Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘solidarietà’

Ci vorrebbe una sonda capace di entrare nella crapa giuliva dei tanti italiani che sui social network stanno criticando il gesto di Pietro, quel ragazzino di Pavia che ha deciso di rinunciare a una canna da pesca del valore di 150 euro per devolvere la cifra del suo regalo di Natale a un’associazione che si occupa di bimbi africani. Non pago, questo bullo del bene – come tale viene impalato sulla Rete – sta promuovendo una colletta in classe per fornire matite e pennarelli a un compagno appena arrivato dal Camerun che non si può permettere di comprarli.  (altro…)

Annunci

Read Full Post »

DionisoC’è un panettiere sull’isola di Kos che tutte le mattine sforna cento chili supplementari di pane per i profughi stremati del porto. La gratuità del suo gesto ha scaldato persino il presidente della commissione europea, non esattamente un campione di emotività, che ha eletto il benefattore greco a simbolo dell’accoglienza. In realtà Dyonisis Arvanitakis non è un simbolo ma una storia. Se ogni mattina regala un quintale di pane ai migranti affamati è perché è stato un migrante affamato anche lui. Lasciò il natio Peloponneso a quindici anni, inseguito dalla miseria, e dopo un viaggio avventuroso sbarcò in Australia senza sapere una parola di inglese. Patì la fame vera, conobbe l’umiliazione e la vergogna di chi legge negli occhi degli altri il fastidio, il disagio, talvolta il disprezzo per il suo stato. La fame divenne la sua ossessione, al punto che per essere sicuro di non soffrirne mai più si fece panettiere. Mise da parte un po’ di soldi e sposò una connazionale di Kos, dove adesso vive senza smettere di ricordare.  (altro…)

Read Full Post »

Essendo fornito di una sola bocca ma di ben due orecchi, l’essere umano dovrebbe dedicare all’ascolto degli altri il doppio del tempo che riserva all’emissione di fiati. Dopo una rapida consultazione dei miei tabulati esistenziali, ho il sospetto di appartenere alla categoria di coloro che non hanno rispettato la proporzione tra le due attività, tendendo semmai a rovesciarla. Per riequilibrare in parte la media esiste Telefono Amico, l’associazione di volontari che lunedì festeggerà a Torino i primi cinquant’anni di servizio. Da mezzo secolo, accanto all’Italia che promette a vanvera, ce n’è un’altra che ascolta in silenzio. In prevalenza è un’Italia di ventenni e di trentenni. (altro…)

Read Full Post »

Due giorni,una notte.TEMPI MODERNI.

Per caso un libro e un film, entrambi con la forza di una rivelazione e di una profezia, sono usciti quasi insieme e raccontano quasi la stessa storia, lo stesso pericolo, lo stesso camminare sul vuoto. Sto citando Solidarietà di Stefano Rodotà, editore Laterza, e Due giorni, una notte dei fratelli Dardenne.   Intanto, per caso, tre richiami si sono sovrapposti nello stesso periodo storico (i nostri giorni) per dirci che ci sono, nella vita intorno a noi, sempre meno tracce di un sentimento che credevamo radicato e profondo e non rinunciabile.   Il primo richiamo viene dal modo di intendere e organizzare il lavoro. In esso la solidarietà è come l’aria condizionata: va bene, aiuta, ma ci saranno provvedimenti immediati se costa troppo.   Poi l’ammonizione è cambiata nel nuovo precetto: ogni cosa si cambia se un’altra cosa, pazienza se è peggiore, costa meno. Ed ecco la “delocalizzazione”, te ne vai con tutta la fabbrica o tutto l’ufficio, dove conviene. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

carovana_antimafie_2013CULTURE PER IL CAMBIAMENTO.

Manifestare solidarietà ai territori e alle persone vittime della mafia, diffondere la cultura della legalità e della giustizia sociale, fare emergere gli esempi positivi di riappropriazione della cittadinanza. Si è conclusa la scorsa settimana la prima fase del viaggio della Carovana Internazionale Antimafie, promosso da Arci, Libera e Avviso Pubblico.

La scorsa settimana – con tre iniziative dal forte valore simbolico per la memoria antimafia e svoltesi in contemporanea a Roma, Milano e Firenze – si è chiusa la prima fase del viaggio della Carovana Antimafie. Dopo la partenza dello scorso 30 marzo dalla Tunisia, con la partecipazione al Social Forum mondiale, e con oltre due mesi di viaggio itinerante attraverso la nazione, i furgoni si sono fermati per poi proseguire il viaggio e raggiungere la Francia in Ottobre.

La Carovana è storia e memoria del movimento antimafia ma è anche presente, via e percorso per sfidare il fenomeno mafioso e l’intero paese nel suo tessuto economico, sociale e culturale. (altro…)

Read Full Post »

La gratuità del dono

Read Full Post »

Older Posts »