Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ponte sullo stretto’

gentiloni

Read Full Post »

natangelo

Read Full Post »

accorinti

Intervista al sindaco di Messina Renato Accorinti: “Ho visto il premier poco tempo fa in Calabria e diceva che non era totalmente contrario al Ponte ma che prima ci volevano le infrastrutture. In ogni caso posso assicurare che non si farà mai. E’ bastato un semplice No di Virginia Raggi e le Olimpiadi di Roma sono evaporate. La teoria dei posti di lavoro? Ha rotto”.

“Io spero che quella di Matteo Renzi sia una battuta, anzi lo sarà sicuramente”. Altrimenti? “Altrimenti è un atteggiamento ingiusto oltre che offensivo”. È furioso Renato Accorinti, il sindaco di Messina che si è visto piovere dal nulla la riapertura da parte del premier alla costruzione del Ponte sullo Stretto. “Renzi l’ho visto poco tempo fa in Calabria per l’inaugurazione dell’elettrodotto Terna: diceva che non era totalmente contrario al Ponte ma che prima ci volevano le infrastrutture. Quindi o quella di oggi è una battuta o ci prende in giro”, dice il primo cittadino peloritano, raggiunto al telefono da ilfattoquotidiano.it. (altro…)

Read Full Post »

pontestrettoNon è vero che, come qualcuno ha ricominciato a dire dopo la riabilitazione del Ponte sullo Stretto, Renzi sia uguale a B. Parla come lui e fa più o meno le stesse cose che faceva o voleva fare lui, ma non è uguale a lui: per certi versi è meglio, per altri è addirittura peggio. È meglio perché gli mancano la P2, la mafia, le mazzette e le mignotte. È peggio perché B. almeno andava al governo dopo aver vinto le elezioni: Renzi mai. B. non destituì mai un sindaco perché non gli andava a genio: Renzi l’ha fatto a Roma, cacciando il sindaco eletto dal popolo per sostituirlo con un Dream Team non eletto da nessuno, ma nominato da lui che non ha eletto nessuno. (altro…)

Read Full Post »

Ma ti pare

Read Full Post »

WWF, LEGAMBIENTE, ITALIA NOSTRA E FAI SCRIVONO A MONTI: SULLE GRANDI OPERE C’È IL TRUCCO.

Gli aggettivi sono scelti con cura: orwelliana, pittoresca, scandalosa. Le maggiori associazioni ambientaliste (Fai, Italia Nostra, Legambiente e Wwf) così descrivono l’ultima invenzione di Corrado Passera per continuare a finanziare le grandi infrastrutture mentre tutte le altre voci di spesa dello Stato vengono tagliate senza pietà. E sembrano sicure che il premier Mario Monti, impegnato su troppi fronti, non si renda conto dei pasticci che i ministri combinano sotto il suo naso. Così i quattro presidenti delle associazioni hanno scritto una lettera al presidente del Consiglio, per criticare i contenuti preoccupanti “delll’art. 33, commi da 1 a 3, del decreto legge n. 179/2012”, cosiddetto decreto Sviluppo. (altro…)

Read Full Post »

Anche se il governo smentisce, l’ennesimo stop al Ponte sullo Stretto ci costringe a un bilancio imbarazzante: quante energie inutili e quante parole a vuoto sono state spese attorno a questo mirabolante manufatto? Quanti articoli scritti, documenti pro e contro redatti, lettere infocate ai giornali spedite, interrogazioni parlamentari presentate, riunioni convocate, manifestazioni minacciate, perizie eseguite, controperizie controeseguite, sottosegretari mobilitali, grafici pubblicati, perizie sulla mortalità delle triglie e dei cardellini depositate in tribunale, addirittura prime pietre posate? Ci si è scannati per lunghi anni attorno a disegnini che parevano tratti da un’edizione aggiornata del Barone di Munchausen, con la campata che scavalca Scilla e Cariddi per sola forza della fantasia. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

I nuovi orientamenti della Commissione Ue sui finanziamenti per le Reti trans-europee di trasporto sono ormai ufficiali e non comprendono il ponte tra Calabria e Sicilia, ma tanto la Società Stretto di Messina quanto il Ministero dei Trasporti affermano che il ponte si farà ugualmente, con fondi “privati”.

La vera notizia sulla sorte della grande opera, la stiamo ancora aspettando. Nella conferenza stampa del 19 ottobre, da Bruxelles, l’Ue conferma di aver accordato la preferenza all’itinerario del vecchio Corridoio europeo 5, oggi Helsinki-La Valletta, a discapito della direttrice 1, Berlino-Palermo, come già si vociferava dall’estate.

I nuovi orientamenti della Commissione Ue sul finanziamento per le Reti trans-europee di trasporto sono stati semplicemente ufficializzati. L’unico elemento di novità (non trascurabile) nell’asse Helsinki-La Valletta è il collegamento Napoli-Palermo con l’inserimento della nuova tratta ferroviaria Napoli-Bari. Entrambi i percorsi su rotaie riceveranno – assicura la Commissione – il finanziamento europeo. L’Ue quindi non finanzierà la costruzione del ponte. (altro…)

Read Full Post »

La decisione di Bruxelles non ha fermato le spese folli quasi 500mila euro stanziati per la formazione di personale. È stato pagato uno studio sull´impatto emotivo dell´opera ma c´è anche una ricerca sugli uccelli migratori della zona. Le procedure di acquisto dei terreni procedono spedite ma su quelle aree probabilmente non sarà costruito nulla. Per 42 anni è stato sperperato denaro della collettività. Ma chi ha favorito e chi ancora favorisce questo scialo infinito?mQuanto abbiamo speso per le ricerche sulle evoluzioni di falchi e poiane nel cielo fra Reggio e Messina? Se ci sta costando così tanto e ancora non c´è, quanto ci costerà se davvero dovessimo vedere unite Calabria e Sicilia? È fatto di carta. Non si stufano mai di disegnarlo, di ritoccarlo nel suo slancio a una o due o a tre campate verso l´isola, d´immaginarselo indistruttibile mentre sotto un bombardamento nucleare la Sicilia e la Calabria sprofondano nel mare. Ma il loro Ponte resta lì intatto e perfetto, sospeso per miracolo nell´aria. (altro…)

Read Full Post »

Le trivellazioni per le indagini geologiche per la realizzazione del ponte sullo Stretto si dovranno spostare dalla strada del quartiere di Torre Faro in due condomini della frazione a Messina. Si comincerà dai complessi ‘Due Torri’ e ‘Torre Faro’ a partire gia’ da martedi’ prossimo. Gli intestatari degli immobili hanno ricevuto una comunicazione ufficiale giunta via posta. Nella missiva e’ contenuta l’autorizzazione, da parte del dirigente delegato per le Espropriazioni della Societa’ Stretto di Messina Spa, a transitare con i mezzi d’opera all’interno di entrambi i condomini per effettuare trivellazioni fino all’8 novembre 2010. I residenti hanno annunciato di essere pronti a opporre una decisa, anche se pacifica, resistenza, avvalendosi di ogni mezzo legale. Anche gli esponenti del movimento “No Ponte” hanno dichiarato che collaboreranno con i condomini del posto e saranno presenti nelle abitazioni per evitare l”invasione” delle trivelle.

liquida.it

Read Full Post »