Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘svuota carceri’

La legge

La ‘svuotacarceri’ che abolisce il reato di clandestinità nasconde regali a chi è accusato di violazioni tributarie e societarie. Come la possibilità di stoppare il giudizio con l’affidamento ai servizi sociali.

Evasione fiscale e bilanci falsi, ora i colletti bianchi possono saltare anche il processo.

Entra in vigore la legge che cancella il reato di immigrazione clandestina. Ma nelle pieghe di questa parte dello “svuota carceri” piovono benefici per chi rischia pene fino a tre (e cinque anni), tipiche di reati tributari e societari. L’affidamento ai servizi sociali potrà essere chiesto per sospendere il dibattimento. Mentre infuria la polemica sulla lotta alla corruzione. (altro…)

Read Full Post »

Senato

Democratici e berlusconiani votano contro emendamento che avrebbe escluso dai nuovi sconti di pena i condannati per tangenti. Il senatore grillino Cappelletti: “Pochi giorni fa il richiamo dell’Ue, ma il Parlamento fa il contrario”. Il decreto passa con 147 sì e 95 no. Zanda: “Chi ha chiesto voto segreto si assuma responsabilità”. LA SCHEDA – Le nuove norme.

Pd e Forza Italia di nuovo a braccetto dicono no all’abolizione degli sconti di pena per i condannati per corruzione e concussione”. E’ la denuncia del Movimento cinque stelle dopo il voto al Senato che ha trasformato in legge il decreto cosiddetto “svuotacarceri”. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Svuota carceriPassa la fiducia sul decreto, oggi voto finale a Montecitorio.

ROMA — La Camera ha votato ieri sera la fiducia sul decreto carceri. I sì sono 347, mentre 200 sono risultati i voti contrari. Il decreto cosiddetto “svuota-carceri” è stato bocciato da Forza Italia, 5Stelle, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Sel. Oggi il voto finale. Alcuni partiti hanno colto l’occasione del voto per proteste plateali: il deputato della Lega Nord Gianluca Buonanno ha sventolato («A titolo personale», ha precisato) le manette. I deputati di Sel hanno mostrato il libro di Corrado Augias “bruciato” su Facebook da un grillino. I leghisti hanno esibito cartelli con le scritte “No al libera-criminali” e “No al libera-mafiosi”. (altro…)

Read Full Post »

CarceriIN EXTREMIS UN EMENDAMENTO PD CANCELLA LA LIBERAZIONE ANTICIPATA PER I MAFIOSI.

In serata immancabilmente il governo mette la fiducia sul decreto svuota-carceri, che porta la firma del ministro Cancellieri e che – tra le altre cose – porta da 3 a 4 anni le pene che i detenuti possono scontare ai servizi sociali (previo un primo periodo di detenzione) e innalza da 3 a 5 mesi lo sconto annuale della liberazione anticipata per i detenuti che partecipano all’opera di rieducazione (misura valida dal 2010 a fine 2015). Scade il 21 febbraio, e l’esecutivo non ha trovato altra soluzione, appellandosi al rischio di condanne europee che incombono sull’Italia per il sovraffollamento delle celle. (altro…)

Read Full Post »

Sebastiano ArditaIL PROCURATORE DI MESSINA ARDITA DEMOLISCE IL DECRETO DEL GOVERNO SUI PENITENZIARI ALLA CAMERA: “È MOLTO PEGGIO DI UN INDULTO E NON RISOLVE IL SOVRAFFOLLAMENTO”.

Non serve a risolvere il problema del sovraffollamento, è molto peggio di un indulto. E, soprattutto, premia i mafiosi”. Non usa mezzi termini il procuratore aggiunto di Messina, Sebastiano Ardita, esaminando il decreto svuota-carceri durante un’audizione, ieri mattina, in commissione Giustizia alla Camera. Le critiche più pesanti riguardano la “liberazione anticipata speciale”, ovvero la norma che porta da 45 a 75 i giorni di sconto concessi ogni sei mesi di detenzione. Misura che prevede una retroattività al 2010.  (altro…)

Read Full Post »

ANNAMARIA-CANCELLIERIGrande esultanza e complimenti vivissimi sta suscitando il decreto svuotacarceri Cancellieri-2, il terzo in tre anni dopo l’Alfano e il Cancellieri-1, varato dalla ministra dei Ligresti per liberare 7 mila criminali nei prossimi 12 mesi. La leggenda metropolitana inventata per giustificarlo è che così l’Italia non verrà più condannata dalla Corte europea che ci ha dato tempo fino al maggio 2014 per metter fine alle condizioni disumane dei 67 mila detenuti stipati in 47 mila posti-cella (solo teorici: quelli effettivi sono meno di 40 mila). In realtà l’Italia verrà condannata lo stesso: per scendere a 47 mila detenuti bisognerebbe liberarne 20 mila, uno su tre, e non farne entrare più nemmeno uno. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »