Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pubblico impiego’

dipendenti-pubblici

Rush finale tra sindacati e governo per sciogliere gli ultimi nodi e applicare la riforma Madia Cgil, Cisl e Uil chiedono di ridurre il ruolo della legge e accrescere quello della contrattazione.

ROMA – Corsa contro il tempo di sindacati e governo per raggiungere l’accordo sulla riforma del pubblico impiego. Domani le parti torneranno a negoziare e venerdì il Consiglio dei ministri dovrebbe dare il via libera definitivo al testo. Resta ancora un nodo centrale da sciogliere: quello sul ruolo della contrattazione. Cgil, Cisl e Uil puntano a rafforzare il peso dei negoziati riducendo così quello della legge, il tutto in linea con l’intesa quadro raggiunta il 30 novembre. Il governo ha espresso alcune perplessità.

(altro…)

Read Full Post »

madiaSi tratta dei dieci casi in cui per un dipendente pubblico scatta il licenziamento: una sorta di decalogo – dalla falsa attestazione della presenza allo scarso rendimento – previsto dalla riforma Madia del pubblico impiego che tra una decina di giorni dovrebbe approdare in Consiglio dei ministri. In realtà, sono più o meno i casi già previsti dalla normativa attuale: l’assenza senza giustificazione per più giorni, il rifiuto del trasferimento e la presentazione di documenti mendaci per ottenere il posto. (altro…)

Read Full Post »

sindacati

In corteo impiegati, insegnanti, medici per sbloccare gli accordi vecchi di 6 anni. “Siamo in 30mila”. Barbagallo: “Se non si risolve, la prossima manifestazione non sarà di sabato…”. E si rinnova lo scontro con Poletti. Camusso: “Vuol fare Ufo Robot”. Furlan contro Madia: “Si concentra sempre sui licenziamenti, invece di guardare a organizzazione e professionalità”.

Impiegati, insegnanti, medici. In piazza, con lo slogan “Pubblico6Tu“, scendono in 30mila, secondo i sindacati, per chiedere il rinnovo dei contratti, bloccati da 6 anni in tutti i settori pubblici: scuola, sanità, funzioni centrali, servizi pubblici locali, sicurezza e soccorso, università e ricerca. A guidare il corteo che ha attraversato Roma da piazza della Repubblica a piazza Madonna di Loreto i segretari di Cgil, Cisl e Uil,Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, ma a aderire sono state 25 sigle diverse. I sindacati chiedono lo stanziamento di risorse nella legge di Stabilità per un rinnovo “dignitoso” dei contratti pubblici. (altro…)

Read Full Post »

NapolitanoL’ESECUTIVO COSTRETTO A CORREGGERE LA RIFORMA DELLA PA

E i magistrati strappano condizioni di favore sul trattenimento in servizio.

ROMA – Manca ancora il via libera alla riforma della Pubblica amministrazione firmata dal ministro Madia. In particolare il Colle, ricevuta parte della riforma, avrebbe sollevato alcuni dubbi sulle regole di pensionamento dei magistrati chiedendo al governo di rivedere il testo.

Spacchettato, spezzato in due e – ad oltre dieci giorni dal varo del Consiglio dei ministri non ancora passato al vaglio del Quirinale. La riforma della pubblica amministrazione, che il premier Renzi aveva inizialmente annunciato entro la fine di aprile, procede con tempi decisamente più lunghi rispetto al previsto. Limature e precisazioni si sono via via aggiunte nel percorso compiuto dal testo fra Palazzo Chigi e il Colle, dove la parte riguardante la riforma della Pubblica amministrazione è approdata ieri, dopo la «bollinatura » della Ragioneria di Stato. (altro…)

Read Full Post »

Scure su province, tribunali e consulenze, stretta sul pubblico impiego.

MOTORI al massimo per la spending review che, dopo il rinvio di martedì scorso, verrà esaminata già domenica sera a palazzo Chigi, da Mario Monti e Vittorio Grilli, presumibilmente appena rientrati da Bruxelles. Il vertice è stato già informalmente convocato: vi parteciperanno oltre a Giarda, Patroni Griffi e Enrico Bondi, anche i vari ministri di spesa che saranno chiamati a dare le ultime rifiniture al decretone, composto da decine e decine di articoli, che sarà varato dal consiglio dei ministri il giorno successivo, lunedì. Monti mira così a chiudere il cerchio della blindatura dei conti italiani ed è pronto a rientrare per il varo immediato della doppia operazione di l’attacco agli sprechi e di «manutenzione » dei conti pubblici. (altro…)

Read Full Post »

Insegnanti di sostegno, previsto un docente ogni due alunni disabili. Gli impiegati pubblici e la scuola pagano un prezzo alla manovra di Tremonti. É previsto il blocco, o congelamento, degli stipendi e delle retribuzioni accessorie per i dipendenti pubblici fino al 2014: si tratta di una proroga di un anno dello stop impresso dai precedenti decreti.
Come di consueto arriva anche un fermo al turn over nel pubblico impiego ancora per un anno. Esclusi dalla stretta i Corpi di Polizia, i Vigili del Fuoco e le agenzie fiscali. Lo stop riguarderà anche le assunzioni di nuovo personale negli enti pubblici non economici, e in alcuni altri enti come quelli lirici, l´Agenzia spaziale italiana, il Coni, il Cnel, e l´Enac. Prevista anche la trasformazione del Istituto del credito sportivo in spa. (altro…)

Read Full Post »