Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Wanda Marra’

L’ex premier scappa e parla di regole, ma nel 2012 fece due dibattiti con Bersani. Scontro con Lucia Annunziata.

Primarie, -10 (giorni). Temperatura del dibattito tra i candidati, all’incirca la stessa: -10. I sondaggi lo danno in nettissimo vantaggio e Matteo Renzi si attiene a una strategia precisa: silenziare il più possibile la competizione, non alzare il livello dello scontro, non dare occasione ad Andrea Orlando e Michele Emiliano di rosicchiare qualche punto, evitare di creare l’effetto 4 dicembre, ovvero il tutti contro di lui. Dunque, niente confronti tv con gli sfidanti, se non quello già deciso su Sky, il 26 aprile. E poca tv, con argomenti circoscritti e in programmi “amici”. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

La difesa – I messaggi di Anzaldi: “Dobbiamo difendere la trasmissione da chi diffonde calunnie”.

Non era stata una giornata facile quella di ieri per il quartier generale renziano. Michele Anzaldi, il capo della comunicazione, aveva lavorato tutta la notte insieme all’avvocato, Lorenzo Pellegrini, per arginare l’impatto di un’inchiesta sul salvataggio dell’Unità da parte di Massimo Pessina, in onda ieri sera su Report e anticipata dal Fatto. Poi, nel pomeriggio, la notizia dell’indagine a carico del capitano del Noe, Gianpaolo Scafarto, per aver falsificato le intercettazioni su Tiziano Renzi. (altro…)

Read Full Post »

Il 6 marzo all’anagrafe del partito risultavano 296 mila militanti, ma a colpi di deroghe poi il Nazareno ha dichiarato una platea di 450 mila iscritti.

Il 6 marzo i titolari di una tessera del Pd secondo l’Anagrafe degli iscritti erano 296 mila. Ovvero più di 150 mila in meno rispetto ai 449.434 del 3 aprile, dati ufficiali forniti dall’Organizzazione del partito, peraltro non contestati ufficialmente da nessuna mozione. I 449 mila ieri sono lievitati, nel comunicato finale della Commissione congresso, a 450.352. Dal 28 febbraio, giorno in cui si è chiuso ufficialmente il tesseramento, al 4 aprile, si è andati avanti grazie a una serie di deroghe informali, che hanno consentito la registrazione delle tessere anche oltre i tempi stabiliti dal regolamento. Nessuna delibera ufficiale, ma la possibilità di acquisire iscritti arrivati dopo i termini. (altro…)

Read Full Post »

La maggioranza, rafforzata dai verdiniani, respinge la mozione 5 Stelle contro il ministro indagato. E in Aula i dem mollano l’ad Consip Marroni.

“Formigoni”. “No”. Inizia la chiama ed è proprio lui, il Celeste, condannato solo un paio di mesi fa in primo grado per corruzione nella sanità milanese, il primo a dire no alla sfiducia. Il voto del Senato che salva Luca Lotti ha dei momenti talmente paradossali da risultare comici. (altro…)

Read Full Post »

Lingotto dem – L’ex segretario in nome del garantismo cita anche la sindaca Virginia Raggi, ma la parola “Consip” non viene mai pronunciata.

“Sto preparando il discorso di mercoledì, per difendermi in Senato”. Il Lingotto è finito, i militanti stanno andando via, il palco è vuoto e Luca Lotti nel backstage ha l’atteggiamento di chi sa che i prossimi non saranno giorni facili. Cardigan sportivo, occhiaie, sorriso sofferto. Mercoledì c’è la mozione di sfiducia, dopo che il ministro è stato indagato nell’ambito dell’inchiesta Consip. “Io non do pillolette”, dice lui alla richiesta di avere qualche anticipazione. Ma i suoi raccontano che sarà un discorso corposo, impegnativo, nel quale “il Lampadina” parlerà anche della “questione giustizia”. (altro…)

Read Full Post »

pd

Il segretario si dimette e avvia il congresso lampo: “Non potete chiedermi di non candidarmi. I ricatti sono peggio delle separazioni”.

A sera, dopo l’Assemblea del Pd che ha quasi consumato la scissione, concludendosi però con l’ennesimo rinvio (alla Direzione di martedì, dove andrà costituita la Commissione per fare le regole del congresso), neanche Matteo Renzi sa bene quale sarà il quadro che si troverà davanti nelle prossime settimane. L’addio di Pier Luigi Bersani e soci sembra ormai davvero solo una formalità. Se è così, Renzi farà il congresso, ma non si sa contro chi. Forse contro Andrea Orlando. Un confronto che rischia di non essere abbastanza forte. (altro…)

Read Full Post »

natangeloIl segretario – si dimette dalla guida del partito nel weekend: ha il via libera per il congresso in primavera, ma in cambio rinuncia alle elezioni subito. Sempre che non crolli tutto.

Non siamo soli a rappresentare il Pd. Ci sono centinaia di migliaia di iscritti e la chance per un loro coinvolgimento è il congresso. Abbiamo proposto il congresso e ci hanno detto no. Abbiamo proposto la conferenza programmatica ed è stato no. Le primarie no. C’è un limite a tutto”. Matteo Renzi alla fine di una direzione del Pd, che dura quasi 5 ore, e in cui è costantemente stato sotto attacco (fatte poche eccezioni: Graziano Delrio, Vincenzo De Luca, Piero Fassino) replica così. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »