Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘poletti’

ROMA – Incentivare le assunzioni stabili dei giovani. In particolare di quelli scoraggiati e di chi vive al Sud. Offrendo alle aziende un insieme di sconti. Che nel caso dell’apprendistato possono raddoppiare in durata, fino a sei anni. Il pacchetto occupazione che il governo intende inserire in manovra prende forma. E anche grazie ai fondi strutturali europei potrebbe costare molto meno del previsto, poco più di mezzo miliardo. Almeno nel 2018. Gli assi portanti sono quattro: decontribuzione per gli under 29, rifinanziamento di Garanzia Giovani e del bonus Sud, apprendistato incentivato.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Read Full Post »

voucher-buono-lavoro

A volte, spingi spingi, una battaglia civile di minoranza diventa mainstream.

Qui ci si è occupati per la prima volta di voucher più di nove mesi fa, non solo su questo blog ma anche sull’Espresso cartaceo: e grazie a Fabrizio Gatti e Francesca Sironi ma soprattutto all’allora direttore Luigi Vicinanza che mi diede retta, quando in riunione spiegai la portata del fenomeno e suggerii che ce ne dovevamo ampiamente occupare, anche se non ne parlava nessuno. (altro…)

Read Full Post »

Marta Fana, la ricercatrice in Economia, risponde al ministro Poletti:

Il problema, ministro Poletti, è che lei e il suo governo state decretando che la nostra generazione, quella precedente e le future siano i camerieri d’Europa, i babysitter dei turisti stranieri, quelli che dovranno un giorno farsi la guerra con gli immigrati che oggi fate lavorare gratis.A me pare chiaro che lei abbia voluto insultare chi è rimasto piuttosto che noi che siamo partiti. E lo fa nel preciso istante in cui lei dichiara che dovreste “offrire loro l’opportunità di esprimere qui capacità, competenza, saper fare”.

(altro…)

Read Full Post »

ministro

Read Full Post »

Come un Brunetta qualsiasi, anche Poletti non si è tirato indietro parlando dei giovani, spesso precari e costretti ad andarsene all’estero per avere un’opportunità:
“Conosco gente che è bene sia andata via, questo Paese non soffrirà a non averli tra i piedi”.

Ha cercato poi di correggersi con una toppa peggio del buco: “non è che qui sono rimasti 60 milioni di ‘pistola’”.
No, qualcuno diventa anche ministro e dovrebbe occuparsi del mondo del lavoro.
Un mondo riformato dal jobs act e drogato dagli sgravi, un mondo dove ci sono ancora lavoratori di serie A e serie B, o forse anche di serie C.
Come le persone retribuite coi Voucher. (altro…)

Read Full Post »

poletti

 

Read Full Post »

Older Posts »