Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘roberto maroni’

maroni_interna_nuova1Le indagini riguardano circa 1.200 firme raccolte nella circoscrizione brianzola. “Emerse irregolarità per quanto riguarda le procedure di autentificazione dell’80 per cento delle sottoscrizioni”.

I pm di Monza hanno aperto un’inchiesta sulle firme della lista Maroni. Giuliano Beretta, consigliere provinciale monzese della Lega Nord, è stato indagato per falso con l’accusa di avere falsamente autenticato circa 900 firme raccolte nella circoscrizione Monza e Brianza a sostegno della ListaMaroni presidente alla regione Lombardia. L’inchiesta è stata avviata dal pm Franca Macchia in seguito alla denuncia presentata qualche settimana fa dai radicali. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

LOMBARDIA: FORMIGONI, BERLUSCONI PER MARONI? NON CONVINTO

E la Lombardia diventa un incubo per Pdl e Lega.

“La Lega non c’entra nulla e se qualcuno farà insinuazioni su questo ne risponderà in sede civile e penale. Orsi fu nominato dal consiglio dei ministri”. Adesso Roberto Maroni inizia ad avere davvero paura. Mette le mani avanti, attacca oggi per timore di doversi difendere – politicamente – un domani, scarica la nomina di Orsi su tutto il governo Berlusconi. Nel tentativo di alzare una cortina fumogena che oscuri le responsabilità della Lega sulla nomina dell’uomo che ha guidato la principale industria del paese. E che parla con disinvoltura di “filosofia delle tangenti”.

A via Bellerio raccontano di un clima plumbeo. Da ultimi giorni di Pompei. Parole imbarazzate su Finmeccanica. Imbarazzo pure sull’accusa di associazione a delinquere arrivata a Roberto Formigoni, e che si somma a quella di corruzione sulla vicenda Maugeri. Un uno-due che rischia di essere devastante nelle urne. Ma l’incubo vero della Lega si chiama Finmeccanica. Soprattutto per il “Carroccio delle scope” di Maroni. (altro…)

Read Full Post »

La novità, nello show televisivo/radiofonico che continua ormai da settimane, è l’annuncio dell’accordo siglato con la Lega nord di Roberto Maroni in vista delle prossime elezioni: “Habemus Papam – dice Silvio Berlusconi a Rtl 102.5 – questa notte ad Arcore è stato siglato l’accordo con la Lega”. L’accordo sblocca quindi la candidatura del segretario leghista alla poltrona del Pirellone e allontana lo stesso Berlusconi da un eventuale ritorno a palazzo Chigi: ”Io – dice ancora Berlusconi – sarò il leader della coalizione dei moderati”. Ma aggiunge, “qualora vincessimo preferirei fare il ministro dell’Economia essendo stato in trincea molti anni”. (altro…)

Read Full Post »

Dal prossimo 9 dicembre niente permesso di soggiorno senza conoscenza dell’italiano. Lo prevede il decreto 4 giugno 2010 (firmato dai ministri dell’Interno e dell’Istruzione, Roberto Maroni e Mariastella Gelmini), che entra in vigore in quella data e prevede un test di lingua obbligatorio per gli stranieri che intendono richiedere il documento per soggiornanti di lungo periodo.
Il Dipartimento per le liberta’ civili e l’immigrazione del ministero dell’Interno ha messo a punto la procedura informatica che consentira’ la gestione delle domande per la partecipazione al test. Lo straniero che intende chiedere il rilascio del permesso per soggiornanti di lungo periodo dovra’ presentare alla prefettura la richiesta di partecipazione tramite l’indirizzo http://www.testitaliano.interno.it. La prefettura convoca il richiedente entro 60 giorni per lo svolgimento della prova indicando data e luogo. L’esame si svolge con modalita’ informatiche ma, su richiesta, anche per iscritto. E’ strutturato sulla comprensione di brevi testi, frasi ed espressioni di uso frequente.

Il contenuto delle prove che compongono il test, i criteri di assegnazione del punteggio e la durata della prova sono stabiliti uniformemente su tutto il territorio nazionale. Per superare la prova il candidato deve conseguire almeno l’80% del punteggio complessivo. Se l’esito e’ positivo, lo straniero puo’ presentare la domanda e la questura, verificati tutti gli altri requisiti richiesti, rilascia il permesso di soggiorno. In caso di ‘bocciatura’, lo straniero puo’ ripetere la prova e inoltrare un’altra richiesta per sostenere il nuovo test.
Non tutti gli stranieri sono pero’ tenuti a sottoporsi all’esame di lingua. E’ infatti esentato dalla prova chi ha attestati o titoli che certifichino la conoscenza dell’italiano a un livello non inferiore al livello A2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue; chi ha titoli di studio o titoli professionali (diploma di scuola secondaria italiana di primo o secondo grado oppure certificati di frequenza relativi a corsi universitari, master o dottorati): chi e’ entrato in Italia come dirigente, professore universitario o ricercatore, traduttore o interprete; chi e’ affetto da gravi limitazioni alla capacita’ di apprendimento linguistico.

info@consumatori

Read Full Post »