Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘terremoto’

Non solo Rieti, ma anche le procure di Ascoli e Macerata si apprestano oggi ad aprire dei fascicoli di indagine contro ignoti (modello 45) per tentare di fare luce sull’impiego dei 33 milioni raccolti attraverso gli sms solidali a seguito del terremoto che la notte del 24 agosto 2016 ha colpito l’Italia centrale. Il procuratore capo di Rieti, Giuseppe Saieva, ha confermato quanto anticipato ieri dal Fatto ed è stato imitato dai colleghi delle due province marchigiane. I fondi sono accreditati presso la struttura del commissario straordinario per la ricostruzione nominato dal governo quindi potrebbe farsi carico delle indagini la procura di Roma. Qui oggi il Codacons presenterà una denuncia per truffa aggravata. (altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

marione

Read Full Post »

terremoto

Ho appena concluso due giorni di incontri negli alberghi della costa adriatica e dell’entroterra, dove alloggiano i cittadini colpiti dal terremoto dell’Italia centrale.

Abbiamo tenuto delle vere e proprie assemblee, lontano dalle telecamere, dove ognuno di loro ha avuto modo di spiegare quello che non sta funzionando, i problemi che sta vivendo e le proprie speranze.

Per me, Patrizia Terzoni e Laura Castelli è stato un confronto fondamentale, alcuni di loro si sentono totalmente abbandonati, c’è chi ci ha detto “siete gli unici ad aver avuto il coraggio di venire qui, per ora ci assistono gli albergatori, non lo Stato”. C’era tanta rabbia ma anche tanta voglia di ripartire. (altro…)

Read Full Post »

giannelli

Read Full Post »

promesse

Dal governo solo interventi d’emergenza e ora passi indietro sulle mitiche “casette” del miracolo renziano.

Iterremotati sono stremati. Flagellati da freddo, gelo e nevicate non ne possono più. Le oltre cento scosse di ieri hanno fatto il resto. Terrore di nuovo ad Amatrice, Norcia, nelle Marche. La paura che ritorna nell’Abruzzo colpito dal sisma del 2009. Ad Amatrice aspettano, gli spazzaneve e le turbine promesse dalla ministra della Difesa Pinotti per liberarsi dalla neve. Crolla quel poco che era rimasto in piedi dopo le scosse del 24 agosto e del 30 ottobre. Le tende si afflosciano sotto il peso della neve. E lo Stato che fa? Si arrende. Sventola bandiera bianca. Impotente allarga le braccia.

 

(altro…)

Read Full Post »

scosse
C’È un’Italia sempre più vasta tagliata fuori dal resto del Paese che soffre da mesi e che ha paura del futuro. Di vivere un giorno dopo l’altro nell’incubo del terremoto. Le scosse in un’area colpita da gelo e neve hanno messo a nudo una situazione drammatica.
L’ENNESIMO colpo al cuore per centinaia di migliaia di persone. Un disastro senza fine ha messo in ginocchio una parte d’Italia che tutti dovremmo sentire come culla della nostra civiltà di bellezza, di comunità, di storia religiosa, agricola e pastorale.
Siamo di fronte a una tragedia che merita una mobilitazione ben più grande di quella, già meritoria, che si è messa in moto sin dallo scorso agosto.

(altro…)

Read Full Post »

terremoto

Read Full Post »

protezione-civileLe nuove scosse – Il cratere si allarga, i senzatetto si moltiplicano, addio alle casette pensate per Amatrice. E si annunciano i container.

Il verso d’un tratto paurosamente cambiato. Le cifre anzitutto. Ad agosto erano tremila gli sfollati, oggi sono almeno trentamila i senza casa e la curva è destinata a salire fino purtroppo a doppiarsi. Erano tre i Comuni rasi al suolo, quelli delle tre A (Accumoli, Arquata e Amatrice), oggi ne sono almeno trenta. C’era da assistere gli abitanti di un grumo di montagne interne e orgogliose, ma povere di reddito e di braccia; oggi è colpita una rete estesa e pregiata di case e palazzi, chiese e monumenti, attività artigianali e industriali. Il terremoto non è triplicato, è lievitato almeno di cinque volte tanto quanto la differente energia tra i 6 gradi Richter della scorsa estate e i 6,5 di questo caldo finale d’ottobre. (altro…)

Read Full Post »

renzi-cantoneDavvero ciò che serve all’Italia terremotata è la fine delle divisioni politiche in nome della Grande Unità Nazionale per la Ricostruzione? Davvero le piaghe strutturali e purulente riaperte dal terremoto infinito dipendono da un eccesso di conflittualità fra governi e opposizioni e solo un balsamico spegnimento della polemica politica ci aiuterà a ricostruire in assoluta sicurezza gli edifici e i monumenti crollati? A leggere i giornali, a vedere i tg e a sentire i politici di ogni colore che blaterano di “solidarietà nazionale”, “unità”, “pace”, “concordia”, “patti”, “tavoli” e financo di rinviare il referendum (quel gran genio di Castagnetti), parrebbe proprio di sì. (altro…)

Read Full Post »

Un altra scossa, in centro Italia, molto forte.
Altri crolli, che hanno che hanno colpito edifici e case risparmiate dalle scosse della settimanascorsa e dalla scossa del 24 agosto.
A Norcia è crollata la basilica di San Benedetto: una nube di fumo avvolge il paese, che pure è stato costruito secondo le norme antisismiche.
Non posso immaginare come possa vivere questa gente, costretta a dormire fuori dalle loro case, distrutte. In molti han perso tutto e la loro vita è l’unica cosa che rimane.

(altro…)

Read Full Post »

terremoto-norcia

Il sisma si è verificato a dieci chilometri di profondità alle 7.40. Avvertito anche a Roma dove è stata chiusa la metropolitana. Il capo della protezione civile delle Marche ha dichiarato: “E’ stata una scossa molto forte. Ci segnalano crolli a Muccia, Tolentino, in tutto l’entroterra Maceratese, stiamo cercando di capire se ci sono persone sotto le macerie”.

Un terremoto di magnitudo 6,5 è stato registrato alle 7.40 nella zona compresa fra Perugia e Macerata, precisamente tra Norcia, Preci e Castel Sant’Angelo sul Nera. Il sisma è stato a 10 chilometri di profondità. La magnitudo è la prima stima fornita dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La scossa è stata avvertita distintamente anche a Roma (dove è stata chiusa la metropolitana per effettuare verifiche), ma anche nel Nord Italia e nel Meridione. (altro…)

Read Full Post »

i-due-terremoti

Case solide e tempo di fuggire perché non ci sono stati morti.

USSITA ( MACERATA) – L’epicentro del terremoto della Valnerina, il borgo che porta alla montagna marchigiana, Ussita, non è un «paese finito», come ha urlato nella notte del terremoto il sindaco Marco Grimaldi. È solo, come dice lui stesso il giorno dopo con il sole che scaccia la pioggia e gli incubi del non visto, «un paese sofferente». È un paese, 400 anime, gran parte oltre i sessant’anni, che ha retto a un terremoto di magnitudo 5,9 salito da una profondità di otto chilometri. «Ha liberato la stessa energia», spiegano i vulcanologi dell’Ingv, «di quello di due mesi prima con epicentro tra Accumoli e Amatrice».

(altro…)

Read Full Post »

terremoto

“Gli eventi di ieri e quelli del 24 agosto sono sicuramente collegati” spiegano gli esperti. “Ci aspettiamo un altro sciame, il doppio colpo non è una novità”.

La nuova faglia attivata dal sisma di Amatrice “Appennino instabile”

ROMA – Sedicimila e ottocento scosse più tardi la terra si è spezzata di nuovo. Da quel 24 agosto che distrusse Amatrice e i paesi circostanti con un terremoto di magnitudo 6.0 sono passati due mesi e una lunga scia di tremori. Ieri sera, una trentina di chilometri più a nord, i sismografi sono tornati a scuotersi, toccando prima magnitudo 5.4 alle 19:10, poi magnitudo 5.9 alle 21:18. Gli eventi di ieri e quelli del 24 agosto sono sicuramente collegati, spiegano fin da subito gli esperti.

(altro…)

Read Full Post »

terremoto

Notte di paura in Umbria e Marche. La terra trema ancora tra Marche e Umbria. Una sola vittima al momento, per infarto. Con le prime luci arrivano le informazioni sui feriti (una decina, non gravi) almeno tremila di sfollati, problemi alla viabilità (riaperta la Salaria), alcuni comuni isolati. Molti danni al patrimonio storico. Crollato il palazzo del Comune di Amatrice. Solidarietà dal Papa. L’Europa: “Pronti ad aiutare l’Italia”. (altro…)

Read Full Post »

muro-antisismico-migranti

Read Full Post »

tende

“Non ci sono soluzioni preconfezionate”, ammette la Protezione civile Ma c’è già l’appalto per le “casette”: anche coop rosse tra gli aggiudicatari.

La ricostruzione è peggio del terremoto”. Slogan drammatico. Lo abbiamo visto scritto sui muri sbrecciati di città e paesi rasi al suolo dai sismi degli ultimi anni da cittadini esasperati da ricostruzioni lente, imbroglione e farlocche. Irpinia, San Giuliano di Puglia, L’Aquila, solo per citare le delusioni più recenti. Ma ad Amatrice non sarà così, giurano Matteo Renzi e Vasco Errani, commissario governativo per la ricostruzione. (altro…)

Read Full Post »

Sisma

Nei terremoti perdono la vita in media 130 persone all’anno, negli incidenti stradali 3.500. Lo Stato e i privati devono decidere dove concentrare i loro sforzi. E nessuna scelta è priva di conseguenze.

Come nel passato in circostanze analoghe, nei giorni successivi al tragico sisma che ha colpito l’Italia centrale abbiamo, da un lato, visto lo Stato salire sul banco degli imputati per la mancata attività di prevenzione e, dall’altro, vedersi addossato o, ancor prima, autoinvestirsi del compito della messa in sicurezza e della ricostruzione. Una lettura della realtà e una proposta di azione che non appaiono convincenti. (altro…)

Read Full Post »

L’emergenza.

L’ex governatore nominato commissario: “Meno burocrazia, più trasparenza”. Pronto il piano per le prossime settimane: tra primi i risultati da raggiungere il ripristino dei servizi pubblici.

RIETI – La sua missione è il futuro di oltre 4mila sfollati. Rifondare Amatrice, Accumoli, Pescara, Arquata con tutti gli altri borghi rasi al suolo. E quasi tutti sepolti, dal grande terremoto, nel mare di 1 milione e 120mila tonnellate di macerie che adesso rappresentano il primo banco di prova da cui ripartire. Molti numeri e una road map già tracciata affiorano dal dossier che accompagna da ieri Vasco Errani. Il neo commissario straordinario alla ricostruzione fissa un’agenda fittissima di incontri e sopralluoghi, ma non ha ancora scrivania né struttura. «Quello verrà dopo».

(altro…)

Read Full Post »

indagini

“Adeguamento” contro “miglioramento”, il municipio non fece il rendiconto e perse i fondi provinciali.

Hotel Roma e scuola Capranica. Sono questi i due filoni principali su cui si concentrano sia l’inchiesta della Procura di Rieti, guidata da Giuseppe Saieva, sia quella dell’Autorità anticorruzione presieduta da Raffaele Cantone. Due indagini parallele perché, come ha spiegato lo stesso procuratore ieri, non è prevista una collaborazione. Eppure entrambe mirano ad accertare eventuali responsabilità del Comune di Amatrice e del sindaco Sergio Pirozzi. È lui, con l’amministrazione che guida, a essere sotto la lente degli inquirenti. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »