Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sandro De Riccardis’

La parabola dell’ex governatore che parlava di sé in terza persona e sognava di andare al governo.

MILANO – Ha governato per quasi vent’anni la Lombardia, ha aspirato a diventare ministro degli Esteri e a raccogliere l’eredità di Silvio Berlusconi, è stato il simbolo del potere ciellino in Regione, e intanto si muoveva come statista incontrando capi di stato in giro per il pianeta. Un’altra vita per un politico che i documenti giudiziari definiscono il terminale di un sistema illegale nella sanità lombarda.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

sotto-inchiestaMilano, 14 arresti. Coinvolto anche il figlio dell’ex dirigente della società controllata dalla Regione Lombardia Nel mirino l’appalto per il treno tra due terminal a Malpensa. I pm: imprenditori vicini alla ’ndrangheta.

MILANO – C’è anche una tangente da 50 mila euro per ottenere i lavori della ferrovia che collega i due terminal dell’aeroporto di Malpensa, tra gli appalti finiti al centro dell’inchiesta della Direzione investigativa antimafia di Milano che ieri ha portato all’arresto di 14 persone in Lombardia.
Imprenditori «contigui alla ‘ndrangheta », faccendieri che in parte avevano e in parte millantavano contatti per condizionare le gare, dipendenti di società pubbliche che gestiscono i trasporti in Lombardia.

(altro…)

Read Full Post »

Ellekappa

Guerini difende Uggetti: lui è corretto Il M5S: “Ora la legge sulla prescrizione”.

LODI – Un appalto pilotato per la gestione delle piscine comunali porta in carcere il sindaco Pd di Lodi, Simone Uggetti, e l’avvocato Cristiano Marini, consigliere di Sporting Lodi. Una gara da appena settemila e 500 euro per una concessione che, però, ogni anno ne fa incassare ai titolari circa trecentomila. L’accusa della procura di Lodi è turbativa d’asta: per favorire la società sportiva, il primo cittadino, ex assessore all’Ambiente e all’urbanistica dell’allora sindaco e oggi vicesegretario del Pd, Lorenzo Guerini, si sarebbe adoperato per modificare i criteri di assegnazione dei punteggi nel bando, poi effettivamente aggiudicato alla società di Marini.

(altro…)

Read Full Post »

Le carte.
Non soltanto appalti truccati nell’edilizia scolastica e nella sanità. I pm sul vice di Maroni, arrestato: “Era al vertice di una rete che si espandeva e autoalimentava Rispondeva direttamente al leader di Forza Italia”.

MILANO – In quello che la procura di Milano definisce un «sistema che tende ad autoalimentarsi e a espandersi progressivamente », con «al vertice» l’ex assessore lombardo alla sanità, Mario Mantovani, non ci sono solo gli appalti truccati nella sanità e nell’edilizia scolastica.
Il «sistema Mantovani» agisce anche come longa manus di Silvio Berlusconi. Anzi, scrive il pm Giovanni Polizzi nella richiesta di arresto per Mantovani, per il suo collaboratore Giacomo Di Capua e per l’ingegnere del Provveditorato alle Opere pubbliche, Angelo Bianchi, il politico si muove su «esplicita richiesta» dell’ex premier.

(altro…)

Read Full Post »

Accusato di corruzione di testimoni è stato convocato per l’udienza sulle intercettazioni con le Olgettine Il gip decide sulla richiesta al Parlamento per l’utilizzo delle telefonate. Facoltativa la presenza dell’ex premier.

MILANO- «E voi avete fatto quella cosa di ritirarvi dalla posizione, no?». Si deciderà dal prossimo 17 settembre, quando è stata fissata la prima udienza davanti al gip di Milano, Stefania Donadeo, se entreranno nel “Ruby-ter” la voce di Sivio Berlusconi e i suoi tentativi di evitare la costituzione di parte civile delle due Olgettine con cui era al telefono.
Quel giorno, a Palazzo di Giustizia, si aprirà la discussione tra accusa e difese. E sarà battaglia per decidere se dare il via libera o meno alla richiesta al Parlamento di utilizzo di quei dialoghi nel processo.

(altro…)

Read Full Post »

PenatiMILANO. Non è soltanto una storia di presunte tangenti e appalti truccati. L’inchiesta sul “Sistema Sesto”, arrivata alla requisitoria del pm che ha chiesto la condanna a quattro anni per Filippo Penati, racconta anche la metamorfosi di un sistema politico. Che passa – come ha detto il pm di Monza Franca Macchia- da un «finanziamento di matrice personalistica a un finanziamento di sistema».
A tenere insieme «le buste di soldi » che la segretaria del grande accusatore, Piero Di Caterina, ha raccontato di preparare già negli anni ‘90, con i più raffinati sistemi di pagamento di fine anni 2000, come i soldi alla fondazione “Fare metropoli” o nelle società off-shore dell’architetto Sarno, è la stessa storia di Filippo Penati, per come è ricostruita nell’indagine. (altro…)

Read Full Post »

ciampiFernando Ciampi ucciso quando i colleghi erano in pausa Doveva testimoniare contro il killer. Gli amici: magistrato rigoroso.

MILANO – Aveva appena terminato una camera di consiglio ed era tornato nel suo ufficio al secondo piano, staccandosi dai colleghi che si erano diretti alla macchinetta del caffè. Perché il giudice Fernando Ciampi, 72 anni, una volta varcato l’ingresso del Palazzo di Giustizia non amava soffermarsi nei corridoi: finita un’udienza si metteva subito al lavoro per quella successiva, tornava in ufficio e s’immergeva nei faldoni. «Non prendere il caffè forse gli è costato la vita», commentava ieri, con un sorriso triste, un collega.
Schivo, riservato, raccontato da tutti come un magistrato rigoroso e intransigente, quando si è trovato davanti Claudio Giardiello e la sua Beretta 9×21 ha cercato innanzitutto di salvare la sua collaboratrice, che era in quell’ufficio per un problema al computer che lui non riusciva a risolvere. Un gesto da eroe, anche se probabilmente nella follia omicida del killer era solo lui — dopo gli altri obiettivi nell’aula delle udienze al terzo piano — l’unico a dover morire. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »