Feeds:
Articoli
Commenti

BavaglioIL PREMIER ANNUNCIA: “RIFORMA DELLE INTERCETTAZIONI ENTRO IL 2015”. E IL PARTITO DI B. CHIEDE DI CALENDARIZZARLA SUBITO.

La riforma delle intercettazioni si farà entro il 2015”. Matteo Renzi nella conferenza stampa di ieri dopo il Consiglio dei Ministri ufficializza una posizione che fino ad ora era stata molto più sfumata e lasciata sotto traccia. Il bavaglio si deve fare e si deve fare pure presto. Lo chiede Ncd, lo chiede Forza Italia e il premier ne è convinto. Finora era argomento impopolare, tant’è vero che si pensava non sarebbe stato affrontato prima della fine di maggio. Continua a leggere »

Giannelli

Expo

PER ADESSO LA FOLLA È QUELLA DEGLI OPERAI, RADDOPPIATI DA TRE A SEI MILA.

Milano – Niente collaudi, per le strutture di Expo: non c’è tempo. Il programma prevedeva che i progetti dei padiglioni fossero presentati entro marzo 2014 e che la loro costruzione fosse ultimata per fine marzo 2015. Poi l’ultimo mese prima dell’apertura dei cancelli avrebbe dovuto essere dedicato ai collaudi finali. Invece il programma è saltato, gran parte dei padiglioni sono ancora in costruzione e i lavori finiranno, nel migliore dei casi, a fine aprile 2015. Dunque, per i collaudi non c’è tempo. Il segnale d’allarme lo ha dato Susanna Cantoni, direttore del dipartimento prevenzione dell’Asl di Milano: “Faremo i collaudi tramite autocertificazione, poi procederemo con verifiche a campione”. Bisognerà insomma fidarsi delle dichiarazioni dei progettisti, i quali dovranno certificare che il loro lavoro è fatto bene: come chiedere all’oste se il vino è buono.
Il commissario Expo Giuseppe Sala è ottimista: “Per il 1° maggio tutti i Paesi avranno terminato la costruzione. Ci saranno quattro o cinque casi in cui si continuerà a lavorare per qualche giorno alle finiture interne”. Salteranno però i collaudi. Servono a certificare l’idoneità delle strutture e la loro corrispondenza al progetto. Continua a leggere »

Grandi evasori

A Presadiretta una puntata che entra nel mondo dei grandi evasori e dei paradisi fiscali.

Nel nostro paese si evade per 120 miliardi di euro l’anno, queste sono le stime. E la fetta più grande è quella dei soldi depositati su conti esteri.
PRESADIRETTA ha affrontato le domande più spinose. Chi sono i grandi evasori? E perché riescono sempre a ottenere dei generosissimi sconti dall’Agenzia delle Entrate su quanto hanno sottratto al Fisco? Continua a leggere »

OdevaineRoma, l’ex vice-capo di gabinetto di Veltroni ammette lo “stipendio” “Ricevevo 5mila euro al mese per facilitare gli affari della banda”.

ROMA – Quattro mesi di carcere convincono Luca Odevaine, già vice-capo di gabinetto di Veltroni sindaco, quindi capo della polizia provinciale di Roma e componente del tavolo di coordinamento nazionale per l’immigrazione del Ministero dell’Interno, a rompere il silenzio in cui si era chiuso dopo la grande retata con cui, in dicembre, la Procura di Roma aveva documentato il suo ruolo in “Mafia Capitale”.
A chiedere dunque un interrogatorio con il pm Paolo Ielo, per ammettere “spontaneamente”, durante quattro ore di contestazioni, il proprio rapporto “a catena” (suggellato da uno “stipendio mensile di 5 mila euro”) con Salvatore Buzzi, presidente della cooperativa sociale 29 Giugno e, soprattutto, Signore, con il “nero” Massimo Carminati, di quella Terra di Mezzo che aveva trasformato gli appalti del “terzo settore” e le politiche sociali del Campidoglio (con la Giunta Alemanno, prima, con alcuni consiglieri del Pd all’arrivo di Marino) in “cosa loro”. Continua a leggere »

Manifestazione

LA MANIFESTAZIONE indetta dalla Fiom partirà da piazza della Repubblica alle ore 14 per concludersi a piazza del Popolo. Ad aprire il corteo ci saranno i metalmeccanici della Fincantieri impegnati nella vertenza per il rinnovo del contratto. Lo slogan della manifestazione, “Unions!”, vuole essere un richiamo alle origini del movimento sindacale. Sul palco allestito in piazza del Popolo molto gli interventi che precederanno quello di Landini. Ci sarà Giuseppe De Marzo per la campagna di Libera sul reddito per la dignità, Domenico Maugeri del Tavolo Verde, Giacomo Zolezzi, studente della Rete della conoscenza, Giovanna Cavallo, del movimento per la casa, un rappresentante dello Strike Meeting. Continua a leggere »

Oggi in piazzaIL 27% DICE DI GRADIRE L’IMPEGNO DIRETTO DEL LEADER FIOM. IL PREMIER PERÒ LO ATTACCA: UN CORTEO DI SABATO? UNA NON NOTIZIA, STUDI LE LEGGI”. CAMUSSO PRESENTE MA DEFILATA.

Maurizio Landini in politica convincerebbe quasi un italiano su tre. Almeno, stando a una rilevazione dell’Istituto Ixè secondo il quale il 27% lo giudica positivamente contro il 52%.
Anche per questo, il protagonismo “politico” del segretario della Fiom, che oggi chiuderà la manifestazione della Fiom in Piazza del Popolo, attira opposizioni aperte.
LA PIÙ APERTA è proprio quella di Matteo Renzi che, facendo finta di snobbare il corteo di oggi, lo ha definito una non-notizia: “Domani (oggi, ndr) c’è una manifestazione contro il governo, “no news”, non c’è titolo” ha commentato ieri. “Se guardo agli ultimi sabati mi pare che manifestazioni contro il governo ce ne siano state moltissime”. Continua a leggere »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.239 follower