. Quell’ uomo incornicerà il suo viso e amerà il suo sguardo, a volte, confuso, e chiuderà gli occhi per poter mantenere la sua immagine per sempre. La donna forte amerà in silenzio e soffrirà sempre in silenzio, nascondendo la sua tristezza sotto una maschera con un bel sorriso. La donna forte ha il coraggio di aprire una porta vietata. Non negozierà mai con la vita e non regalerà l’anima ferita in cambio del potere, ma continuerà a disegnare sorrisi sul suo viso fini a quando troverà la medicina perfetta. Le donne forti… amale senza maschere, adorale i difetti….. e loro condivideranno con te la loro forza. Non ti allontaneranno mai dalla loro anima.!!!

“A Lory”

Ilcamminocla.blogspot.it

Read Full Post »

Come musica, melodia avvolta di note che circonda il nostro essere,

riecheggi soave nell’aria come l’eco di violini lontani,

ti diffondi, ci avvolgi, sorridi divertita quando ci sei accanto,

tra gli adulti che non capiscono

e non sanno che oggi sei musica e danzi la vita

e che ti avvertono come un solletico

e i bambini come un aquilone, che, semplici,

pensano che la terra sia attaccata ad un filo.

Come musica, in delicate armonie,

ti libri in alto verso l’orizzonte, al di sopra del tangibile

e in ogni dove,tra la luce e il calore del sole,

vivendo nel soffio e nell’abbraccio del vento,

a inebriar l’anima tra le onde spumeggianti del mare e la freschezza dell’aria.

Come musica, dai voce a ogni nostro dolore, ogni nostra gioia,

ci unisci con fili invisibili, colmi il nostro senso errante e ispiri pensieri di luce.

Come Musica, che batte in quattro quarti come il cuore,

eri capace di tradurlo in note e accordi per noi, che,

come allora, siamo sempre qui ad ascoltarti.

A LORY.

Read Full Post »

Il primo giorno di primavera è anche, significativamente, la Giornata mondiale della poesia dell’Unesco, un’occasione che oggi si festeggia in tutto il mondo con una fioritura di reading e celebrazioni, anche on line. Ad esempio, il quotidiano inglese «Guardian» mette a disposizione sul suo sito, nelle pagine di «education», link e pagine didattiche dedicate alla poesia. Anche in Italia, dove tra l’altro il volume delle opere complete di Wislawa Szymborska edito da Adelphi ha scalato le classifiche dopo la morte dell’autrice e l’omaggio televisivo di Roberto Saviano, si moltiplicano gli eventi. Il «Corriere della Sera» è impegnato nell’iniziativa «Un secolo di poesia», la collana dedicata ai poeti del Novecento (in tutto 30 autori), con nuove antologizzazioni e traduzioni, oltre che con introduzioni inedite di critici e studiosi: da ieri è in edicola uno dei capisaldi della poesia americana, la celebreAntologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, con testo a fronte, nell’edizione curata da Angela Urbano e con un’inedita introduzione di Antonio Debenedetti (a 7,90 euro più il prezzo del quotidiano). Mentre un reading d’eccezione è quello in corso oggi su Radio3 Rai: dalle ore 6 di stamattina fino a notte, infatti, in ogni trasmissione della rete, intellettuali e scrittori stranieri leggeranno poesie in lingua originale di noti autori da ogni parte del mondo. (altro…)

Read Full Post »

A volte anche un piccolo ruscello

ha già in sé la grandezza del Mare.

Gabriele.

Read Full Post »

 

Sibilo leggero di voci a colori,

tra battiti di cieli e silenzi di cuori,

ciò che non si esprime a parole

vi giunga con questo augurio,

tra dita sottili di venti gentili,

sacerdoti di fantasia,

custodi di fantasia.

Buona Pasqua a tutti.

 

 

Read Full Post »

I tuoi occhi sono una spina nel cuore
lacerano, ma li adoro.

Li proteggo dal vento
e li conficco nella notte e nel dolore
cosi la sua ferita illumina le stelle,
trasforma il presente in futuro
più caro della mia anima.

Dimentico qualche tempo dopo
quando i nostri occhi si incontrano
che una volta eravamo
insieme, dietro il cancello. (altro…)

Read Full Post »

Le lacrime del cielo bagnarono la tua partenza,

ma i bagliori nostalgici delle tue parole

e del tuo sorriso illuminano il presente.

Candidi doni, per noi, come le conchiglie

che l’onda lascia sul lido,

tra quelle spiagge e quei scogli

dove tu, a braccia aperte come ali spiegate,

ti cullavi nel vento ascoltando la storia delle onde.

Dentro, il tuo ricordo assomiglia al frangersi di quel mare.

A L0ry.

Read Full Post »

 

ONORE – Ai caduti (in disgrazia),

a chi resta in piedi grazie ai caduti,

al vento che ti fa diventare, 

al sole e alle sue effusioni non nucleari,

al nocciolo delle questioni, 

all’acqua che torna pianto,

a chi cambia quello che c’è nel petto

e non a chi ci mette sopra medaglie,

all’arte (non di arrangiarsi),

ai poeti che onorano il pare e l’amare.

 

Alessandro Bergonzoni

pasquinoweb.wordpress.com

Read Full Post »

Ho amato fino alla follia,

ma ciò che gli altri chiamano follia

per me è l’unico modo di amare.

Françoise Sagan

Read Full Post »

Tieni stretto ciò che è buono,
anche se è un pugno di terra.
Tieni stretto ciò in cui credi,
anche se è un albero solitario.
Tieni stretto ciò che devi fare,
anche se è molto lontano da qui.
Tieni stretta la vita,
anche se è più facile lasciarsi andare.
Tieni stretta la mia mano,
anche quando mi sono allontanato da te.

Poesia Indiana

Read Full Post »

Dodici anni: i suoi ammiratori lo sanno bene e lo ricordano quell’11 gennaio del 1999 in cui tutta Genova salutò il suo poeta.

«Il più grande poeta in assoluto degli ultimi cinquant’anni in Italia», secondo Fernanda Pivano e ancora oggi la sua definizione è quella che continua a essere più usata da tutti per ricordare l’opera del ‘maestro’.

Un estratto di una puntata de ‘La Storia siamo Noi’, dedicata al cantautore, riassume bene il suo pensiero e le sue opinioni:

Noi vogliamo ricordarlo, grazie al Web, attraverso le sue canzoni cantate dai più grandi artisti italiani e chiudere questo viaggio in video nella storia musicale del poeta genovese con una delle ultime performance del figlio Cristiano che è in tour con il secondo CD live del tour “De André canta De André”.

Franco Battiato: “La canzone dell’amore perduto”

(altro…)

Read Full Post »

Fai come il lanciatore di coltelli, che tira intorno al corpo.

Scrivi di amore senza nominarlo, la precisione sta nell’evitare.

Distraiti dal vocabolo solenne, già abbuffato.

Punta al bordo, costeggia,  

il lanciatore di coltelli tocca da lontano,

l’errore è di raggiungere il bersaglio,

la grazia è di mancarlo.

Erri de Luca.

Read Full Post »

Ogni posto è una miniera. Basta lasciarcisi andare.

Darsi tempo, stare seduti in una casa da tè a osservare la gente

che passa, mettersi in un angolo del mercato, andare a farsi i capelli

e poi seguire il bandolo di una matassa che può cominciare

con una parola, con un incontro, con l’amico di un amico

di una persona che si è appena incontrata e il posto

più scialbo, più insignificante della terra diventa uno

specchio del mondo, una finestra sulla vita, un teatro

d’umanità dinanzi al quale ci si potrebbe fermare

senza più il bisogno di andare altrove.

La miniera è esattamente là dove si è: basta scavare.

Tiziano Terzani

Read Full Post »

Older Posts »