Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘tunisi’

Natangelo

Read Full Post »

Crociere e crociate (Vauro).

Vauro

Read Full Post »

tunisi

ATTACCO AI TURISTI.

Nove arresti, allarmi sottovalutati. La minaccia: è solo la prima goccia Mattarella alla Cnn: “Nemici della civiltà e della democrazia”.

TUNISI . I morti italiani nell’attacco al Museo del Bardo sono quattro. A metà pomeriggio la Farnesina conferma che anche la torinese Antonella Sesino e la monzese Giuseppina Biella sono tra i cadaveri dell’obitorio di Tunisi. I loro nomi si aggiungono a quelli di Orazio Conte e Francesco Caldara. In serata Costa Crociere aggiunge all’elenco dei suoi ospiti deceduti anche quello di un turista russo della Fascinosa.
Su uno dei siti web legati al Califfato la fotografia di una delle vittime italiane, il pensionato novarese, con una croce rossa sul volto, compare a metà mattinata. La scritta dice: «Questo crociato è stato schiacciato dai leoni del monoteismo».

(altro…)

Read Full Post »

Tunisi (Biani).

mondo-sotto-tappeto

Read Full Post »

L'attacco

Il racconto.

L’angoscia dei viaggiatori sulla Costa Fascinosa al porto di Tunisi “Ho visto anche ragazzini fare fuoco, una paura mai neppure immaginata”.

TUNISI – Carolina è la prima ad urlare il suo dramma: «Siamo una cinquantina, chiusi in questa stanza. Ci sparano addosso. È arrivata la polizia, sento le ambulanze ». Antonietta Santoro è riuscita a scappare. Quando torna sulla Costa Fascinosa attraccata nel porto di Tunisi è sconvolta: «Ho visto ragazzini sparare». Celestino, l’amico che aveva organizzato la gita, si precipita sulla nave delle vacanze. Il suo pomeriggio passa così, a fare la conta di chi si è salvato e di chi non si sa. All’ora di pranzo della settimana che precede le vacanze di Pasqua lo Stato Islamico è arrivata al circolo dei dipendenti comunali in vacanza. Per loro, sconvolti, la ferocia delle bandiere nere è uscita dalla tv per incontrare la normalità di una gita aziendale di pubblici dipendenti.
Il gruppo dei torinesi rimane nelle sale della grande nave da crociera. Celestino non si dà pace, risponde telefono e racconta sempre la stessa impotenza: «Siamo due, degli altri quattro non abbiamo notizie».

(altro…)

Read Full Post »

tunisi
Un commando di uomini armati ha tentato l’assalto al Parlamento Poi gli spari contro un bus davanti al Bardo. Prese decine di ostaggi Le forze speciali in azione: un arrestato, due uccisi, almeno due in fuga.
TUNISI – Gli schizzi di sangue scendono lentamente sulla figura di un antico romano in tunica bianca, come se la ferita fosse del personaggio sul mosaico. Corpi di turisti straziati giacciono per terra, in mezzo alle sale del Museo del Bardo, che racconta la nobiltà del passato tunisino. In un angolo, davanti a una parete bianca crivellata di colpi, c’è un giovane vestito da poliziotto, più avanti un altro in tuta da ginnastica. Tutt’e due sono ancora avvinghiati al kalashnikov con cui dovevano dimostrare che l’unica via verso Allah è quella del loro credo fanatico. Hanno massacrato i turisti, risorsa fondamentale del Paese, senza esitare nemmeno quando davanti al mitragliatore vedevano bambini terrorizzati.
Ma se volevano mettere la Tunisia in ginocchio, non ci sono riusciti. A fine giornata, il bilancio del sangue è impressionante: 22 persone uccise, fra cui almeno quattro turisti italiani, e una quarantina di feriti, con due terroristi abbattuti dalle forze speciali, uno arrestato e due o tre in fuga. Il bilancio politico è ben diverso.

(altro…)

Read Full Post »

TEORIA e prassi del terrorismo islamista sono facilmente riassumibili: colpire chiunque e colpire ovunque. Il nemico è tutto il mondo e tutti gli abitanti del mondo, eccetto chi fa parte del terrorismo islamista. Il nemico è dunque una quasi infinita moltitudine, e perfino definirla “maggioranza” è improprio: è molto più di una maggioranza, è la specie umana quasi al completo. Musulmani compresi, anzi musulmani per primi, come dicono spietatamente le statistiche e come conferma l’attacco a Tunisi.
Il numero esorbitante è dunque ciò che ci rende, al tempo stesso, vulnerabili come individui (ognuno di noi è nel mirino) ma invincibili come collettività. (altro…)

Read Full Post »