Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘profumo’

GiannelliDa eccesatira.blogspot.it

Read Full Post »

Mi sono sempre chieso come mai, una persona della cultura e del valore diSalvatore Settis, non sia diventato ministro della cultura, o dell’ambiente o dell’istruzione.
E poi ieri sera, sentendo la sua intervista a Che tempo che fa, assieme al ministro (tecnico Profumo), ho capito la ragione.
La loro intervista verteva su istruzione e cultura (e anche sanità) e seguival’intervento (un pò noiosetto e scontato) di De Bortoli sui futuri scenari della politica (l’obbligo del Monti bis, la possibilità di dover ricorrere agli aiuti europei, i timori per la sinistra massimalista, i programmi della politica che saranno condizionati da spread e mercati ..). (altro…)

Read Full Post »

Corteo di studenti e docenti davanti al Ministero.

ROMA — Non ci sono soltanto professori, studenti e rappresentanti sindacali alla manifestazione romana contro l’aumento dell’orario di lavoro settimanale dei docenti e per la difesa della scuola pubblica italiana. Davanti al ministero ci sono anche tante famiglie con i figli, bambini nei passeggini, come ad una passeggiata domenicale senza auto.
La scuola è in fibrillazione, anche se in commissione Bilancio alla Camera, dove si sta discutendo la legge di stabilità, è emersa nettamente la linea politica che dice no alle 24 ore, una linea confermata dal ministro Francesco Profumo che ieri a Torino ha dichiarato: «Non faremo l’intervento sull’incremento di ore». Ma gli insegnanti vogliono essere sicuri: «Non ci fermeremo fino a che la norma non sarà cancellata», hanno detto, e stamattina si incontreranno davanti al Miur per un flash mob. Martedì, poi, nuova mobilitazione: scioperano la Cgil e i sindacati di base. (altro…)

Read Full Post »

Anche chi è lontano dalle organizzazioni sindacali è pronto a scendere in piazza. Troppe 6 ore in più di lavoro. Il governo studia l’alternativa.

E i professori fanno il «flash mob» Ieri mattina centinaia di docenti hanno dato vita ad un flash mob sulle scalinate del ministero dell’Istruzione, in viale Trastevere, a Roma. Senza simboli politici o di sindacati, i docenti si sono radunati con cartelli che hanno spiegato come le ore di lezione sono solo una parte del lavoro svolto. Non sono mancate le «carote di protesta» a ricordare la manifestazione della scorsa settimana degli studenti.
In queste ore al ministero stanno studiando ipotesi alternative perché si è capito che l’aumento di sei ore delle lezioni in classe degli insegnanti è una misura poco difendibile sia politicamente che tecnicamente. (altro…)

Read Full Post »

Doveva essere l’anno del concorsone, l’anno in cui le porte della scuola italiana si riaprivano ai giovani aspiranti insegnanti, perché quelli che sono in cattedra sono troppo vecchi. Parola del ministro Francesco Profumo. Rischia di finire con una conta di nuovi docenti perdenti posto, 10.400 già ad oggi, dopo aver dedicato una vita all’insegnamento. Effetto incrociato delle politiche scolastiche messe in campodal precedente governo e delle nuove politiche pensionistiche introdotte dal governo tecnico. E come se non bastasse, per effetto degli accorpamenti disposti dalla manovra dell’estate scorsa, nelle scuole è scattato un valzer che rischia di far saltare i nervi anche agli insegnanti fino a ieri “blindati” dalla lunga esperienza accumulata. (altro…)

Read Full Post »

Mi sono seduto sul bordo della vita

 e con i piedi a penzoloni

 ho guardato l’infinito

respirando il suo profumo.

 

dal libro “Il giorno in più” di Fabio Volo.

Read Full Post »