Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘sala’

expo-chiusura

È il primo atto di questo tipo legato alle vicende dell’esposizione universale, che porterà Paris ad affrontare il giudizio dei magistrati contabili, con il rischio di dover rimborsare oltre un milione di euro. Una parte chiesta dalla procura a titolo di “danno non patrimoniale all’immagine della società Expo”, una parte a titolo di “danno patrimoniale da tangente”. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

salaProporzioni di una notizia, a guardare Repubblica e Corriere della Sera, sembrano funzionare più o meno così: se la notizia su un’inchiesta riguarda i Cinque Stelle, allora ci si può dedicare più spazio. Se riguarda il Pd, o nel caso specifico il sindaco di Milano Giuseppe Sala, allora ci si può pure stringere in un boxino o limitarsi a darla nella cronaca locale. Corriere di ieri: un’intera colonna per la mancata scarcerazione di Marra e le mosse della Raggi e, nella stessa pagina, un mini boxino per la proroga di sei mesi delle indagini sull’appalto Expo che tra gli indagati vede anche il sindaco di Milano. (altro…)

Read Full Post »

 

National Day della Gran Bretagna a Expo Milano 2015 con Primo Ministro David CameronIl sindaco di Milano è accusato di falso materiale per il maxi-appalto della Piastra. Ieri il gip ha dato l’ok alla richiesta di proroga. A novembre l’indagine era stata avocata dalla Procura generale.

Altri sei mesi per indagare sul più grande appalto di Expo e sul suo commissario, Giuseppe Sala, che nel frattempo è diventato sindaco di Milano. Il giudice delle indagini preliminari Lucio Marcantonio ha detto sì: la Procura generale ha tempo fino al 10 giugno 2017 per proseguire l’inchiesta che la Procura voleva archiviare. (altro…)

Read Full Post »

sala

A concederli è stato il giudice per le indagini preliminari di Milano, Lucio Marcantonio, che ha così accolto la richiesta del sostituto procuratore generale, Felice Isnardi. Il primo cittadino è accusato falso materiale e falso ideologico.

Ci saranno altri sei mesi d’indagini per l’inchiesta sulla Piastra di Expo, l’infrastruttura più costosa realizzata nel sito di Rho Pero dalla Mantovani. A concederli è stato il giudice per le indagini preliminari di Milano, Lucio Marcantonio, che ha così accolto la richiesta del sostituto procuratore generale, Felice Isnardi. La proroga delle indagini riguarda le posizioni di sette persone iscritte nel registro degli indagati, compreso il sindaco di Milano ed ex amministratore delegato di Expo, Giuseppe Sala, che è accusato di falso materiale e falso ideologico. Si tratta della stessa indagine che nel dicembre scorso aveva portato ad un’inedita “autosospensione” di Sala dal ruolo di primo cittadino di Milano. (altro…)

Read Full Post »

paese-alla-rovescia

Read Full Post »

manicomio

Giorgio Bocca lo chiamava “il Paese di Sottosopra”, ma era un eufemismo. Questo è un manicomio, però gestito non dagli psichiatri, ma dai matti. A Milano c’è un sindaco indagato per falso materiale e falso ideologico sul principale appalto del principale grande evento degli ultimi anni: l’Expo 2015. Il sindaco si “autosospende” e si fa sostituire dal vicesindaco, inventandosi un istituto giuridico che non esiste in natura e nell’ordinamento, giustificato con un “impedimento temporaneo” anch’esso inventato visto che le indagini non gli impediscono di esercitare le sue funzioni. Una penosa manfrina per fare pressioni sulla Procura generale che ha osato riesumare l’inchiesta sepolta dalla Procura ordinaria e riaperta dal gip. E tutti, compreso Salvini, implorano Sala di restare al suo posto perché “Milano dev’essere governata”. (altro…)

Read Full Post »

sala-raggiPer una volta, ci capita di essere d’accordo con i commentatori di tutti i giornaloni e giornalini: Paola Muraro deve dimettersi da assessore all’Ambiente di Roma. Non per aver taciuto di essere indagata (l’iscrizione è un atto segreto, noto solo a lei e alla Procura, e poteva farne ciò che voleva), ma per aver dichiarato pubblicamente di non esserlo (“non mi risulta nulla”). Cioè per avere mentito. Tale è il nostro entusiasmo per quest’unanimità di consensi che vorremmo battere il ferro finché è caldo: cioè approfittarne per applicare lo stesso metro di giudizio a tutti i casi simili o addirittura più gravi. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »