Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘reddito di cittadinanza’

revelliMarco Revelli – “Quella che i media chiamano sinistra dimentica ‘lo scandalo della disuguaglianza’. E il popolo le volta le spalle”. Il sociologo: “In Francia utile provocazione, da noi sulla povertà solo elemosina”.

La proposta di “reddito universale” avanzata da uno dei candidati socialisti alle primarie presidenziali in Francia? “Nella sua radicalità è una proposta provocatoria: positivamente provocatoria”, dice Marco Revelli, storico, sociologo, politologo, per qualche anno presidente della Commissione di indagine sull’esclusione sociale. “Una provocazione che cade in un terreno già arato, perché in Francia esiste già una forma di reddito integrativo”. (altro…)

Read Full Post »

La notizia sul voto per l’introduzione del reddito di cittadinanza universale ed incondizionato in Svizzera è stata oggetto di commento persino da parte del governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, che secondo alcuni dei principali giornali di propaganda Pd, avrebbe bocciato la proposta del MoVimento 5 Stelle perchè costerebbe il 20% del Pil.
Ma di quale reddito di cittadinanza parlava Visco? Sicuramente non di quello proposto dal MoVimento 5 Stelle per sconfiggere la povertà in Italia che, come certificato dall’ISTAT, costa 14,9 miliardi di euro solo l’1% del Pil non il 20%. E le coperture ci sono.
(altro…)

Read Full Post »

Delle molte superficialità che nei giorni scorsi ho letto e sentito sul cosiddetto reddito minimo garantito ce ne sono un paio più insidiose.

La prima consiste nel pensare che si tratti di una misura caritatevole, di un atto di “bontà” verso chi – poveretto – è stato tanto sfortunato da perdere il lavoro.

Non so, forse è il nostro back ground cattolico a portarci verso questa visione un po’ distorta o quanto meno riduttiva.

Negli Stati Uniti, dove hanno tanti difetti ma certo non mancano di pragmatismo, si discute invece sul fatto che la tecnologia (intelligenza artificiale, algoritmi etc) sta rendendo la maggior parte della popolazione inutile alla produzione e alla creazione di profitti; sicché solo redistribuendo una parte di questi profitti alla maggioranza di persone che non faranno più parte del sistema produttivo, si consentirà a questa massa di consumatori di restare tali (e in pace), quindi di far marciare l’economia e di non far saltare il sistema. (altro…)

Read Full Post »

Presentato il Rapporto annuale: dal governo solo “avanzamenti marginali”. Se si parla del problema è “per merito dei 5Stelle”.

Chi ha capito al volo la potenzialità politica del “merito” ai Cinque Stelle, riconosciuto dal rapporto Caritas sulla povertà, è Luigi Di Maio. Il vicepresidente della Camera, indicato da sondaggisti e commentatori come il miglior leader del M5S, legge nel rapporto un forte punto di contatto tra il suo movimento e il mondo cattolico. E così chiede un incontro al Papa, di cui sottolinea le dichiarazioni sul “microcredito” alle piccole imprese: “Dobbiamo incontrare sempre più persone – anche il Papa   – per spiegare come vogliamo cambiare il modo di fare politica in Italia”, scrive sul proprio profilo Facebook.  (altro…)

Read Full Post »

Lezzi

“Prima di parlare dell’Italia che vogliamo, parliamo dell’Italia che viviamo oggi.
Dall’inizio del nuovo millennio il bilancio dello Stato si è mosso sempre nella stessa direzione: aumento della spesa corrente, aumento delle tasse, diminuzione della spesa per investimenti. Una ricetta disastrosa, capace solo di far sprofondare il Paese nel debito e nell’arretratezza.
Il ritmo del massacro è aumentato sempre più dopo il 2011, con i governi Monti, Letta e Renzi, fedeli esecutori dell’austerità europea. Nel 2014, primo anno di Governo Renzi, le entrate complessive sono aumentate da 819 miliardi a 840 miliardi. Le spese complessive da 753 a 811 miliardi. (altro…)

Read Full Post »

Quanto costa il reddito di cittadinanza del M5S? Solo tre giorni fa, il presidente dell’Inps Tito Boeri in audizione al Senato aveva parlato di uno “strumento importante”, ma “con costi da 30 miliardi”. Stesso appunto del Pd: “Arriverà anche a 40 miliardi”. Ieri l’Istat ha ridimensionato il tutto a 14,9 miliardi, presentando un’accurata simulazione sugli effetti delle due proposta di legge in discussione alla commissione Lavoro a Palazzo Madama presentate dal M5S e da Sel. Per quest’ultima, il conto finale è di 23 miliardi di euro.   MA È SOPRATTUTTO sull’utilità della norma che l’Istituto spazza via le ultime polemiche: “È uno strumento che serve a ridurre le disuguaglianze” ha spiegato il presidente Giorgio Alleva. (altro…)

Read Full Post »

IL REDDITO di cittadinanza è una proposta discutibile ma importante. Riguarda la dignità delle persone e mette l’accento sul pauroso scollamento in atto tra reddito e lavoro. Se il denaro ormai circola, tra i molti ricchi che vivono di finanza, senza più alcun rapporto con il mondo della produzione, perché non dovrebbe circolarne almeno una parte tra i poveri, che per giunta dal mondo della produzione sono stati malamente scacciati, e senza portarne responsabilità alcuna?

(altro…)

Read Full Post »

Older Posts »