Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘sport’

calcio

La Federazione li mette al bando: per entrare in uno stadio dovranno comprare il biglietto. “Ricorreremo al Tas e nei tribunali”.

GRIDANO al complotto, giurano che non è finita, preannunciano ricorsi al Tribunale arbitrale dello sport di Losanna e alla giustizia civile. Ma da ieri Sepp Blatter, 79 anni, presidente della Fifa dal ‘98, e Michel Platini, 60 anni, numero uno dell’Uefa, sono banditi dal calcio per 8 anni. La camera arbitrale del Comitato eticoFifa, presieduta dal tedesco Hans-Joachim Eckert, li ha squalificati e multati rispettivamente per 50mila e 80mila franchi svizzeri. Divieto di partecipare a qualsiasi attività, amministrativa o sportiva, legata al pallone. Non potranno neppure essere invitati in tribuna autorità o fare i commentatori tv. Per entrare allo stadio, ha chiarito la Fifa, dovranno comprare il biglietto.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

ANCHE chi non segue lo sport, e in particolare detesta le gare di motori, avrà sentito parlare della prova fatidica che attende oggi Valentino Rossi, l’attempato ragazzo adriatico già nove volte campione del mondo e ora insediato da ragazzini spagnoli molto più giovani di lui, ingordi di vittorie e con riflessi di saetta. Il fatto è che lo sport ha, in qualche circostanza, una capacità di racconto che, ai tempi, solo gli achei e i troiani potevano permettersi, e oggi (con assai minore spargimento di sangue) anche gli abbonati a qualche pay-tv, o addirittura il vasto popolo della televisione in chiaro. Si concentrano in una sola gara, a volte in un solo gesto (un gol, un pugno, un tiro di lama, una parata, una caduta) catastrofi e trionfi, sprofondi e resurrezioni.

(altro…)

Read Full Post »

DUELLO ALL’ULTIMA CURVA Ha ragione Rossi o ha ragione Marquez? Una risposta che non interessa gli ultras dei social, anche se punire soltanto uno è stato un errore.

Travolti da un più che solito cicaleccio nei social di fine ottobre, appare sempre più difficoltoso rispondere a quella che rimane la domanda vera: Valentino Rossi ha torto o ragione? La risposta non interesserà agli ultrà, che ieri insultavano Iannone (reo di aver superato Rossi in Australia) e ora gli chiedono di “sdraiare” Lorenzo a Valencia. In Rete pullulano filmati atti a dimostrare che Marquez “ha colpito Rossi sulla gamba col casco”. Una ricostruzione tipo “gomito che fa contatto col piede” di Elio.   QUEGLI STESSI filmati dimostrano però che Marquez è colpevolequantoRossi,opoco meno. Non è sbagliato punire Rossi: è sbagliato non aver punito anche Marquez. Piano con la morale facile: non esiste epica senza scontri “spietati”. (altro…)

Read Full Post »

pennetta-vinci-

STORIE D’ITALIA Le due tenniste e il miracolo a New York   Tra Brindisi e Taranto,da quando avevano 12 anni s’incrociano sui campi.

Chi non segue con regolarità il tennis può faticare a comprenderlo appieno, ma di questo si tratta: una delle più grandi sorprese nella storia dello sport.La finale agli Us Open tra Flavia Pennetta e Roberta Vinci resterà nella storia come qualcosa di meravigliosamente inspiegabile. Nessuno poteva non tanto prevederlo, quanto e soprattutto immaginarlo. È qualcosa che oltrepassa perfino la Majoli che, al Roland Garros, toglie l’unico tassello mancante a Martina Hingis per completare nel ’97 un Grande Slam che nel tennis femminile manca dal 1988 (Steffi Graf). (altro…)

Read Full Post »

Pennetta

Due Papi, e passi. Ma due italiane in finale a Flushing Meadows significa spingersi oltre l’immaginabile e anche l’inimmaginabile. E’ la storia perfetta, ambientata in un Undici Settembre di luce a New York da uno sceneggiatore completamente sbronzo. Flavia Pennetta prende a pallate la numero 2 del mondo e sembra già un mezzo miracolo, se non fosse che Roberta Vinci ne fa uno intero e raggela in rimonta la numero 1, la padrona di casa, l’imbattibile Serena Williams, distruggendole a un passo dal traguardo il sogno di una vita: il Grande Slam.  (altro…)

Read Full Post »

NELLE pieghe della violenza e della stupidità — dall’alba dei tempi sono ferrei alleati — scorrono rivoli di intelligenza e di allegria. Spero non vi sia sfuggita la “battaglia” in rete tra alcuni ultras turchi del Fenerbahce e alcuni tifosi del Celtic. Le due squadre sono imminenti avversarie in una coppa europea. I turchi hanno postato un selfie mascherati, e con un coltellaccio in mano, minacciando gli scozzesi. Gli scozzesi hanno replicato con sublime ironia: brandendo tra le mani gli oggetti più inverosimili (per la serie “tutto tranne un’arma”). Nell’ordine: una patata, un’aspirapolvere, una caffettiera (teiera?), un cane, un piumino per spolverare, una spada giocattolo di Star Wars, la testa di un cavallo a dondolo, uno spray deodorante, uno spiedino di carne. Humour contro lame: molto più acuminato il primo. (altro…)

Read Full Post »

MalagòLa vigilia di Ferragosto deve essere risultata piuttosto mossa per il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, principale azionista dell’azienda “Come ti organizzo le Olimpiadi a Roma”. Dopo la rinuncia alla candidatura da parte di Boston, e restando Parigi una delle città più accreditate,sembra sul punto di saltar fuori dal cilindro Usa quella di Los Angeles. Ipotesi in teoria e in pratica fortissima, tanto da far definire la metropoli californiana “la città ideale per i Giochi” da parte del suo sindaco.   Ma facciamo un passo indietro. Perché Boston ha rinunciato? Perché c’è stata una sollevazione della cittadinanza contro la prospettiva di ospitare per la prima volta i Giochi, benché le tradizioni sportive,gli impianti e la cultura locomotoria bostoniane certamente facciano impallidire quelle del Campidoglio. (altro…)

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »