Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘presa diretta’

Lunedì 13 marzo alle 21.15 su Rai3, l’ultimo appuntamento della stagione invernale di PresaDiretta con una puntata ricchissima. Tre le inchieste: Ciao Maschio, Sanità tradita e Telemedicina. Vi proponiamo un’anticipazione della seconda: Sanità tradita di Giulia Bosetti con la collaborazione di Marianna de Marzi. Un viaggio di PresaDiretta nella sanità privata accreditata nella Regione Lazio, tra morti sospette, accuse di mancata assistenza, testimonianze esclusive sul pagamento di tangenti, intercettazioni inedite, parlamentari che denunciano truffe a danno dei lavoratori e dei contribuenti e tanti, tantissimi soldi pubblici spesi ogni anno.  (altro…)

Annunci

Read Full Post »

VannoniI NAS HANNO SUGGERITO LA MISURA CAUTELARE ALLA PROCURA, CHE ORA LA STA VALUTANDO.

L’inchiesta della Procura di Torino sui protagonisti del metodo Stamina, che da mesi sta dividendo l’Italia, è agli sgoccioli e a breve si attende l’avviso di conclusione delle indagini. Sul tavolo del procuratore Raffaele Guariniello, che indaga Davide Vannoni e soci per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla somministrazione di farmaci pericolosi, c’è anche l’indagine condotta dai Nas che suggeriscono la custodia in carcere per il patron. In procura non hanno ancora deciso e al momento tutte le opzioni sono valide, ma, quel che è certo è che i tempi in cui quella terapia veniva salutata come in grado di sconfiggere malattie incurabili sono ormai lontani.  (altro…)

Read Full Post »

Quale è il futuro delle aziende Fiat in Italia? Per capirlo, Presadiretta è andata dentro glistabilimento di Pomigliano e Melfi, a Detroit dentro alla FiatChrysler per finire poi a Mirafiori, quello che una volta era il cuore della Fabbrica Italiana auto Torino e che oggi è solo uno stabilimento che va spegnendosi.
Dopo l’intervista al corriere dell’amministratore Marchionne, in molti si sono preoccupati per le sue parole: se non funzionassero le esportazioni, il senso della risposta a Mucchetti, dovremmo ritirarci da due siti su cinque.
È questo il destino della nuova Fiat globale, un destino legato più ai mercati nel mondo (specie in nord America) che non a quanto succede in Italia.
Eppure Marchionne dal’Italia ha ottenuto tutto quello che voleva, nelle sue battaglie contro la Fiom, a cominciare dalreferendum di Pomigliano.
Dopo il voto, erano in pochi tra gli operai a voler commentare col giornalista: paura per il posto, paura di ritornare alla cassa integrazione o peggio. (altro…)

Read Full Post »

Dopo il caso della Sigma Tau, che potrebbe nascondere una delocalizzazione nascosta, col pretesto della crisi (l’Agenzia delle entrate sta analizzando le carte), Presadiretta ha parlato del caso Omsa.

Da tre anni le lavoratrici dell’azienda di Faenza sono in cassa integrazione ma, mentre in Italia si chiude la produzione, questa viene spostata in Serbia: nonostante la costanza delle ex lavoratrici che con le loro giubbe rosse hanno invaso molte città per raccontare ai cittadini la loro storia, del caso Omsa se ne è parlato troppo poco.
Forse perchè si tratta di donne, o perchè ci sono aziende più grandi (come la fiat) col medesimo problema. (altro…)

Read Full Post »

Recessione è il titolo della puntata di stasera di Presa diretta:

Che fine faranno le operaie della Omsa?
Era veramente necessario spostare gli stabilimenti in Serbia? E i lavoratori dell’ azienda farmaceutica Sigma Tau che stanno lottando per salvare il posto di lavoro ci riusciranno? Alcuni imprenditori sono schiacciati tra lo Stato che non onora in tempo i debiti e le banche che non prestano soldi. Stiamo andando dritti verso la deindustrializzazione? Cosa si potrebbe fare? Esistono ancora soluzioni possibili?
Il ministero dello sviluppo ha messo in atto un vero e proprio pronto soccorso per risolvere le questioni più spinose e noi stiamo seguendo le trattative tra le imprese, i sindacati e i lavoratori con la mediazione dei tecnici del ministero.
Presadiretta” entra nel cuore di due vicende molto calde (la Omsa e la Sigma Tau) il cui epilogo si chiarirà proprio in questi giorni. (altro…)

Read Full Post »

Se l’articolo 18 è un tabù da abbattere, o un lusso che non ci possiamo più permettere per le sfide imprenditoriali nel mondo, la violenza e le minacce sul lavoro, cosa sono? Un ritorno ai padroni delle ferriere?

Ivan lavora allo stabilimento Fiat di Melfi da 15 anni. Rientrato dopo un infortunio è stato relegato in un box per otto ore al giorno. Quando ha chiesto spiegazioni e una postazione dove poter lavorare, è stato affrontato da un suo superiore con miacce gravissime: “Tu hai una particolare attenzione da parte mia, te lo dico adesso, il capo dell’officina sono io. Chi comanda in questo stabilimento su questo turno, è Tartaglia. Tu per me non sei collocabile. Tu ti siedi là e aspetti che io ti dica cosa devi fare. Punto! Però non ti muovere, fuori dalla pause non ti muovere. Se vuoi uscire fuori a denunciarmi come hai detto in giro, vai a denunciarmi, occhio! Ma occhio veramente! Perché qua ci sono delle regole, ma fuori c’è qualcos’altro”. Ivan lo registra, quello che ascolta è troppo assurdo, nessuno gli crederebbe in mancanza di una prova. (altro…)

Read Full Post »

Non abbiamo imparato niente dalle alluvioni, dai terremoti, dalle sciagure che ogni volta capitano, e ogni volta si ice che erano impreviste e imprevedibili. Sciagure che oltre a lutti e pianti, portano a dover affrontare situazioni di emergenza: il terremoto a l’Aquila, l’alluvione a Genova, la frana di Giampilieri, l’alluvione alle Cinque Terre.

Come racconterà Presadiretta questa sera (nella puntata Terra violata), a l’Aquila si stà costruendo case proprio sulle faglie sismiche. In Liguria i sindaci hanno permesso la costruzione di quartieri in zone alluvionate.

In questo paese si reclama la legalità e l’ordine a targhe alterne: per i tassisti, per gli autotrasportatori (ma nessuno si preoccupa delle condizioni di lavoro in cui le aziende li costringono ), per gli studenti che protestano e per i valsusini, che si permettono di opporsi alla grande opera inutile (manco fossero i galli di Asterix), la TAV in val di Susa benedetta in modo bipartisan da contractor e partiti. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »