Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘rifiuti’

RaggiBlinda l’assessore all’Ambiente dopo le polemiche per le consulenze all’Ama: “La contestano solo perché è scomoda”.

Entra tra gli applausi (dei suoi) Virginia Raggi, nell’aula Giulio Cesare del Campidoglio. E’ la giornata più lunga da quando ha vinto le elezioni. Dopo due settimane di polemiche la sindaca difende l’assessore all’Ambiente, Paola Muraro, accusata dalle opposizioni di legami politicamente inopportuni durante i dodici anni in cui ha lavorato come consulente Ama, la municipalizzata dei rifiuti con quasi 600 milioni di debito. Molti attacchi declinati al passato, non molte però le soluzioni concrete proposte per evitare future emergenze. (altro…)

Read Full Post »

Lo confesso, non avevo capito niente e leggendo ogni giorno il Corriere della Sera, la Repubblica e l’unanime coro di (quasi) tutta la stampa italiana cominciavo davvero a pensare (e a temere) che i rifiuti per le strade di Roma li avesse portati l’assessore Cinquestelle all’Ambiente Paola Muraro. Che gli autobus di Roma fossero improvvisamente scomparsi per un maleficio dell’assessore Cinquestelle ai Trasporti, Linda Meleo. E che perfino la voragine del Tiburtino che l’altro giorno ha inghiottito una sfortunata signora fosse la conseguenza tragica dell’hybris pentastellato, della cieca tracotanza, della inettitudine, della stoltezza che impregna le mura del Campidoglio da quando il populusque romano (meglio dire la Suburra i cui cattivi umori finirono per travolgere anche i Parioli, ultima cittadella della ragione Pd) in preda a irrefrenabile ubriacatura demagogica vi collocò la madre, la sorella, la figlia, la moglie, la fidanzata di tutte catastrofi urbane: il sindaco Cinquestelle Virginia Raggi. (altro…)

Read Full Post »

MURAROL’ultima frontiera del precariato giornalistico è quella dei cronisti pagati a metro quadro, come la pizza al taglio. Gli sventurati colleghi, ai quali va tutta la nostra solidarietà, devono assicurare ai giornaloni almeno due pagine quotidiane su Paola Muraro, ex consulente dell’Ama e neoassessore all’Ambiente di Roma. Fino a un mese fa, era una delle più apprezzate e contese esperte italiane di compostaggio. Poi, ingenua, ha accettato di lavorare nella giunta Raggi. E dall’oggi al domani è diventata un rifiuto umano, una putribonda figura e una criminale matricolata, collezionando centinaia di titoli e articoli di cronaca giudiziaria che neanche Totò Riina. (altro…)

Read Full Post »

Raggi

Solidoro (nuovo Ad di Ama ndr) traghetterà Ama in una nuova era che veda l’economica circolare come punto d’arrivo di una nuova concezione del ciclo dei rifiuti, e siamo contenti delle parole di Zingaretti dell’assoluta contrarietà al termovalorizzatore”. Così Virginia Raggi (M5S), sindaca di Roma al termine dell’incontro con il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti (Pd), sull’emergenza rifiuti nella Capitale. “L’ha scelto il direttorio? No, io insieme agli assessori, valutando i curricula prendenti nell’azienda e poi ci siamo rivolti all’esterno non trovando un profilo idoneo alla nostra visione politica” replica la Raggi. (altro…)

Read Full Post »

Raggi

La sindaca M5s in Campidoglio ha illustrato le linee programmatiche della giunta e ha affrontato il tema della gestione dell’azienda incaricata della raccolta sacchetti dopo che nei giorni scorsi è stato messo in discussione l’operato dell’assessora Paola Muraro.

Prevenire la produzione dei rifiuti, rendere più efficiente la raccolta differenziata e riorganizzare la municipalizzata Ama. che “attualmente ha 600 milioni di debiti“. Mentre continuano le polemiche a Roma per la gestione dell’emergenza sacchetti da parte dell’assessora Paola Muraro e per il suo passato da consulente per l’azienda, la sindaca Virginia Raggi ha illustrato le linee programmatiche della giunta M5s in Campidoglio. “Roma Capitale”, ha detto la prima cittadina in Aula, “deve procedere alla riorganizzazione di Ama sotto l’egida della sindaca e dell’assessorato preposto ma nel contempo, deve rivendicare e riappropriarsi del ruolo di indirizzo operativo e di vigilanza del socio di maggioranza al 51 per cento e ricondurre Acea a servizio della città”. (altro…)

Read Full Post »

Puliamo il mondo

Liberiamo dai rifiuti e dall’indifferenza i centri storici e le periferie delle nostre città. Partecipa, un piccolo gesto fatto in molti cambia il mondo.

Puliamo il Mondo è un’iniziativa di cura e di pulizia, un’azione concreta, per chiedere e avere città più pulite e vivibili. Un piccolo gesto di  grande valore educativo che contribuisce a sviluppare senso civico. E’ l’edizione italiana di Clean up the world, www.cleanuptheworld.org, il più grande appuntamento di volontariato ambientale nel  mondo che, nato a Sydney nel 1989, coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi. Dal 1993 Legambiente ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia. (altro…)

Read Full Post »

roghi_rifiuti

“La chiamano #laguerra dei rifiuti. Negli ultimi mesi ben 26 impianti di riciclo, compostaggio e trattamento meccanico-selezione, depositi e discariche di rifiuti sono andati a fuoco. Su questi roghi il Movimento 5 Stelle vuole vederci chiaro. Stefano Vignaroli, vice presidente della Commissione d’inchiesta sul ciclo illecito dei rifiuti porterà all’ attenzione della Commissione un dossier per verificare se esiste un nesso che lega questi incendi e l’eventuale dolo oppure si tratta di semplici incidenti. (altro…)

Read Full Post »

smaltimento rifiutiL’offensiva Due incappucciati il 28 maggio a Pontedera, un commando di sei uomini vicino Milano a luglio. È iniziata la guerra alle aziende ecologiche.

L’attacco è partito due mesi e mezzo fa, la notte tra mercoledì 27 e giovedì 28 maggio, a Pontedera, città industriale in provincia di Pisa dove ha sede la Piaggio. Due uomini incappucciati sono entrati nel piazzale della Mansider, che si occupa di smaltimento di rifiuti industriali, e hanno dato fuoco a 70 mila pneumatici. Il 2 giugno ha preso fuoco a Roma l’impianto Tmb (trattamento meccanico biologico) della municipalizzata Ama, provocando pesanti danni a una struttura decisiva per la raccolta differenziata nella Capitale. (altro…)

Read Full Post »

A “Radio anch’io” sento dire, non da un ambientalista rompiballe ma da un esperto istituzionale, che per smaltire i rifiuti bisogna arrivare a una mentalità “circolare” e non più “lineare”. Ben al di là della questione dei rifiuti, il concetto mette in discussione radicalmente il nostro modo di produrre e di vivere. Non esistono un inizio utile e produttivo e una fine inutile e improduttiva. È l’intero ciclo che dobbiamo considerare, tutto intero. Riallacciando l’inizio alla fine e la fine all’inizio. Anche ciò che scartiamo può essere reimmesso nel grande ciclo della natura e della produzione. Conviene. È razionale. Si può fare. La mentalità “circolare” appartiene alla cultura contadina dall’alba dei tempi. (altro…)

Read Full Post »

rifiuti-discaricaAnche la Grecia viene multata dalla Corte di Giustizia europea per non aver adottato tutte le misure necessarie per l’esecuzione della sentenza del 2005 sulla gestione dei rifiuti. La Grecia dovrà pagare una penalità semestrale di 14 520 000 euro, dal quale sarà dedotto un importo pari a 40 000 euro per ogni sito di eliminazione incontrollata dei rifiuti,che sia stato oggetto o di chiusura o di risanamento dopo il 13 maggio 2014, nonché un importo pari a 80 000 euro per quei siti che saranno stati al contempo chiusi e risanati.

In seguito a denunce, a interrogazioni e a relazioni del Parlamento europeo sull’esistenza di discariche illegali e non controllate nel 2003 la Commissione ha avviato la procedura di inadempimento. (altro…)

Read Full Post »

settimana europea dei rifiutiParte la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti che per l’edizione 2014 riserva ben 5643 azioni diffuse in tutta Italia dal 22 al 30 Novembre.

La ‘Settimana’ è un’iniziativa nata all’interno del Programma LIFE+ dellaCommissione Europea, con l’obiettivo primario di sensibilizzare le Istituzioni, gli stakeholder e tutti i consumatori circa le strategie e lepolitiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea, che gli Stati membri devono perseguire.
Anche quest’anno l’obiettivo sarà quello del massimo coinvolgimento di Pubbliche Amministrazioni, Associazioni e Organizzazioni no profit, Scuole e Università, Imprese, Associazioni di categoria e Cittadini che potranno proporre azioni volte alla riduzione dei rifiuti, a livello nazionale e locale.

il tema di questa edizione sarà la lotta allo spreco alimentare e come sempre, nel creare la propria azione ci si potrà sbizzarrire: dal cucinare con gli avanzi al laboratorio di compostaggio con gli scarti organici, dagli eco-acquisti al laboratorio di riuso e riciclo con i bambini e gli adulti. (altro…)

Read Full Post »

PizzarottiL’annuncio è arrivato durante la Festa del Fatto al Fuori Orario. Il presidente dell’associazione Fioretti motiva la decisione: “Pizzarotti l’inceneritore se l’è trovato, ma sta gestendo la situazione nel modo migliore. Il primo cittadino M5s: “Non siamo stati giudicati per quello che abbiamo trovato sul territorio”.

Il Comune di Parma entrerà a far parte dell’associazione dei Comuni Virtuosi, nonostante l’inceneritore di Ugozzolo. Ad annunciarlo è stato il sindaco Federico Pizzarotti, che dal palco delFuori Orario a Taneto di Gattatico, alla festa nazionale del Fatto Quotidiano e dei Comuni Virtuosi, ha anticipato la notizia insieme al presidente dell’associazione Luca Fioretti. “Avevamo inoltrato la domanda da tempo e l’ufficialità è arrivata solo pochi giorni fa – ha commentato Pizzarotti – Siamo orgogliosi per questo risultato perché significa che siamo stati giudicati positivamente per le politiche che vogliamo impostare e non per quello che abbiamo trovato sul territorio”.  (altro…)

Read Full Post »

LItalia dei fuochie telecamere di Presadiretta in un lungo viaggio inchiesta per raccontare “l’Italia dei fuochi” e il traffico illecito di rifiuti.
Dal sud al nord del paese, PRESADIRETTA è stata in Campania tra le province di Napoli e Caserta, in Calabria, in Liguria, in Lombardia.

A PRESADIRETTA il racconto delle denunce dimenticate e gli allarmi inascoltati. La testimonianza di Carmine Schiavone, il collaboratore di giustizia che già nel 1997 aveva raccontato come i clan camorristici avevano seppellito migliaia di tonnellate di rifiuti tossici tra Napoli e Caserta. E quella di Carmine Liguori, raccolta pochi giorni prima della sua morte a 59 anni, l’unico vigile ambientale di Acerra, che ha pagato con la vita il suo impegno contro i traffici di rifiuti nella sua terra. (altro…)

Read Full Post »

Terra dei fuochi

Chi appicca i roghi rischia dai due ai cinque anni di reclusione. Se non viene consentito all’autorità giudiziaria di effettuare controlli, i terreni verranno catalogati come zone no-food. 600 milioni di euro sono destinati alla bonifica dei territori.

Bruciare rifiuti diventa reato e chi appicca roghi a cumuli di rifiuti tossici abbandonati rischia da due a cinque anni di carcere. E naturalmente segue il sequestro del terreno. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto emergenze e tra le varie norme si interviene anche per risolvere la situazione della Terra dei fuochi, introducendo per la prima volta sanzioni penali. Inoltre sono destinati 600 milioni per le bonifiche, che si aggiungeranno ai 300 milioni già destinati dalla Regione Campania. (altro…)

Read Full Post »

Bassolino“IL FATTO NON SUSSISTE”. IL TRIBUNALE HA SCAGIONATO L’EX GOVERNATORE E GLI ALTRI 27 IMPUTATI ACCUSATI A VARIO TITOLO DI FRODE, TRUFFA E FALSO.

Lo hanno assolto dall’accusa più grave, che lo aveva marchiato a fuoco stroncandone la carriera politica: aver preparato le condizioni per sporcare la Campania di milioni e milioni di tonnellate di rifiuti, abbandonati per strada, a marcire sui marciapiedi, a bruciare nei cassonetti, ad avvelenare milioni di cittadini inermi. Assolto con formula piena, Antonio Bassolino, l’ex governatore Pd della Campania, il commissario dell’emergenza rifiuti dal 2000 al 2004, l’uomo che cercava il dialogo con il governo Berlusconi tramite il sottosegretario Gianni Letta, uno dei tanti testimoni sentiti nel corso di un lungo processo iniziato nel maggio 2008 e assurdamente confinato per anni nell’aula bunker del carcere di Poggioreale per decisione della Procura generale di Napoli.  (altro…)

Read Full Post »

I punti

Tecnici al lavoro in vista dei Consigli dei ministri di fine agosto e della cabina di regia.

ROMA— Cancellare in modo definitivo la prima rata dell’Imu. Nello stesso tempo abolire l’imposta e sostituirla con la Service tax, da pagare già a dicembre. Una tassa meno cara (la metà circa dell’Imu) che copre i servizi comunali come illuminazione, polizia locale, anagrafe. E dovuta da proprietari e affittuari. Una soluzione, questa, destinata a rafforzarsi nelle prossime ore, in vista del decreto che il governo varerà con ogni probabilità nel Consiglio dei ministri del 28 o 29 agosto. Non in quello di venerdì prossimo che invece dovrebbe avere in scaletta il decreto D’Alia sulla Pubblica amministrazione: 7-8 mila prepensionamenti, taglio del 20% delle consulenze, sforbiciata alle auto blu e riserva nei concorsi per i precari (150 mila a rischio entro l’anno). (altro…)

Read Full Post »

“C’è una zona della Campania che viene chiamata “Terra dei Fuochi” perché lì bruciano ogni giorno illegalmente rifiuti di ogni tipo anche tossici e da questo proliferano da anni malattie e morti. C’è una discarica in Campania che si chiama Taverna del Re, una discarica al contrario perchè la “monnezza” anziché essere sotto terra è stata accumulata in piramidi formate da 5.850.000 ecoballe coperte da enormi teli neri su una superficie grande come 366 campi di calcio. Contro ogni legge, contro ogni buon senso, contro i cittadini onesti. Ci sono delle persone commosse come Roberto, Luigi, Salvatore e insieme a loro tante altre che sono riuscite durante la prima tappa dello “SpazzaTour” ad entrare e a far entrare tanti altri cittadini liberi per far vedere cosa hanno fatto le istituzioni, i politici in quella terra, per far respirare loro le conseguenze. (altro…)

Read Full Post »

Le nostre Città

1993, 2013. Come sono cambiate le città italiane? Mobilità, rifiuti, inquinamento atmosferco, consumi energetici. Qualche progresso. Molte emergenze ancora da risolvere.

A Milano presentato il rapporto di Legambiente, che dal 1994 analizza le eco-performance dei comuni capoluogo di provincia. Preoccupante il progressivo abbandono del trasporto pubblico: si passa dai 97 viaggi per abitante all’anno effettuati in media sui bus nel 1994 agli 83 in media nel 2011.La sfida per delle città più ecosostenibili si gioca sul rilancio di un nuovo modello di mobilità, più mezzi pubblici e bici nei centri urbani sull’esempio della manifestazione # Mobilità Nuova nel capoluogo lombardo”.

Vent’anni fa nasceva Ecosistema Urbano, lo studio realizzato da Legambiente insieme ad Ambiente Italia per valutare la vivibilità ambientale delle città italiane. Abbiamo messo a confronto le informazioni raccolte in questi anni per un primo bilancio complessivo delle traformazioni avvenute nei centri urbani. La lettura dei dati ci mostra quanto ancora ci sia da fare per migliorare le performance ambientali nelle nostre città. (altro…)

Read Full Post »

earthday2013Un miliardo di persone in 175 nazioni sta festeggiando il compleanno del nostro pianeta, l’Earth Day 2013, la Giornata Mondiale della Terra. Nata negli USA nel 1970 come evento educativo sui temi ambientali, conta oggi migliaia di iniziative in tutto il mondo. Un modo per discutere dello stato di salute del nostro pianeta, per informare e sensibilizzare su cambiamenti climaticirifiutiinquinamentosprechi energetici.

Il tema scelto quest’anno è The Face of Climate Change, mentre il concerto di stasera si terrà a Milano ed avrà come protagonisti, insieme per la prima volta, Fiorella Mannoia e Khaled, l’artista algerino che è riuscito, con la sua musica, a superare confini geografici e barriere culturali. L’appuntamento è a Milano Assago, al Teatro della Luna e il ricavato della biglietteria per il live a teatro sarà interamente dedicato a sostenere i progetti green di Earth Day Italia. (altro…)

Read Full Post »

ambientei2

Un’economia low carbon attenta alle persone e ai territori. L’Italia oltre la crisi raccontata nel rapporto annuale di Legambiente e Istituto Ambiente Italia.

Forti diseguaglianze generazionali e di genere, tasso di occupazione tra i più bassi in Europa, mobilità privata ai vertici, industria in crisi, dissesto idrogeologico senza freni, illegalità ambientale al top, concentrazione di polveri e metalli ancora elevati. In positivo aumentano le rinnovabili, si riduce la produzione di rifiuti e le emissioni inquinanti, crescono le vendite di biciclette.

Le città soffocano per traffico e smog; la raccolta differenziata arranca in buona parte del Paese nonostante i 1300 comuni ricicloni e il calo nella produzione dei rifiuti (dovuto alle politiche locali oltre che alla crisi nonostante l’assenza delle politiche nazionali); il dissesto idrogeologico incombe sulla vita delle persone e l’economia del Belpaese; l’occupazione cala drammaticamente con il settore manifatturiero e industriale ridotto al lumicino; le ecomafie, intanto, in splendida forma, continuano a realizzare business milionari a scapito del territorio e dell’intera comunità, dove le diseguaglianze aumentano, con effetti particolarmente gravi nelle regioni del Sud.  (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »