Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘reggio emilia’

Reggio Emilia

IL LEADER 5 STELLE: “IL GOVERNO FINANZIA L’EXPO, UN’ASSOCIAZIONE A DELINQUERE”. AI FORZISTI: “ABBANDONATE LA NAVE”.

Sta crollando un sistema, e meno male che viene giù”. Beppe Grillo parla al microfono da piazza Prampolini, nella pancia della “rossa” Reggio Emilia. La città del renziano di stretta osservanza Domenico Delrio, “che ora è a fare danni a livello nazionale”. Ma anche molto altro. “Qui sono nate le cooperative, c’era il meraviglio sogno del comunismo” ricorda subito Grillo. Ma è passato tanto tempo. Oggi l’Italia è un’altra cosa: anche quella degli arresti a pioggia di due giorni fa. Una slavina di manette da cui Cinque Stelle potrebbe ricavare tanti voti, a detta di sondaggisti e perfino politici (“Lo scandalo Expo può agevolare Grillo”, ammetteva Vendola ieri sera). E allora il mantra da palco del fondatore di M5S, ancora più del solito, è l’onestà. “Noi siamo onesti, i nostri candidati sono sconosciuti alle procure” rivendica. “Certo, io sono un pregiudicato, ho rotto un sigillo (in una baita No Tav a Chiomonte, ndr) ma se mi arrestano vado in galera, mica scappo in Libano”.  (altro…)

Read Full Post »

Il segretario ora non ha dubbi. Ma 6 dei 13 fondatori del gruppo che vuole mantenere la risorsa idrica privatizzata sono iscritti al suo partito. Gli stessi che hanno festeggiato una proposta di legge presentata dai Democratici lo scorso novembre, definendola “la Caporetto dei referendari”. Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani invita gli elettori a votare ‘sì’ a tutti e quattro i referendum. Compresi i due quesiti sull’acqua. Ma nell’aprile 2010 aveva detto: “Noi non abbiamo una strategia referendaria”, spiegando perché il Pd non aveva contribuito a raccogliere le firme. E sei dei 13 fondatori del comitato per il ‘no’ “Acqua libera tutti”, che vuole che il decreto Ronchi sulla privatizzazione della risorsa idrica resti in vigore, sono iscritti proprio al suo partito. Furono loro a parlare di definitivo affossamento dei referendum, quando il Pd lo scorso novembre presentò una proposta di legge per superare il decreto Ronchi senza passare dalla consultazione popolare. Così ora Giovanni Favia, consigliere regionale in Emilia Romagna del Movimento 5 Stelle, accusa i Democratici di “ambiguità” e di aver cambiato idea per “opportunismo politico”. (altro…)

Read Full Post »

Alle 11.30, dal teatro Valli,  il discorso del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Poi il concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Le cerimonie saranno trasmesse in diretta da Rai Uno.

Dopo un anno di manifestazioni di preparazione che hanno attraversato tutta la penisola, iniziando dalla rievocazione della partenza dei Mille di Garibaldi da Quarto, domani a Reggio Emilia il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, darà il via alle celebrazioni ufficiali per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Celebrazioni in memoria dell’unificazione del Paese che si svolgeranno nel corso del 2011 in tutto il territorio nazionale. Reggio Emilia rappresenta la sede naturale per l’avvio delle celebrazioni. E’ nella città emiliana infatti che nel 1797 vide i natali la nostra bandiera tricolore, simbolo dell’unità del Paese.

Sarà trasmesso in diretta, da RaiUno, a cura di TgUno e Rai Quirinale, il discorso del presidente della Repubblica. L’intervento del presidente Napolitano sarà ripreso e trasmesso dal teatro Valli intorno alle 11.30. In precedenza, alle 9.45 in Piazza Prampolini ci sarà l’alzabandiera e la rassegna dei reparti d’onore. Quindi alle 10 nella Sala del Tricolore la cerimonia di consegna di copia dal primo Tricolore ai sindaci di Torino (capitale d’Italia fino al 1865), Sergio Chiamparino; di Firenze (capitale d’Italia fino al 1871), Matteo Renzi; di Roma (capitale d’Italia dal 1871), Gianni Alemanno.

A mezzogiorno si svolgerà il concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. In programma, la Sinfonia dai Vespri Siciliani di Giuseppe Verdi, quattro fogli d’album di Luciano Berio (Fanfara, Entrata, Festum, Encore) che Pierre Boulez ha raccolto sotto il titolo di Quatre dèdicaces per orchestra, l’Ouverture dall’Egmont di Ludwig van Beethoven, e la Sinfonia dal Guglielmo Tell di Gioachino Rossini. (altro…)

Read Full Post »