Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘tasse’

Annunci

Read Full Post »

il-confronto

Read Full Post »

la favola

Il governo Renzi, che non ha ancora disinnescato le clausole di salvaguardia valutate 54 miliardi di euro dall’Ufficio di Bilancio nel triennio 2017-2019, che potrebbero avere un impatto di circa 842 euro a famiglia dal 1 gennaio 2017, tra ricadute dirette (aumento dei prezzi) ed indirette (effetto moltiplicatore che l’aumento dei costi di produzione e di trasporto produrrebbe sull’intero sistema dei prezzi, incrementando quindi anche quelli dei beni primarie con IVA al 4%), continua a raccontare la favola di una riduzione della pressione fiscale, che sarebbe stata ridotta nonostante la contrarietà di: “autorevoli esponenti della maggioranza (precisamente esponenti della minoranza del mio partito) intervengono per dire che bisogna smetterla di ridurre le tasse. Perché una parte dei politici italiani pensa che ridurre le tasse sia un errore”. (altro…)

Read Full Post »

pil-in-volume

Il presidente del Consiglio pubblica su Facebook un post “urticante per i gufi” in cui rivendica di voler fare chiarezza sui dati dell’economia italiana. Ma la sua selezione lascia fuori, su ogni argomento, molte informazioni altrettanto importanti. Per esempio l’Italia è quartultima in Ue per crescita del prodotto, che resta inferiore a quello del 2000. E se le imposte indirette sono scese, quelle dirette sono salite, Irpef compresa.

“Post urticante per gufi e talk”. E’ la premessa con cui il premierMatteo Renzi apre un post su Facebook in cui invoca “chiarezza sui veri numeri dell’economia italiana” nel giorno in cui l’Istat ha diffuso i numeri definitivi su pil e conti pubblici del 2015, oltre che sugli occupati e sull’andamento del mercato del lavoro, mentre l’Agenzia delle Entrate ha ufficializzato i risultati dellalotta all’evasione, che lo scorso anno ha portato nelle casse dello Stato 14,9 miliardi. “Dopo mesi di editoriali, chiacchiere, ricostruzioni, possiamo finalmente fare chiarezza“, scrive il presidente del Consiglio. Ma la disamina che segue, ancora una volta, è una selezione dei dati più favorevoli scelti tra quelli diffusi da diverse fonti. E lascia fuori molte informazioni altrettanto rilevanti. (altro…)

Read Full Post »

soldi-lente

Arriva il nuovo anno e si porta dietro un carico di novità fiscali che riguardano i consumatori. Si va dalla casa alle partita Iva, passando per bonus, accertamenti fiscali, bollette e tariffe. Se riusciranno a far risparmiare qualcosa è presto per dirlo.

Quanto hai pagato di Imu o Tasi sulla prima casa nel 2015? Hai affittato a canone concordato un immobile di tua proprietà? L’hai dato in comodato d’uso a un figlio? Hai la tv? C’è un diciottenne che vive in casa con te o sta per nascere un bambino? Hai effettuato ristrutturazioni edilizie o di risparmio energetico? Queste alcune delle domande poste dal “Risparmiometro”, la nuova trovata del premier Matteo Renziche consente agli italiani di calcolare quanto potranno risparmiare grazie alle misure introdotte dalla legge di Stabilità. Si tratta di una app ideata dal Pd con cui si possono calcolare i benefici per le famiglie e rispondere facilmente – almeno secondo il governo – alla domanda che tutti i consumatori si pongono a inizio anno: “Quanto toccherà sborsare questa volta?”. Peccato che tra il dire e fare ci sia di mezzo il fisco. E, alla prova dei fatti, non sarà così facile riuscire a risparmiare nonostante le novità introdotte dalla manovra. (altro…)

Read Full Post »

telepass

A gennaio debuttano le nuove regole in banca e gli aumenti del Telepass, mentre da aprile scatta il taglio del roaming .In estate non bisognerà più pagare la Tasi e da giugno assieme alla bolletta dell’elettricità si verserà il canone Rai.

La tassa più odiata, quella sulla prima casa, va in soffitta. Dribblare il pagamento del canone Rai, da giugno, diventerà più complicato, praticamente impossibile. Le telefonate dall’estero costeranno meno, ma in compenso occorrerà fare più attenzione al momento del rinnovo del Telepass, che aggiorna al rialzo le tariffe del servizio Premium. Sono alcuni tra i cambiamenti più significativi previsti per il 2016, un anno in cui le famiglie si troveranno a fare i conti anche con novità più piccole. Per le mamme, ad esempio, arriva la proroga del voucher pannolino. Per i neo-papà il raddoppio del mini-congedo parentale. Mentre i diciottenni avranno una card con 500 euro da spendere in cultura, libri, musei e concerti. E per chi è in odore di pensione, uscire dal mondo del lavoro, rischia di diventare più complicato. Cambia anche il tetto ai contanti, che sale a 3000 euro, e debuttano le norme per incentivare il bancomat. Infine, occhio all’autovelox: non controllerà solo la velocità ma anche se il bollo è stato pagato e le revisioni sono in ordine.   (altro…)

Read Full Post »

tredicesima

“Quest’anno la tredicesima verrà impiegata “per pagare gli aumenti iniziati a gennaio 2015 con le tariffe autostradali, benzina, bolli, tasse, Tasi, Imu seconda casa e accise. Con il risultato di ridurre dell’85,2% l’agognata gratifica natalizia“. Lo denunciano Adusbef e Federconsumatori in una nota, calcolando che “nel rincorrersi dei pagamenti da effettuare entro il 31 dicembre, dei 34,4 miliardi di euro di tredicesime che verranno pagate quest’anno, resterà nelle tasche di lavoratori e pensionati il 14,8%, ossia 5,2 miliardi, con un aumento di 2 miliardi sul 2014“. Senza contare che il pagamento delle tredicesime resta a rischio per una impresa su quattro. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »