Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2012

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ stato un anno eccezionale quello che sta per finire. Dodici mesi puntellati da avvenimenti da ricordare e altri anche da dimenticare, in ogni caso un periodo di esaltanti scoperte e di dolori raccapriccianti, di stragi e di cambiamenti epocali. 2012, un anno insomma, come tanti altri, ma un po’ più attuale, che abbiamo pensato di ripercorrere insieme a voi proprio adesso, mentre scorrono veloci le sue ultime ore. Tra catastrofi inattese come il naufragio della Nave da Crociera Costa Concordia, incagliatasi sulle coste dell’Isola del Giglio e destinata a scalfire poco a poco, con i dubbi sul comportamento del suo comandante Francesco Schettino, la reputazione della marineria italiana. E poi tanti eventi astronomici importanti, come l’eclissi lunare (il 24 febbraio), l’eclissi solare anulare (il 20 maggio), il secondo transito solare, nonché ultimo del secolo, di Venere (il 5 giugno), per finire con l’eclissi solare totale (il 13 novembre). (altro…)

Annunci

Read Full Post »

Le uniche certezze che abbiamo sul 2013 è che l’economia sarà peggiore del 2012 e che i responsabili del fallimento politico ed economico dell’Italia non se ne vorranno andare. Alle prossime elezioni si ripresenterà tutto il ciarpame della Seconda Repubblica, da Berlusconi, a Bersani, da Fini a Casini. Le elezioni anticipate sono state decise a tavolino per escludere il M5S, non solo per una questione di numero di firme, ma per il pochissimo tempo a disposizione. Se non ci fossimo preparati per tempo, dalla scorsa estate, saremmo già fuori dal Parlamento. Per la firma sulle liste elettorali bisogna disporre di due delegati ufficiali per ogni circoscrizione elettorale, avere le liste con tutti i nomi complete per ogni collegio elettorale, predisporre i moduli senza sbagliare una sola parola e i moduli sono diversi per Senato e Camera, per le Regioni a Statuto Speciale e per le Circoscrizioni estere, è necessario avere un pubblico ufficiale ad ogni banchetto per vidimare le firme, quindi portare i moduli nei Comuni dei singoli firmatari per verificarne l’appartenenza al Comune. (altro…)

Read Full Post »

giannelli--418x550 Da eccesatira.blogspot.it

Read Full Post »

MontalciniLA FINE è importante in tutte le cose. A 103 anni Rita Levi-Montalcini ha completato la sua nel modo che posso immaginare avrebbe voluto: addormentandosi. L’aveva preparata da tempo dentro di sé, con la leggerezza che le persone speciali sanno usare nell’affrontare le cose gravi. Non si era stancata della vita, tutt’altro, aveva deciso di dimenticarsi di vivere per sfiorare la presunzione filosofica dell’immortalità. La vita per lei era qualcosa in cui si sta indefinitivamente anche quando finisce. È la ragione per la quale a più di dodici anni dalla scomparsa continuava a parlare e a scrivere alla sorella gemella Paola, la sua «Pa adorata». Di lei portava sempre sul polso destro un bracciale con incastonato nel centro il giglio di Firenze. «Il cuore di quella vagabonda continua a battere dentro di me», diceva. Consapevole che si vive per sempre, Rita Levi-Montalcini ha cercato di occupare un piccolo posto nel mondo. È stata una donna curiosa e schiva, tanto essenziale da apparire dura, affilata nell’animo come nelle risposte, quasi sempre caustiche, distanti. (altro…)

Read Full Post »

Maroni Berlusconi4974_imgROMA — La Lombardia prima di tutto e Flavio Tosi candidato premier della Lega. Il giorno dopo il mezzo fallimento del vertice con il Pdl, Roberto Maroni usa Twitter per approfondire il solco che lo separa dall’alleanza con Silvio Berlusconi. In un primo cinguettio spiega che si è «candidato a governatore della Lombardia perché ci credo davvero, Roma viene dopo». E con un secondo messaggio ha indicato il sindaco di Verona come l’uomo che il Carroccio vorrebbe portare a Palazzo Chigi.
Duro da digerire per Berlusconi che ieri ha ribadito i suoi paletti. L’accordo, ha spiegato il Cavaliere, deve essere «globale, locale e nazionale, altrimenti non c’è motivo di sostenere un candidato leghista in Lombardia. Non è una ritorsione, è una conseguenza politica ». Inoltre il leader del Pdl getta sul tavolo anche la sorte delle giunte di Veneto e Piemonte. Dice che metterle in discussione «non è una ritorsione ma una logica conseguenza politica. Ma sono convinto che alla fine la ragione prevarrà». (altro…)

Read Full Post »

Monti e il pressing di Bersani “Posizionarci? Non serve la nostra agenda parla chiaro”. E Casini attacca il segretario: la tua è doppia morale.

ROMA
— È scontro tra Bersani e il centro montiano. Il segretario del Pd al premier che ha scelto di “salire in politica” pone una serie di domande e obiezioni. Con diverse stilettate. Prima in un colloquio con Repubblica. Poi da Piacenza, dal seggio delle primarie per la scelta dei candidati democratici. E ribadisce: «Con Monti ho ottimi rapporti ma ora è una parte politica e deve fare chiarezza». All’ex rettore della Bocconi chiede innanzitutto di posizionarsi, di dire se si sente alternativo al centrosinistra, se sono avversari o se forme di collaborazione saranno possibili. Invito al quale Monti si sottrae. Bersani insiste, e al Professore chiede poi di essere «rigoroso nella distinzione tra politica ed istituzioni». Ovvero di non usare la posizione di premier uscente per fare campagna elettorale e costruire un suo partito, perché rischia di sconfinare nella scorrettezza istituzionale. (altro…)

Read Full Post »

LA “salita in politica” di Monti pone con grandissima serietà una questione centrale: esiste realmente un’Italia moderata e al tempo stesso riformatrice, capace di mettere al primo posto l’interesse del Paese e di allearsi a tal fine con le forze del centrosinistra? Ed è sufficientemente estesa e capace di esprimere una classe dirigente credibile, estranea alle degenerazioni e al logoramento del sistema dei partiti e al tempo stesso disposta ad impegnarsi in un rinnovamento radicale della politica? Da questi nodi dipende in parte non irrilevante il futuro stesso del Paese. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »