Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘stelle’

 

Per apprezzare al meglio le stelle cadenti, si sa, serve un posto ben lontano dalle luci della città. A scovare i posti dove si può apprezzare al meglio questo spettacolo ci pensa la Dark Sky Community, che ogni anno recensisce e ammette nella sua esclusiva «guida» i posti più bui al mondo, in grado di offrire uno spettacolo stellare senza precedenti. Se siete dei cercatori di stelle, il viaggio vale sicuramente la pena.

Ad oggi sono 67 i Dark Sky Place (clicca qui per la mappa) riconosciuti in tutto il mondo: si suddividono in parchi, riserve e santuari e in ognuno è assicurata una vista mozzafiato. A garantire sull’oscurità possono essere anche gli stessi abitanti: è quanto è successo a Sark, piccolo pezzo di terra in mezzo alla Manica che ha rivendicato di essere il primo Dark Sky al mondo formato isola.  (altro…)

Read Full Post »

stelle cadenti

In questi giorni si potrà ancora una volta ammirare lo spettacolo delle meteore appartenenti allo sciame delle Perseidi che saranno visibili “al massimo della loro attività” nella notte tra l’11 e il 12 “ma anche le notti tra il 10 e il 15. Il cielo d’agosto regalerà anche alcune congiunzioni.

Ad agosto ritornano le Perseidi e nella notte di San Lorenzo, il 10 agosto, si potrà ancora una volta ammirare lo spettacolo delle stelle cadenti. Quest’anno le meteore appartenenti allo sciame delle Perseidi saranno visibili “al massimo della loro attività” nella notte tra l’11 e il 12 “ma anche le notti tra il 10 e il 15 potranno essere adatte per dar loro la caccia” avverte Marco Galliani, astronomo dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. Nuvole permettendo, la loro osservazione, assicura, sarà “solo marginalmente disturbata dalla Luna, che in quei giorni apparirà solo per qualche ora dopo il tramonto”. (altro…)

Read Full Post »

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco una serie di scatti meravigliosi che immortalano le notti di tutto il mondo: dalla Finlandia all’Australia, dall’Islanda alla Patagonia.

Da www.boredpanda.com.

Read Full Post »

La Terra illuminata e riscaldata da «due soli». Ma soltanto per poche settimane.

La causa?

L’esplosione di una delle stelle più brillanti del cielo notturno, visibile a occhio nudo e galattica. La notizia arriva dall’Australia, dal fisico Brad Carter della prestigiosa università del Queensland, e secondo il Daily Telegraph, il quotidiano del Regno Unito, “potrebbe succedere a breve”. Anche nell’ormai inflazionato e pieno di catastrofi «2012».

La candidata a «scoppiare» è Betelgeuse, una supergigante rossa di classe spettrale M1-2 Iab, ovvero una stella in una fase già piuttosto avanzata della sua evoluzione. Nella costellazione di Orione, guardando in alto a sinistra è quella rossastra. L’altra in basso a destra, Rigel, è color bianco-blu. Non è vicinissima, ma neanche così lontana da non poterla vedere a occhio nudo: si trova a 640 anni luce dalla Terra. Con lo scoppio si “trasformerà” in supernova, un’esplosione estremamente energetica che costituisce lo stadio finale dell’evoluzione delle stelle massicce. (altro…)

Read Full Post »