Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘processo ruby’

L’avevano votata per questo e alla fine per questo è servita. Silvio Berlusconi strappa un’assoluzione in secondo grado per il caso Ruby grazie alla legge Severino: il sedicente articolato anti-corruzione approvato nel 2012 da Pd e Pdl che, dopo aver permesso alle Coop di uscire prescrizione dall’inchiesta sulla sulla Tangentopoli di Sesto San Giovanni e a Filippo Penati di veder eliminate parte delle sue accuse, svolge ora egregiamente la sua funzione anche nei confronti dell’ex Cavaliere e neo Padre della Patria.

Spacchettare, mentre il processo Ruby era già in corso, il reato di concussione in due, stabilendo pene e fattispecie diverse per la concussione per costrizione e quella per induzione, ha significato spalancare la strada che ha portato il leader di Forza Italia al verdetto di secondo grado. (altro…)

Read Full Post »

santoro

Nello speciale della trasmissione di Michele Santoro tutto l’affaire Ruby. Dalla telefonata in questura per far rilasciare l’allora minorenne Karima El Marough, al racconto delle feste di Arcore, fino alla condanna in primo grado a sette anni di reclusione. In onda dalle 21.10 su La7 e in diretta streaming su ilfattoquotidiano.it.

Tutto l’affaire Ruby. Dopo la puntata di giovedì scorso, “L’età dell’innocenza 2” è il titolo del nuovo appuntamento di Servizio Pubblico più, lo spazio di approfondimento del programma di Michele Santoro, in onda giovedì 27 giugno, alle 21.10 su La7 e trasmesso in diretta streaming su il fattoquotidiano.it

Partendo dalla sentenza di primo grado del cosiddetto “Processo Ruby”, che ha visto il Cavaliere condannato a sette anni di reclusione, uno in più di quanto chiesto dall’accusa, più l’interdizione perpetua dai pubblici uffici, per prostituzione minorile e concussione, il  programma ripercorrerà tutte le tappe dello scandalo che ha interessato l’ex premier Silvio Berlusconi, avvalendosi anche di ricostruzioni a fumetti e fiction che si intrecciano con interviste esclusive, da Noemi Letizia,Patrizia D’Addario fino a Ruby(altro…)

Read Full Post »

Nittopalma_berlusconi

Francesco Nitto Palma all’ordine del giorno ha messo in discussione un provvedimento già considerato legge ad personam. Sanzioni disciplinari per le toghe, stop di sei mesi per i procedimenti in corso se, a causa delle loro dichiarazioni, sono passibili di azione disciplinare da parte del Guardasigilli e del Procuratore generale della Cassazione.

Dopo la proposta (poi ritirata) di depenalizzare il concorso esterno in associazione mafiosa, il Pdl torna all’attacco sul tema della giustizia. E questa volta non lo fa con un deputato qualsiasi e non per salvare un senatore più o meno vicino all’ex presidente del Consiglio, ma con un disegno di legge pensato da un ex ministro della Giustizia proprio per Silvio Berlusconi: “Se un magistrato è politicizzato viene sanzionato, si blocca il processo a cui lavora e viene trasferito d’ufficio”.Francesco Nitto Palma, presidente della commissione Giustizia al Senato, all’ordine del giorno ha messo in discussione un provvedimento già ribattezzato come “salva-Berlusconi”. (altro…)

Read Full Post »

RubyNella villa di Silvio Berlusconi ad Arcore funzionava “un sistema prostitutivo organizzato per il soddisfacimento sessuale di Silvio Berlusconi”. E Ruby “certamente” si prostituiva. Lo afferma il pm Ilda Boccassini nella requistoria al processo sul caso Ruby in corso a Milano. La requisitoria arriva dopo lo speciale andato in onda ieri su Canale 5, tutto rivolto a dimostrare l’innocenza del proprietario di Mediaset.

La requisitoria è iniziata con una disanima sulla normativa che riguarda la prostitituzione minorile – una delle imputazioni del Cavaliere, insieme alla concussione – nella quale il magistrato ha citato anche le modifiche approvate negli anni dei governi Berlusconi. Poi Boccassini ha ripercorso la storia della minorenne marocchina Karima al Marough alias Ruby, tra denunce per furto e affidamenti a comunità. Emilio Fede, che conosce Ruby a un concorso di bellezza in Sicilia nel settembre 2009, “sa che la ragazza è minorenne“, afferma il pm, citando l’intercettazione in cui il direttore del Tg4 diceva che la ragazza aveva “13 anni”.  (altro…)

Read Full Post »

CORRUZIONE: PRONTO UN NUOVO SALVA-RUBY, MA IL GOVERNO DICE NO.
Il ministro Severino dice no al tentativo del Pdl di introdurre una norma ad personam per salvare Berlusconi dal processo di Milano Tesi i rapporti nella maggioranza. Il premier: vado avanti fino al 2014 La sconfitta elettorale non ferma i berluscones. Lo scontro sulla giustizia rischia di far saltare o snaturare la legge sulla lotta alla corruzione – La concussione? Solo se c’è denaro. La Severino: “Siamo contrari”.
La sconfitta elettorale non ferma il Pdl dalla difesa a oltranza dei guai giudiziari di Berlusconi. E stavolta è il ddl corruzione e, più in generale, il piatto giustizia, a rientrare prepotentemente nell’agone dello scontro politico. Ieri è stata rottura della maggioranza in commissione Giustizia della Camera, con il governo che – a questo punto – deve decidere se rischiare la sopravvivenza, ponendo la fiducia sul provvedimento nel nome della ferma volontà di dare al Paese “una legge forte sulla lotta alla corruzione” (parola del ministro Paola Severino), oppure lasciare che il provvedimento sia snaturato e depotenziato dagli emendamenti dei berluscones prima in commissione e poi in aula. (altro…)

Read Full Post »

Segui i soldi, dicono da sempre gli investigatori migliori. Lo sanno bene anche Ilda Boccassini e Antonio Sangermano, i pm dei processi Ruby. E seguendo la pista dei soldi sono arrivati a scoprire altri versamenti di Silvio Berlusconi a tre ragazze del bunga-bunga: 257 mila euro in sei bonifici partiti nell’estate-autunno 2011 dal conto personale di Berlusconi presso il Monte dei Paschi di Siena. Quattro di questi (30 mila il 15 aprile 2011, 100 il 22 giugno, 15 il 14 ottobre e 40 mila il 30 novembre, causale “prestito infruttifero”) sono approdati sul conto Intesa San Paolo di Nicole Minetti, la consigliera regionale accusata di aver curato l’organizzazione delle serate ad Arcore e la gestione degli appartamenti di via Olgettina dove sono ospitate le ragazze più presenti alle feste.

Per questo Minetti è sotto processo per favoreggiamento della prostituzione, anche minorile, insieme con Emilio Fede e Lele Mora. Gli altri due versamenti (42 mila il 1 luglio 2011 e 30 mila il 7 ottobre, causale “regalia”) planano invece sul conto di Enzo De Vivo, presso l’agenzia di Napoli della Cassa di risparmio di Parma e Piacenza. . Enzo è il padre di Eleonora ed Emma De Vivo, le gemelline dell’“Isola dei famosi”, ospiti assidue delle “cene eleganti” e ora testimoni nei due processi del bunga-bunga: quello a Minetti-Fede-Mora e quello a Berlusconi, imputato di prostituzione minorile (per la presenza ai festini a luci rosse della minorenne Karima El Mahroug, in arte Ruby) e di concussione (per le pressioni sui funzionari della questura di Milano, affinché liberassero Ruby fermata per furto il 27 maggio 2010). “Nulla di men che lecito”, reagisce il difensore di Berlusconi Niccolò Ghedini. (altro…)

Read Full Post »

Il premier convince Nicole a licenziare l’avvocato Daria Pesce dopo l’intervista ad Annozero.

L’avvocata cacciata, l’assistita in Parlamento. Daria Pesce non ha più la difesa di Nicole Minetti, accusata di induzione e favoreggiamento della prostituzione, anche minorile, nel processo Ruby. Minetti ha invece avuto la promessa da Silvio Berlusconi di un salto di carriera, da consigliera regionale a deputata, alla prossima tornata elettorale. Si è consumata così una svolta che promette di avere conseguenze nel processo sul caso della minorenne Karima El Mahroug. (altro…)

Read Full Post »