Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘RENZI-BERLUSCONI’

renzi-berlusconi

L’ex capo del governo: “Io non ho fretta, decidiamo quel che serve all’Italia”. Il leader di Forza Italia: “Il Paese dev’essere governato e per la legge elettorale servirà tempo”. Intanto il leader del Pd comincia a tessere una nuova trattativa: al posto del Mattarellum, un proporzionale con ballottaggio.

“Io non ho fretta”. “Il Paese dev’essere governato”. I contraenti del Patto del Nazareno, finito in frantumi sia per la legge elettorale che per le riforme costituzionali, parlano nello stesso giorno, separati. Matteo Renzi in un’intervista a Repubblica a Ezio Mauro, Silvio Berlusconi in un’altra intervista al Corriere della Sera con Francesco Verderami. (altro…)

Read Full Post »

renzi-giuda-prodiConfesso di aver letto con somma curiosità l’intervista a Matteo Renzi uscita lunedì su Repubblica, alla ricerca di un nome, quello di Romano Prodi. Come i nostri lettori sanno il Fatto è impegnato da tempo nella ricerca dell’autentico Patto del Nazareno, faticosa al pari della ricerca del mitico vello d’oro che aveva il potere di guarire le ferite. Mentre qui, più modestamente, si tratta delle tavole della legge sottoscritte da Renzi con Berlusconi un fatale giorno di febbraio ma che nessun’altro (a parte i complici) ha potuto leggere, forse perché l’accordo con un pregiudicato contiene sempre qualcosa di compromettente. E siccome il diavolo non fa i coperchi qualcosa piano piano da quella strana pentola comincia a tracimare, e non ha un odore gradevole. Per esempio, che il successore del Napolitano pro tempore non ha da essere quel Romano Prodi, inviso all’ex cavaliere, forse perché è l’unico da cui è stato battuto in campo aperto e con il quale non è mai riuscito a fare inciuci. (altro…)

Read Full Post »

FacilitazioniSUL SITO DEL GOVERNO LE NORME DELLA FUTURA DEMOCRAZIA TRA DEPUTATI A VITA E 21 SENATORI DI NOMINA QUIRINALIZIA.

Una bozza di quarantuno pagine che disegna la nuova Costituzione renzian-berlusconiana. Andrà mai in porto, a partire dall’abolizione (versione hard) o riforma (versione soft) del Senato? Si parte dall’articolo 55 del Titolo I, quello sul Parlamento (Sezione I. Le Camere e Sezione II. La formazione delle leggi).

Articolo 55. Rispetto alle sette righe attuali, il nuovo testo cresce fino a trentasei. “Il Parlamento si compone della Camera dei deputati e dell’Assemblea delle autonomie”. La prima diventa “titolare del rapporto di fiducia con il governo ed esercita la funzione di indirizzo politico, la funzione legislativa e quella di controllo dell’operato del governo”. È la nascita del monocameralismo. L’ex Senato “rappresenta le istituzioni territoriali” ed “esercita la funzione di raccordo tra lo Stato e le Regioni, le Città metropolitane e i Comuni”.   (altro…)

Read Full Post »

BerlusconiMATTEO: “È IL NUMERO UNO, UN CAZZARO INSUPERABILE”. SILVIO: “NOI PER TE CI SAREMO SEMPRE”. I DUE DETTERANNO I TEMPI DELLA LEGISLATURA.

Matteo Renzi stesso lo ha dovuto ammettere a caldo, appena terminato l’incontro: “Resta il numero uno, è in forma strepitosa, un cazzaro insuperabile”. Tutti complimenti, compreso il “cazzaro”. Il soggetto destinatario è il convitato di cerone del governo che nasce, la pistola (o il pistolino) puntata alla tempia di Alfano: il Condannato Silvio Berlusconi, padrino del renzismo e della Terza Repubblica. I due, “Matteo” e “Silvio”, si rivedono dopo il patto del Nazareno sulle riforme. Per B. ormai è una rivincita continua. Stavolta l’incontro è istituzionale, nella sala dal Cavaliere dove il premier incaricato fa le consultazioni.   (altro…)

Read Full Post »