Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘lavoro’

art-18-bocciato-referendum-lavoro

Read Full Post »

vauro

Da vaurosenesi.it

Read Full Post »

jobs

L’intervento del giuslavorista Luigi Mariucci sul pronunciamento della Corte costituzionale, che ha dichiarato inammissibile il primo dei tre quesiti proposti dalla Cgil. “Nel 2003 fu ritenuto ammissibile un referendum che avrebbe esteso la tutela a tutte le imprese a prescindere dalle dimensioni”, ricorda. Per questo “sul piano logico-giuridico la sentenza è fortemente discutibile”.

Nel 2003 la Corte costituzionale ha ritenuto ammissibile un referendum che azzerava la soglia di applicazione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, a seguito del quale la reintegrazione in caso di licenziamento ingiustificato si sarebbe applicata a ogni unità produttiva comprese quelle con un solo dipendente (sentenza n.41/2003). (altro…)

Read Full Post »

voucher

La crisi dell’occupazione

A febbraio arriveranno i dati per capire se la tracciabilità obbligatoria ha dato risultati, subito dopo il disegno di legge per modificare le norme.

Il piano del governo per limitare il ricorso ai ticket si baserà su un sistema di quote Poletti: “Non sarà un maquillage per evitare il referendum”, sette ipotesi allo studio.

ROMA – L’intervento per limitare l’utilizzo dei voucher da parte del governo si avvicina. Sul tavolo di Palazzo Chigi ci sono una serie di ipotesi che si concretizzeranno in un provvedimento nel prossimo mese di febbraio. L’obiettivo è quello di ridurre la platea dell’utilizzo dei “buoni” con l’introduzione di “quote” e circoscrivendo i settori dove è possibile utilizzarli. Per valutare la consistenza della stretta si attende – come spiegano al ministero del Lavoro – il risultato del monitoraggio scattato l’8 ottobre dello scorso anno da quando è in vigore la tracciabilità.

(altro…)

Read Full Post »

voucher

La riforma del lavoro doveva spazzar via l’apartheid che separava lavoratori di serie A (i tutelati) e quelli di serie B (i precari).
Doveva consentire ai precari di sposarsi e persino di pianificare un futuro, una famiglia, dei figli.
Dove creare occupazione i cui numeri, gonfiati dagli sgravi contributivi (costati circa 20 miliardi) e da una loro presentazione parziale, ci sono stati sbattuti in faccia ogni giorno. Visto, cari gufi? (altro…)

Read Full Post »

lavoro_licenziamenti

Il tasso cresce anche per le altre fasce di età, ma i dati preliminari diffusi dall’istituto di statistica mostrano in parallelo un aumento degli occupati. L’apparente contraddizione deriva dal calo degli inattivi, cioè le persone che smettono di cercare un’occupazione perché scoraggiate. A trovare lavoro però sono soprattutto gli over 50. Poletti: “Preoccupa la situazione giovanile”.

A novembre 2016 il tasso di disoccupazione giovanile è salito al 39,4%: un aumento di 1,8 punti percentuali rispetto al mese precedente che l’ha portato al livello più alto a partire da ottobre 2015. Lo rileva l’Istat nelle sue stime sul penultimo mese del 2016, da cui emerge che nella fascia di età tra 15 e 24 anni è sceso anche il tasso di occupazione, mentre quello di inattività – che include anche le persone impegnate negli studi – è calato di 0,6 punti. (altro…)

Read Full Post »

opportunita

Read Full Post »

Older Posts »