Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘salute’

“La libertà dei nostri figli è intoccabile. Giù le mani”, urla Anna. È venuta a manifestare a Roma dalla Calabria con marito e figlia. “Ci avete tolto il lavoro e la casa. Ma la libertà e la salute dei nostri figli no, non l’avrete”. Magliette bianche e cartelloni per la “libertà di scelta“: sono i “No Vax”, anche se molti di loro preferiscono essere definiti “free Vax”, e sono scesi in piazza oggi nella Capitale contro il decreto che introduce l’obbligo di 12 vaccinazioni per la frequenza scolastica. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Inail condannata a corrispondere un vitalizio a un lavoratore costretto a utilizzare il cellulare più di tre ore al giorno senza protezioni.

“Per la prima volta una sentenza riconosce un nesso tra l’uso scorretto del cellulare e lo sviluppo di un tumore al cervello”. Lo annunciano gli avvocati Renato Ambrosio e Stefano Bertone, dello studio legale torinese Ambrosio e Commodo. Il Tribunale di Ivrea ha infatti condannato l’Inail a corrispondere una rendita vitalizia da malattia professionale al dipendente di una azienda cui è stato diagnosticato il tumore dopo che per 15 anni ha usato il cellulare per più di tre ore al giorno senza protezioni.   La sentenza, resa nota oggi dagli avvocati, è dello scorso 30 marzo. (altro…)

Read Full Post »

stopttip_Il TTIP, trattato USA-UE su commercio e investimenti, oggetto di negoziati a lungo tenuti segreti, getta molte ombre su temi rilevanti per la salute dei cittadini. Un articolo pubblicato su Epidemiologia&Prevenzione analizza ciò che può mettere a rischio non solo la qualità dei cibi, ma anche l’accesso alle cure sanitarie, le politiche di contrasto ai cambiamenti climatici, la sovranità dei singoli Stati europei. Una minaccia non solo per la salute degli individui, dunque, ma anche per la stessa democrazia in Europa.

Il potenziale impatto del partenariato transatlantico sul commercio e gli investimenti (TTIP) sulla salute pubblica è il titolo dall’articolo pubblicato daEpidemiologia & Prevenzione, rivista dell’Associazione italiana di epidemiologia, a firma di Roberto De Vogli e Noemi Renzetti (University of California Davis, US) in cui vengono passati in rassegna i diversi capitoli del TTIP che potrebbero interagire con la tutela della salute dei cittadini europei.

Il TTIP, versione europea dei trattati di libero commercio (NAFTA e TPP) già in vigore dall’altra parte del mondo, è un documento complesso. Gli autori analizzano i possibili effetti sulla salute dell’introduzione del Trattato scandagliandone meticolosamente il testo, mettendo a confronto le opinioni di sostenitori e detrattori, e sostanziando la loro analisi con esempi concreti. (altro…)

Read Full Post »

Salute, allarme per i cementifici trasformati in inceneritoriScritto dall’ex ministro Clini e potenziato dal Governo Renzi, un decreto su misura trasforma questi impianti in inceneritori. Con pericoli seri per la salute. Come dimostrano gli studi dell’Arpa e i casi in Lombardia e Puglia.

Una rivoluzione tra le ciminiere dei 69 impianti italiani.Una rivoluzione che fa la gioia del settore. Anche i cementifici possono bruciare i rifiuti. Dove nascono i sacchi indispensabili al ciclo del cemento si usano i forni per altri scopi.

(altro…)

Read Full Post »

ospedale

“Non ci sono tagli alla sanità”. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi lo ha ripetuto così tante volte che viene la tentazione di crederci. Invece nella legge di Stabilità i tagli ci sono eccome e si sommano a quelli delle manovre precedenti. L’analisi pubblicata ieri dall’Ufficio parlamentare di bilancio, l’autorità indipendente che vigila sui conti pubblici, è la smentita definitiva al premier e dovrebbe aprire un certo dibattito. Perché a chi contesta i tagli c’è sempre chi risponde che in sanità l’offerta genera la domanda, quindi è chiaro che più si spende più i cittadini chiederanno di spendere, in un aumento senza fine. Ma in Italia la spesa sanitaria è più bassa che nella media dei Paesi ricchi dell’Ocse: 6,5 per cento del Pil contro il 6,8 medio. Quindi non spendiamo troppo, ma un po’ meno degli altri. (altro…)

Read Full Post »

expo

VENT’ANNI DI POTERE ALLE PORTE DELLA CITTÀ. L’ISTITUTO TUMORI VA IN AREA INQUINATA: IL TIFO DI BANCHE E COOP.

La storia della Città della Salute di Sesto San Giovanni è nota e si svolge da anni, per così dire, alla luce del sole. Chi si finge sorpreso, o distratto, mente. L’arresto degli ex eroi di Tangentopoli Gianstefano Frigerio, Primo Greganti ed EnricoMaltauro, oltre che dell’ex senatore (Dc prima e Pdl poi) Luigi Grillo, confermano che sulle aree della ex Falck di Sesto San Giovanni è stata costruita una perfetta “operazione di sistema”. Di quelle in cui non ci si ferma di fronte a niente e a nessuno: troppo corposi ed estesi sono gli interessi in gioco, di banche, imprese, politici. I traffici per far vincere l’appalto da 350 milioni a Mal-tauro e alla Manutencoop di Claudio Levorato risultano quasi prevedibili, e vale per tutte solo la frase di Frigerio (“Dobbiamo fare squadra”) che teorizza le intese trasversali. (altro…)

Read Full Post »

IndagatiTorino, inchiesta chiusa. Vannoni: a maggio si riparte I medici che dissero sì al metodo: ci vergogniamo.

TORINO – Davide Vannoni ha creato un’associazione a delinquere per truffare centinaia di persone colpite da gravi malattie somministrando, talvolta a pagamento, farmaci guasti e pericolosi. E in più, anche se dotato solo di un laurea in psicologia, si è spacciato per medico. Il pm di Torino Raffaele Guariniello ha chiuso le indagini dei Nas su Stamina scaricando accuse pesantissime sul guru del discusso metodo e su altre 19 persone, tra suoi collaboratori, dirigenti e primari del Burlo Garofolo di Trieste e degli Spedali Civili di Brescia, e pure su un funzionario dell’Aifa, il responsabile dell’ufficio ricerca e sperimentazione Carlo Tomino. L’inchiesta potrebbe essere la pietra tombale su una cura al centro di polemiche da anni. Anche se Vannoni annuncia di avere molte carte per difendersi dalle accuse. (altro…)

Read Full Post »

FarmaciRICERCATORI A LIBRO PAGA, DURATA DEI BREVETTI PROLUNGATA, ACCORDI PER FISSARE I RIMBORSI. LE CASE FARMACEUTICHE SI SONO SPARTITE IL MERCATO COME VOLEVANO. CASO AVASTIN-LUCENTIS: PRIMI INDAGATI A TORINO.

Prolungare la durata dei brevetti, fare accordi illeciti per fissare i prezzi dei farmaci, mettere a busta paga ricercatori e scienziati. Sono solo alcuni degli escamotage utilizzati dai colossi farmaceutici per poter sponsorizzare i propri medicinali e gonfiare i fatturati. Non resta isolato il caso Roche-Novartis, le due case farmaceutiche che solo qualche giorno fa sono state sanzionate dall’Antitrust. Dovranno pagare una multa di 180 milioni di euro in totale, perché hanno fatto cartello per sponsorizzare il Lucentis, che costa circa 700 euro, rispetto all’Avastin che ne costa 80. Sul caso indaga sia la procura di Roma (per aggiotaggio e truffa), che quella di Torino, dove sono già stati iscritti alcuni nomi nel registro degli indagati.   (altro…)

Read Full Post »

bersaniHA PARLATO CON LA MOGLIE E HA CHIESTO DI JUVE-ROMA. ESCLUSI DANNI NEUROLOGICI.

Il miracolo di ricompattare il partito a cui ha dato tanto non gli è riuscito. Ma almeno Pier Luigi Bersani sta meglio e i medici sembrano cautamente ottimisti. Se domenica all’ospedale si erano presentati solo i familiari, gli amici stretti, i fedelissimi come Vasco Errani e Maurizio Migliavacca, ieri la rampa che porta alla reception dell’ospedale Maggiore di Parma è stata una passerella di big del Partito democratico, arrivati chi per portare solidarietà, chi per guadagnarsi il suo minuto davanti alle telecamere schierate come un plotone. Sono giunti alla spicciolata, dando plasticamente l’impressione di un partito che non ha digerito ancora le lacerazioni degli ultimi anni.  (altro…)

Read Full Post »

enel_greenpeaceLA DISPUTA Il cortometraggio “Uno al giorno” denuncia l’impatto sulla salute delle centrali inquinanti, l’azienda querela per diffamazione regista e sceneggiatore.

Si sposta in tribunale lo scontro tra il colosso italiano dell’elettricità, Enel, e il gruppo ambientalista Greenpeace. Una disputa che nasce dopo la diffusione di un cortometraggio dal titolo “Un morto al giorno”, quattro minuti in cui vengono portati in scena i dati sull’inquinamento prodotto dalle centrali a carbone dell’Enel. Numeri preoccupanti che parlano di un decesso al giorno. L’azienda tuttavia per tutelare la propria scelta di produzione ha deciso di denunciare gli autori del cortometraggio.

Il regista Mimmo Calopresti e l’autore della sceneggiatura Manfredi Giffone così sono finiti nel registro degli indagati per diffamazione.   (altro…)

Read Full Post »

ilva-tarantoLA CORTE ha dato ragione alla legge “salva Ilva”, torto ai magistrati di Taranto. E ora? Qualunque verdetto fosse arrivato, la domanda sarebbe stata la stessa. Da una parte c’era una città (divisa anche lei, certo), dall’altra una legge voluta da governo, partiti e sindacati.

Una legge controfirmata dal presidente della Repubblica, caldeggiata vastamente in nome delle ragioni superiori dell’economia. Si penserà a una vittoria del buon senso sul rigore astratto, o al contrario della ragion di Stato sul diritto. La prassi della Consulta e l’aria del tempo inducevano ad aspettarsi il risultato che è venuto. Fra una netta gerarchia di valori e un bilanciamento degli interessi concorrenti, gli interpreti conservatori della Costituzione italiana prediligono il secondo. Procura e gip tarantini avevano scelto la prima: in soldoni, la salute viene prima. Gli interessi erano enormi. (altro…)

Read Full Post »

ilva_taranto

Preoccupazione per il piombo nel sangue dei bambini di Taranto. Giunge così la denuncia da parte di alcuni medici pediatri tarantini riguardo alla presenza di fonti di piombo nell’ambiente alle quali i bambini, e l’intera popolazione dell’area dell’Ilva, possono essere esposti. Sebbene i dati rilevati da parte dei medici non possano essere generalizzati all’intera popolazione infantile della zona, i pediatri non nascondono la propria preoccupazione in proposito.

Acqua, terra ed aria avvelenate. Ecco le possibili fonti di esposizioni al piombo per la popolazione di Taranto. I campioni di sangue analizzati da parte dei medici parlano chiaro. Sono nove i bambini di età compresa tra i 3 ed i 6 anni per i quali è stata individuata la presenza di piombo nel sangue, altrimenti detta piombemia. (altro…)

Read Full Post »

“La verità è che Enel col carbone realizza extra profitti ai danni della salute dei cittadini e dell’ambiente"

“La verità è che Enel col carbone realizza extra profitti ai danni della salute dei cittadini e dell’ambiente”

Continua la battaglia di Enel contro Greenpeace. L’azienda tenta di censurare attraverso vie legali la denuncia portata avanti dall’associazione ambientalista degli impatti sanitari, ambientali ed economici legati alle attività della grande multinazionale energetica.

Enel tenta di ridurci al silenzio attraverso le vie legali. Un’azienda ancora oggi largamente controllata dallo Stato non risponde alle contestazioni che Greenpeace le muove riguardo agli impatti sanitari, ambientali ed economici delle sue attività, e invece cerca la strada delle aule di tribunale, convinta di poterci zittire a suon di richieste di risarcimento e denunce. Ma queste intimidazioni non ci fermeranno”.

Con queste parole, il direttore esecutivo di Greenpeace Giuseppe Onufrio, rende pubblico l’ultimo capitolo della contesa tra la grande multinazionale energetica e Greenpeace.   (altro…)

Read Full Post »

India, sconfitta Big Pharma via libera dei giudici all’anti-cancro low cost.
Storica sentenza contro la svizzera Novartis.

NEW DELHI – La Corte Suprema dell’India boccia le pretese del gigante svizzero Novartis e stabilisce che la patente per un farmaco anti cancro, il Glivec, non ha valore sul suolo del Paese: dunque il farmaco si può riprodurre tranquillamente. Il motivo della sentenza è soprattutto umanitario: garantire l’accessibilità immediata della medicina a chi ne ha bisogno. Entusiasta Vandana Shiva, simbolo della lotta indiana in difesa dell’ambiente e contro la globalizzazione selvaggia. (altro…)

Read Full Post »

Ilva“Quando ti prendi cura delle persone puoi solo vincere”. Oggi il piccolo Federico si ricovera al Gaslini di Genova per un tumore alla testa.

La mamma ha inviato una sua foto al Comitato Donne per Taranto, alla coordinatrice Rosella Balestra, scrivendo: “Tutto era iniziato tra settembre-ottobre con mal di testa e all’inizio pensavamo semplicemente che non volesse andare all’asilo. Quanta rabbia nel mio dirgli “sono tutte chiacchiere, basta con questi capricci”. Come può un genitore dire così? Eppure io sentivo l’anima spaccata per la paura. Poi pensavamo ad un problema della vista, ma quando è subentrato anche il vomito sempre più frequente, il non mangiare, la sua difficoltà persino nel fare le piccole cose di ogni giorno come il salire le scale senza perdere l’equilibrio, o il tenere tra le mani i suoi giochi senza lasciarli cadere, c’è stata la corsa dai medici. (altro…)

Read Full Post »

papa_interna_newDodici mesi fa lo scoop del Fatto sul mordkomplot e sulle condizioni del Papa. Oggi le dimissioni legate “all’esame di coscienza sulle sue forze”, come detto da padre Lombardi in conferenza stampa. Dietro alla rinuncia di Benedetto XVI una condizione fisica ormai compromessa. In un libro del 2010 l’ipotesi: “Se un pontefice non è in grado ha il diritto e anche l’obbligo di lasciare”.

“Motivo fondamentale è l’esame di coscienza sulle sue forze in rapporto al ministero da svolgere”. Con queste parole padre Lombardi, portavoce della Santa Sede, ha spiegato in conferenza stampa la rinuncia di Benedetto XVI al soglio papale. Di fatto quindi, lo stesso portavoce del Vaticano ha dato riscontro alle voci che cercano una motivazione di questo gesto senza precedenti – se non quello di Celestino V – nelle condizioni di salute di Joseph Ratzinger. Anche se lo stesso Lombardi ha negato l’esistenza di una “malattia specifica”. “Avendolo incontrato spesso in queste ultime settimane posso dire di non aver mai notato segni di depressione in Benedetto XVI – ha detto – credo che tutti possano essere tranquilli sulla piena libertà con la quale ha preso la sua decisione. Non risulta – ha aggiunto – nessuna malattia in corso che influisca sulla decisione”. (altro…)

Read Full Post »

“Su quelle gru nessuno è sicuro e dopo la morte di Francesco non ci vogliamo più risalire”. Gli operai: “Macchinari troppo vecchi, l’azienda ci ricatta” .

TARANTO. HANNO recuperato nella mensa devastata l’orologio fermo sull’ora della tromba d’aria: le 10 e 46. «Lo terremo, come quello della stazione di Bologna, per ricordarcene ». Sulla morte di Francesco Zaccaria, operaio gruista, e il ferimento di suoi compagni, la magistratura ha aperto un’indagine. Possono aiutarla le cose che ho ascoltato dagli operai degli impianti marittimi dell’Ilva. «Sulle gru non ci risaliamo. Ce l’hai una macchina fotografica con uno zoom? Vieni al 4° Sporgente, dov’è successo il fatto, e fotografa la ruggine che copre le macchine». (altro…)

Read Full Post »

Il PM AmendolaIl pm Amendola contro la legge salva-azienda. “Legge criminogena: premia il profitto e calpesta la salute”.

Per il magistrato esperto di reati ambientali, le nuove norme sono criminogene ”. Il governo darà uno stipendio d’oro al garante della bonifica: 600 mila euro in tre anni. Soldi presi dal fondo per il dissesto del territorio.

“È un decreto criminogeno”. Gianfranco Amendola, procuratore della Repubblica a Civitavecchia e storico “pretore d’assalto”, figura eminente dell’ambientalismo  italiano è sconcertato. “E’ una brutta pagina della nostra storia legislativa” spiega in un colloquio telefonico, il giorno dopo il varo del decreto sull’Ilva e la presa di posizione radicale da parte della magistratura tarantina. Perché considera incostituzionale il decreto?   Perché è chiaramente in contrasto con la nostra Costituzione come qualsiasi persona   di media intelligenza può desumere. È un provvedimento legislativo che, semplicemente,   assoggetta l’ambiente alla produzione e premia il profitto rispetto alla salute. In realtà, è un decreto criminogeno. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »