Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2014

Greenpeace

Cambiamenti climatici, Expo e mare. Sono questi i grandi temi e le sfide del 2015 secondo il direttore delle Campagne di Greenpeace Italia, Alessandro Giannì.

Primo auspicio per il prossimo anno è “che a Parigi (al vertice sul clima che si terrà a dicembre, ndr) si arrivi a un accordo serio e vincolante che porti a una prospettiva risolutiva riguardo alla principale emergenza ambientale che è il cambiamento climatico. Cambiamento che è già in atto, dunque si tratta di evitare il peggio”, spiega Giannì ad Adnkronos. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

LupiVedremo se Maurizio Lupi manterrà la solenne promessa di mantenere nel limite dell’1,5 per cento il consueto aumento annuale delle tariffe autostradali. L’anno scorso si fece bello dell’eroica resistenza alle pretese della lobby autostradale, che chiedeva un aumento del 4,5 per cento e si dovette accontentare del 3,9. In queste ore si sta giocando però una partita politicamente molto più complicata. Per tradizione ogni ministro delle Infrastrutture ha regolarmente e senza fiatare pagato (o meglio, fatto pagare agli automobilisti) il ticket annuale dell’aumento tariffario di fine anno per il semplice motivo che non si conosce a memoria d’uomo qualcuno che abbia resistito più di pochi mesi su quella poltrona senza mostrare obbedienza ai signori del casello. (altro…)

Read Full Post »

Altan

Read Full Post »

PenaleIl magistrato:Mandanti politici.

Ne Il Ciclone, il protagonista Levante, professione commercialista, diceva alla sua ex fidanzata Carlina, erborista che faceva “nero” a go go, che doveva smetterla perché “c’è il penale Carlina, come te lo devo dire, c’è il penale”. Il film era del 1996 e oggi Pieraccioni quella battuta non avrebbe potuto dirla. Perché “il penale” per i reati tributari non c’è più, è morto assassinato.   Le prime coltellate gliele hanno date 15 anni fa, con gli arresti domiciliari garantiti fino a 3 anni (pena mai data al 99,9 % degli evasori) e con la prescrizione berlusconiana, 7 anni e mezzo per un reato che, statisticamente, si scopre a distanza minima di 3/4 anni da quando è commesso; si capisce che indagini, Tribunale, Appello e Cassazione richiedono un po’ più di 3 anni e mezzo per arrivare alla fine. (altro…)

Read Full Post »

Quando in una scuola manca la carta igienica pensate alla corruzione. Quando vostro figlio cerca lavoro in un call center in India pensate alla corruzione. Quando manca un posto letto in ospedale pensate alla corruzione. Quando vedete strade distrutte, mondezza dovunque, infrastrutture ferme da anni, pensate alla corruzione.

La parola CORRUZIONE deriva dal latino “corrumpere” (rompere in tanti pezzi). Se oggi lo stato sociale è distrutto, disintegrato, frantumato in 1000 pezzi è per via della corruzione. (altro…)

Read Full Post »

I papabili

La successione
Il primo test per il futuro capo dello Stato sarà l’assemblea dei grandi elettori dem. È lì che bisogna trovare un nome che regga al voto segreto.

ROMA – Inutile girarci intorno. Se il capo dello Stato deve uscire da una rosa approvata dall’assemblea dei Grandi elettori del Pd è dentro quel partito, o intorno a esso, che vanno accesi i riflettori. Per evitare agguati o crisi di rigetto, Renzi infatti sa bene che un nome dem ha più probabilità di passare attraverso l’ordalia del voto segreto. In questi giorni, prima della chiusura delle Camere, nei capannelli dei parlamentari Pd la discussione si è già accesa. Non su vaghi identikit, come impone la liturgia mediatica. Ma su nomi e cognomi.
E benché nel partito abbia molti, moltissimi avversari, in fondo il primo personaggio a dominare le conversazioni, per status internazionale, per il prestigio interno di cui ancora gode, è sempre Romano Prodi.

(altro…)

Read Full Post »

Raccontano balle

Da Il Fatto Quotidiano del 31/12/2014.

Read Full Post »

Older Posts »