Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Restitution Day’

Restitution

Il Movimento 5 stelle ha presentato un assegno con la metà delle indennità dei parlamentari insieme alle eccedenze della diaria non rendicontata. Presente anche il leader Beppe Grillo: “Se l’avessero fatto prima e tutti avremmo evitato tante tragedie”.

Un assegno da 5 milioni 433 mila e 840 euro. Il Movimento 5 stelle organizza il Terzo restitution day: un assegno gigante e una cifra sottolineata in giallo. Sono i soldi di metà indennità e della diaria non rendicontata destinati al fondo per la piccola media impresa creato dal Ministero dell’economia. Il primo a firmare simbolicamente lo striscione è stato il leader Beppe Grillo che poche ore prima era a Porta a Porta intervistato da Bruno Vespa. In totale i grillini hanno restituito allo Stato 7 i milioni di euro. “Se lo facessero tutti i partiti”, ha commentato Grillo, “raccoglieremmo 50 milioni di euro all’anno, una cifra straordinaria. (altro…)

Read Full Post »

iban

Questa non è soltanto una vittoria sostanziale (2,5 milioni euro a sostegno delle piccole e medie imprese, una somma che crescerà di mese in mese e che salverà centinaia di posti di lavoro) è una vittoria etica. Abbiamo dimostrato che si può guadagnare il giusto (circa 3000 euro al mese) come Parlamentari della Repubblica. Tremila euro al mese (più la copertura di una serie di spese) sono uno stipendio giusto per un deputato, non 14.000 euro al mese più i rimborsi elettorali e magari i 2 euro per le primarie. Chi lavora nelle istituzioni non è un onorevole, è un onorato di servire il Paese, guadagna il giusto (molto bene direi perché 3000 euro, lo ripeto, sono un fior di stipendio) e il resto taglia e restituisce. Punto! Abbiamo “combattuto” 55 ore presidiando il Ministero dell’economia fino a che Saccomanni ha finalmente fornito l’IBAN (IT61Z0100003245348018369300) dove ogni 3 mesi restituiremo milioni di euro. Si può fare. (altro…)

Read Full Post »

Assegno restituito

I 5 STELLE DA SACCOMANNI CON DUE MILIONI E MEZZO DI EURO MA MANCA IL DECRETO ATTUATIVO DEL FONDO PER LE IMPRESE.

Renzi chi?! Per noi Renzi non esiste!”. Via XX Settembre, Roma, marciapiede davanti al ministero dell’Economia e delle Finanze. Una quarantina di parlamentari Cinque Stelle srotola un assegno da 2 milioni 563 mila euro. Sono i soldi risparmiati dall’indennità e dalla diaria negli ultimi quattro mesi. E guai a domandare se è la loro risposta alle avances del rottamatore. Sono qui da mezzogiorno, comprensibilmente orgogliosi del loro salvadanaio di politici low cost. Peccato non lo possano rompere: ad agosto, hanno fatto approvare un emendamento al decreto del Fare, che prevedeva l’istituzione di un fondo di garanzia per le piccole e medie imprese. Ma il decreto attuativo che doveva essere emanato entro il 19 novembre non è mai arrivato e loro non sanno dove versare i soldi. Se non fosse vero, sembrerebbe uno straordinario spot pubblicitario.  (altro…)

Read Full Post »

“Piccole grandi cose… Quelle che si possono fare, ma che nessuno farebbe se non ci fosse il MoVimento 5 Stelle. L’emendamento che il M5S è riuscito a far passare ieri sera a Palazzo Madama, in Commissione Bilancio, consentirà di poter finanziare il fondo per il microcredito alle imprese, per esempio, con i soldi risparmiati dai tagli dei costi della politica, come il milione e mezzo di euro restituiti nello scorso luglio con il “Restitution Day”. Gli imprenditori potranno così trovare nuova linfa per avviare la loro impresa o per non farla morire. (altro…)

Read Full Post »

r-day 9 gennaio-thumb-250x187-16938 (1)I dettagli dell’operazione in una conferenza stampa all’Ars.

Il 9 gennaio sarà celebrato il “Restitution day”, il giorno in cui i deputati all’ Ars del Movimento Cinque Stelle restituiranno alla Regione gran parte del loro stipendio, e cioè le somme eccedenti i 2500 euro più rimborsi spese (circa 8000 €). Viene così mantenuta fede alla promessa fatta in campagna elettorale da Cancelleri e compagni e contemporaneamente viene scritta una pagina storica nella vita dell’Assemblea Regionale: è la prima volta, infatti, che deputati rinunciano volontariamente alla parte preponderante dei loro compensi (valutabile intorno al 70 per cento).

Le somme restituite, poco meno di un milione di euro annui, secondo gli intendimenti del gruppo parlamentare, saranno utilizzate per finanziare un fondo di microcredito destinato alle piccole imprese, per il quale il Consiglio di presidenza dell’ Ars è stato invitato dal M5S a modificare in maniera opportuna il proprio bilancio. “Speriamo, però – dice il capogruppo del Movimento all’Assemblea regionale, Giancarlo Cancelleri – che alla fine questa cifra sia molto più grossa. Vogliamo credere, infatti, che in momento così delicato per l’economia siciliana anche altri deputati saranno pronti a percorrere il cammino da noi tracciato, dimostrando di lavorare anche, e soprattutto, per la Sicilia”.

Tutti i dettagli dell’operazione saranno resi noti il prossimo 9 gennaio, nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 10,30 nella sala stampa dell’Assemblea regionale siciliana.

Da beppegrillo.it

Read Full Post »

Restitution Day

La porzione di stipendio eccedente i 5.000 euro lordi, che percepiranno i deputati regionali siciliani, viene restituita direttamente all’ARS e destinata a un fondo, gestito dalla Regione Siciliana, per il microcredito. I media di regime se ne accorgeranno?

“Pmisicilia, associazione delle microimprese siciliane, esprime soddisfazione per la decisione presa dal MoVimento 5 Stelle, annunciata dal capogruppo Giancarlo Cancelleri, di destinare parte dello stipendio dei propri deputati regionali siciliani (quello eccedente i 5.000 euro lordi che percepiranno come promesso in campagna elettorale e messo ripetutamente in dubbio dai media, ndr) per creare un fondo destinato alle microimprese. (altro…)

Read Full Post »