Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘studenti in piazza’

Studenti

GLI STUDENTI di tutta Italia scendono in piazza contro il Jobs Act voluto dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Protestano contro la riforma della scuola e del lavoro. “Istruzione gratuita, reddito e stop precarietà. No al piano scuola”, questo lo slogan della manifestazione, organizzata dall’Unione degli studenti. “Domani riempiremo cento piazze del paese perché non vogliamo più restare spettatori di fronte a un governo che vuole distruggere i diritti all’interno delle scuole come dei luoghi di lavoro, instaurare la precarietà come sistema strutturale, instillare la competizione e la valutazione come strumenti di divisione e controllo” – spiega Danilo Lampis, coordinatore nazionale dell’Uds. (altro…)

Read Full Post »

“SIAMO in piazza per protestare contro la legge che taglia i finanziamenti alla scuola pubblica: come facciamo ad andare avanti se nella nostra scuola non ci
sono abbastanza banchi?”.
Così uno studente di Torino giustificava la sua partecipazione allo sciopero europeo della scorsa settimana. Giusto un anno e mezzo fa siamo stati spettatori di una primavera araba con la quale assolutamente nessuno aveva fatto i conti. Di colpo, regimi autoritari crollarono sotto la spinta dei movimenti democratici di protesta organizzati dalla “Generation Global”. Dopo la primavera araba potrebbe arrivare un autunno, un inverno o una primavera europea? Gli scioperi delle ultime settimane ne sono stati i segnali?
Naturalmente, negli ultimi due o tre anni abbiamo visto ragazzi di Madrid, Tottenham o Atene protestare contro gli effetti delle politiche neo-liberali di risparmio e attirare l’attenzione sul loro destino di generazione perduta. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Il 28 ottobre gli studenti tornano in piazza: «Vogliamo un altro futuro». Mobilitazioni contro i tagli anche il 9 e il 17 novembre: «Consegnati alla precarietà e all’assenza di welfare». In piazza il 28 ottobre, il 9 e il 17 novembre per «rilanciare la nostra idea alternativa di futuro che abbiamo cominciato a costruire in questi anni di distruzione e tagli, nelle scuole e nelle università pubbliche, nei luoghi della formazione, nelle tante assemblee e piazze che abbiamo riempito in modo pacifico e non violento». La Rete degli Studenti e l’Udu (Unione degli universitari) lanciano l’autunno caldo delle proteste studentesche, che avrà il culmine nella Giornata internazionale del diritto allo studio appunto il 17 novembre con iniziative di protesta in tutta Italia. «Mentre il ministro Gelmini sta ancora cercando di capire dove hanno trovato i 45 milioni di euro che crede di aver speso per un tunnel Cern-Gran Sasso, da anni noi studenti siamo nelle piazze italiane per batterci contro questo governo e – dicono – contro l’idea di distruzione che sta portando avanti di scuola ed università, e di qualsiasi prospettiva di futuro per intere generazioni, consegnate alla precarietà e all`assenza di welfare e di diritti. (altro…)

Read Full Post »

Le forze dell’ordine caricano e manganellano. A Torino cortei bloccano città.

Lancio di uova, arance e petardi da parte dei manifestanti anche contro il palazzo della regione.

MILANO – Da Milano a Palermo studenti in piazza contro la Riforma Gelmini. E nel corso delle manifestazioni diversi gli scontri tra studenti e polizia cominciando da quelli avvenuti nel capoluogo lombardo.

PALERMO – Circa un migliaio di studenti con caschi e book block, vale a dire pannelli di polisterolo con disegnate le copertine di libri famosi, si sono scontrati con i poliziotti in tenuta anti sommossa cercando di entrare a palazzo d’Orleans sede della presidenza della Regione. Dopo vari assalti, dai dimostranti è partito un lancio di uova e arance e petardi. Qualcuno ha divelto un cartello stradale che è stato pure scagliato contro le forze dell’ordine, le quali hanno caricato usando i manganelli. Partiti con alcune centinaia di partecipanti, i tre cortei che si sono ricongiunti in corso Vittorio Emanuele si sono ingrossati lungo il percorso. Successivamente un gruppo di giovani, che faceva parte del corteo di protesta contro la riforma dell’Università, ha lasciato palazzo d’Orleans e si è diretto in piazza della Vittoria, dove ha lanciato sassi e bottiglie contro il portone della questura. Davanti gli uffici della polizia vi sono alcuni agenti.

_____________________________________________________________

I cortei degli studenti: Palermo I cortei degli studenti: Palermo I cortei degli studenti: Palermo

I cortei degli studenti: Palermo I cortei degli studenti: Palermo I cortei degli studenti: Palermo I cortei degli studenti: Palermo I cortei degli studenti: Palermo

_____________________________________________________________ (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »